Oscar Isaac

attore guatemalteco naturalizzato statunitense

Oscar Isaac, all'anagrafe Óscar Isaac Hernández Estrada (Città del Guatemala, 9 marzo 1979), è un attore guatemalteco naturalizzato statunitense.

Oscar Isaac al San Diego Comic-Con International 2015

Per la sua interpretazione in A proposito di Davis (2013) ha ottenuto una candidatura ai Golden Globe come miglior attore protagonista in un film commedia o musical. Nel 2016 ha vinto il Golden Globe per il miglior attore in una mini-serie o film per la televisione per la sua interpretazione in Show Me a Hero.

BiografiaModifica

Isaac nasce a Città del Guatemala nel 1979, figlio di Óscar Gonzalo Hernández Cano, uno pneumologo cubano d'origine in parte ebraica, e di María Eugenia Estrada Nicolle, una casalinga guatemalteca d'origine francese per parte di madre[1][2][3][4]. Sua sorella è la scienziata Nicole Hernández-Hammer, impegnata nella ricerca sui mutamenti climatici.[5] Da bambino, quando non ha che cinque mesi d'età, emigra con i genitori negli Stati Uniti, stabilendosi a Miami, Florida[6][7][8]. Successivamente nella stessa città entra a far parte del gruppo punk rock Blinking Underdogs, in qualità di cantante e chitarrista. Isaac si diploma alla Juilliard School nel 2005.

Gli inizi (1996–2012)Modifica

Il suo debutto cinematografico è nel film Illtown (1996), in cui viene accreditato nei titoli di coda come "Pool Boy".[9] Nel 2002 è poi apparso brevemente in All About the Benjamins e in Law & Order: Criminal Intent, quattro anni più tardi.[10][11] Nel 2006 ha ottenuto il primo ruolo importante, quello di Giuseppe in Nativity, film ispirato alla vita di Gesù.[12] L'anno seguente ha recitato nel drammatico Davanti agli occhi accanto a Uma Thurman e, nel 2008, Steven Soderbergh lo ha scelto per un piccolo ruolo nella prima parte del film dedicato a Che Guevara: Che - L'argentino. Nello stesso anno Ridley Scott lo ha diretto in Nessuna verità, al fianco di Russell Crowe e Leonardo DiCaprio.

Nel 2009 ha vinto un Australian Film Institute Awards come miglior attore non protagonista per la sua interpretazione del politico est-timorese José Ramos-Horta nel film Balibo,[13] e ha recitato al fianco di Rachel Weisz e Max Minghella in Agora, film di Alejandro Amenábar dove Isaac interpretava Oreste, allievo della filosofa Ipazia e futuro prefetto di Alessandria d'Egitto. Nel 2010 è stato diretto nuovamente da Ridley Scott nel film ispirato alle gesta di Robin Hood, nel ruolo del Principe Giovanni. Nel 2011 ha recitato nei film Sucker Punch, W.E. - Edward e Wallis e Drive, mentre nel 2012 ha ottenuto un ruolo in The Bourne Legacy.

Il successo (2013–presente)Modifica

Nel 2013 è stato scelto dai fratelli Coen come protagonista del loro film A proposito di Davis. L'anno successivo ha recitato in 1981: Indagine a New York di J. C. Chandor, accanto a Jessica Chastain, sua amica dai tempi della Julliard School. Nel 2014 ha recitato nel film I due volti di gennaio di Hossein Amini, accanto a Viggo Mortensen e Kirsten Dunst. Nel 2015 ha interpretato Nick Wasicsko nella miniserie Show Me a Hero, per la quale ha vinto il Golden Globe come miglior attore in una miniserie o film per la televisione, e in seguito, il ruolo del pilota ribelle Poe Dameron nel film Star Wars: Il risveglio della Forza, diretto da J.J. Abrams. Nello stesso anno ha anche recitato nel film Ex Machina. Nel 2016 ha interpretato il villain Apocalisse, nel film X-Men - Apocalisse. Sempre nel 2017 è stato il protagonista della pellicola The Promise assieme a Christian Bale e Charlotte Le Bon, mentre a fine anno ha preso parte a Suburbicon, accanto a Matt Damon e Julianne Moore, e ha rivestito i panni di Poe Dameron nel capitolo VIII della saga di Guerre stellari, intitolato Star Wars: Gli ultimi Jedi (ruolo che ha ripreso anche nell'ultimo capitolo del 2019, Star Wars: L'ascesa di Skywalker).

Nel 2018 ha interpretato il marito di Natalie Portman nell'adattamento cinematografico Annientamento scritto e diretto da Alex Garland. La pellicola è stata distribuita a partire dal 23 febbraio nelle sale cinematografiche statunitensi e successivamente anche in Canada e in Cina, mentre nel resto del mondo è arrivato direttamente sulla piattaforma Netflix il 12 marzo. A settembre ha rivestito il ruolo di protagonista nella pellicola La vita in un attimo, scritta e diretta da Dan Fogelman e in Operation Finale accanto a Ben Kingsley. Nel 2019 ha ottenuto il ruolo di Leto I Atreides nel film Dune[14] e ha recitato da protagonista nel film Il collezionista di carte di Paul Schrader, entrambi presentati al Festival di Venezia 2021.

Nel maggio del 2021 è stato confermato nel ruolo del supereroe Moon Knight (Marc Spector), protagonista nell'omonima miniserie televisiva del Marvel Cinematic Universe per la piattaforma streaming Disney+.

Vita privataModifica

Nell'aprile 2017 è diventato padre di un bambino, avuto dalla regista danese Elvira Lind[15], sua compagna dal 2012, che ha sposato nel 2017. Nel 2019 è nato il secondo figlio.[16]

FilmografiaModifica

AttoreModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

VideoclipModifica

DoppiatoreModifica

ProduttoreModifica

TeatroModifica

RiconoscimentiModifica

Doppiatori italianiModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Oscar Isaac è stato doppiato da:

Da doppiatore è stato sostituito da:

NoteModifica

  1. ^ Oscar Buzz, in Miami Herald, 1º dicembre 2006.
  2. ^ Bustle, in bustle.com. URL consultato il 15 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016).
  3. ^ Oscar Isaac (Inside Llewyn Davis), su Goldenglobes.com. URL consultato il 7 marzo 2014.
  4. ^ Oscar Isaac (Inside Llewyn Davis) HFPA. 9 January 2014
  5. ^ Joe Romm, Latina Climate Scientist To Watch State Of The Union With Michelle Obama, su Think Progress, 20 gennaio 2015. URL consultato il 6 marzo 2019.
  6. ^ Oscar Isaac: The Internet's Boyfriend Becomes a Leading Man, su Rolling Stone. URL consultato il 18 maggio 2016 (archiviato dall'url originale l'8 agosto 2016).
  7. ^ John Lopez, How to Train Your Villain with Robin Hood's Oscar Isaac, su Vanity Fair, 10 maggio 2010. URL consultato il 16 aprile 2011.
  8. ^ Madeline Marr, Miami actor Oscar Isaac rule Robin Hood, in Miami Herald, 16 maggio 2010. URL consultato il 16 aprile 2011.
  9. ^ http://www.floridafilmcritics.com/2013/12/15/oscar-isaac-breaks-joel-ethan-coens-inside-llewyn-davis/
  10. ^ http://metro.co.uk/2014/04/30/who-is-oscar-isaac-six-notable-facts-about-the-newly-appointed-star-wars-episode-7-actor-4713883/
  11. ^ Copia archiviata, su blogs.indiewire.com. URL consultato il 5 settembre 2021 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2016).
  12. ^ http://movies.about.com/od/thenativitystory/a/nativityoi1106.htm
  13. ^ http://www.screendaily.com/news/production/oscar-isaac-to-star-in-partisan/5052941.article
  14. ^ https://www.hollywoodreporter.com/heat-vision/dune-movie-casts-oscar-isaac-1180655
  15. ^ Oscar Isaac è diventato papà per la prima volta, su mondofox.it, 29 aprile 2017. URL consultato il 2 maggio 2017.
  16. ^ https://people.com/parents/oscar-isaac-welcomes-second-child-son-elvira-lind/
  17. ^ Golden Globes 2022, tutte le nomination: Sorrentino candidato per miglior film straniero, su tg24.sky.it, 13 dicembre 2021. URL consultato il 16 dicembre 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN58853436 · ISNI (EN0000 0001 2096 1958 · LCCN (ENno2007028872 · GND (DE142423777 · BNE (ESXX4957678 (data) · BNF (FRcb16763456w (data) · J9U (ENHE987007430452005171 · CONOR.SI (SL135128163 · WorldCat Identities (ENlccn-no2007028872