Apri il menu principale

Fuoco a oriente

film del 1943 diretto da Lewis Milestone
Fuoco a oriente
RKO Pictures The North Star .JPG
Titolo originaleThe North Star
Lingua originaleinglese, russo, tedesco
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1943
Durata108 min (145 min nel cut originale) 82 min (versione rimontata)
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,37:1
Genereguerra, drammatico
RegiaLewis Milestone William Cameron Menzies (scene rigirate, non accreditato)
SoggettoLillian Hellman
SceneggiaturaLillian Hellman
Burt Beck (dialoghi aggiunti versione rimontata)
ProduttoreSamuel Goldwyn William Cameron Menzies (associato)
Casa di produzioneSamuel Goldwyn Company, The
FotografiaJames Wong Howe
MontaggioDaniel Mandell Anthony Ciccolini (versione rimontata)
Effetti specialiRay Binger, Clarence Slifer
MusicheAaron Copland
ScenografiaPerry Ferguson
McClure Capps (associato) Howard Bristol (arredamenti)
TruccoRobert Stephanoff
Interpreti e personaggi

Fuoco a oriente (The North Star) è un film del 1943 diretto da Lewis Milestone.

Farley Granger è qui al suo debutto sullo schermo.

È un film di propaganda filosovietico atto a mettere in buona luce gli alleati russi nel pieno del conflitto bellico mondiale[senza fonte], sulla linea di analoghe pellicole prodotte in quegli stessi anni negli Stati Uniti: The Boy from Stalingrad (1943), Mission to Moscow (1943) e Song of Russia (1944). Nel dopoguerra, nel mutato clima della guerra fredda, queste pellicole divennero fonte di non poco imbarazzo. La Commissione per le attività antiamericane accusò il film di essere a favore dei comunisti. Il film uscì nuovamente, ridotto a 81 minuti, nel 1957, con il titolo Armored Attack e una voce fuori campo che collegava i fatti del film con la rivoluzione ungherese del 1956. In distribuzioni più recenti si è tornati alla versione precedente.

Indice

TramaModifica

In un villaggio ucraino, nel giugno 1941, finisce la scuola e alcuni amici decidono di fare una gita a Kiev. Vengono però attaccati da un aereo tedesco, parte della flotta nazista che sta invadendo l'Unione Sovietica. Quando poi tutto il villaggio è invaso dai nazisti e in parte poi dato alle fiamme, molti si rifugiano tra le vicine colline per fare la resistenza.

Un dottore usa brutalmente il sangue dei bambini del villaggio per rifornire i soldati feriti con trasfusioni. Alcuni per averne dato troppo, muoiono. Un medico russo, scoperto ciò, informa i partigiani che preparano un attacco a cavallo per salvare i bambini. Il medico russo accusa quello della Wehrmacht di crudeltà e quindi gli spara.

ProduzioneModifica

Il film, che fu prodotto dalla Samuel Goldwyn Company con la consulenza tecnica di Zina Voynow, venne girato da metà febbraio a fine luglio 1943[1].

MusicaModifica

Nella colonna sonora sono presenti cinque pezzi di Aaron Copland con testi di Ira Gershwin. La coreografia del film fu affidata a David Lichine.

  • Song of the Fatherland
  • Chari Vari Rastabari
  • The Younger Generation
  • No Village Like Mine
  • Song of the Guerrillas

DistribuzioneModifica

Il copyright del film, richiesto dalla Crescent Productions, Inc., fu registrato il 4 novembre 1943 con il numero LP12585[1]. Distribuito dalla RKO Radio Pictures, il film uscì nelle sale cinematografiche USA presentato a New York il 4 novembre 1943.

In Italia fu distribuito nel 1949.

RiconoscimentiModifica

Il film è stato nominato per sei Oscar, senza vincerne neanche uno:

NoteModifica

  1. ^ a b AFI

BibliografiaModifica

  • Joe Morella, Edward Z. Epstein e John Griggs, The Films of World War II, Secaucus, New Jersey, The Citadel Press, 1980, ISBN 0-8065-0482-X.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema