Apri il menu principale

Georges Leekens

allenatore di calcio ed ex calciatore belga
Georges Leekens
Georges Leekens.jpg
Nazionalità Belgio Belgio
Altezza 187 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Tractor Sazi
Ritirato 1984 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1967-1969Houthalen? (?)
1969-1970Dessel Sport? (?)
1970-1972Schaerbeek-Evere? (?)
1972-1981Bruges279 (4)
1981-1984Sint-Niklase? (?)
Nazionale
1975-1978Belgio Belgio 3 (0)
Carriera da allenatore
1984-1987Bruges
1987-1988Anderlecht
1988-1989Kortrijk
1989-1991Bruges
1991-1992Malines
1992-1993Trabzonspor
1993-1994Bruges
1994-1995Charleroi
1995-1997Royal Excelsior Mouscron
1997-1998Belgio Belgio
1999-2001Lokeren
2001-2002Roda JC
2003Algeria Algeria
2003-2004Royal Excelsior Mouscron
2004-2007Gent
2007-2009Lokeren
2009Al-Hilal
2009-2010Kortrijk
2010-2012Belgio Belgio
2012Bruges
2014-2015Tunisia Tunisia
2015-2016Lokeren
2016-2017Algeria Algeria
2017-2018Ungheria Ungheria
2018Étoile du Sahel
2019-Tractor Sazi
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 giugno 2018

Georges Leekens (Meeuwen-Gruitrode, 18 maggio 1949) è un allenatore di calcio ed ex calciatore belga, di ruolo difensore, attualmente alla guida del Tractor Sazi.

Indice

CarrieraModifica

CalciatoreModifica

AllenatoreModifica

Dopo il ritiro, nel 1984, diviene tecnico del Cercle Bruges, che guida per tre stagioni vincendo la Coppa del Belgio nel 1984-1985. Nel 1987-1988 è alla guida dell'Anderlecht. Dopo aver allenato il Kortrijk per una stagione, passa sulla panchina del Bruges, con cui vinse campionato e Supercoppa del Belgio nel 1990 e Coppa del Belgio e Supercoppa del Belgio nel 1991. In seguito allena Malines, Trabzonspor, di nuovo Cercle Bruges e Charleroi, prima di firmare per il Royal Excelsior Mouscron, con cui ottiene la promozione nella massima divisione belga nel 1996-1997.

Nominato commissario tecnico della nazionale belga nel 1997, ottiene la qualificazione al campionato del mondo 1998 grazie al successo nei play-off contro l'Irlanda. È esonerato dopo il terzo posto nel girone di Francia 1998, dopo tre pareggi.

Dopo un breve passaggio al Lokeren e al Roda JC, alla fine del 2002 diviene CT dell'Algeria, che qualifica alla Coppa d'Africa 2004 in Tunisia, ma rescinde il contratto per motivi familiari e già nel 2003 torna in Belgio.

Guida nuovamente il Mouscron, nel 2003-2004. In seguito allena per tre anni il Gent. Dal 2007 al 2009 è nuovamente al Lokeren, poi tenta l'esperienza in Arabia Saudita, divenendo tecnico dell'Al-Hilal. Dopo tre mesi, il 4 maggio 2009, è esonerato dalla dirigenza a seguito della sconfitta per 3-0 contro l'Al-Shabab. Nel 2009-2010 è di nuovo alla guida del Kortrijk.

L'11 maggio 2010 è nominato nuovamente CT del Belgio, con contratto sino al 2012. Il 12 aprile 2011 estende il proprio contratto fino al 2014 sulla scorta dei buoni risultati nelle qualificazioni al campionato d'Europa 2012. Il 13 maggio 2012 è preannunciato il suo ritorno sulla panchina del Club Bruges, anticipato dall'esonero da CT del Belgio a seguito di alcune sconfitte.

Il 27 marzo 2014 firma un biennale come commissario tecnico della Tunisia, per un salario mensile di 25 000 euro.[1] Esordisce nella vittoria per 1-0 contro la Corea del Sud. Partecipa alla Coppa d'Africa 2015 dove arriva primo al proprio girone, ma viene eliminato ai quarti di finale per 2-1 dal Guinea Equatoriale, squadra del paese ospitante. Il 28 giugno 2015 a pochi giorni dall’apertura delle qualificazioni per la Coppa d’Africa 2017 rescinde il proprio contratto, nonostante la vittoria per 8-1 contro il Gibuti alla prima giornata della competizione.[2]

Il 25 ottobre ritorna per la terza volta alla guida del Lokeren in sostituzione dell’esonerato Bob Peeters, prende la squadra al quattordicesimo posto in classifica con 11 punti.[3] Esordisce nella sconfitta casalinga per 1-2 contro il KAA Gent. Viene eliminato ai ottavi di finale della Coppa del Belgio per 1-0 dal Club Brugge. Chiude il campionato all’undicesimo posto. Il 27 ottobre 2017 dopo aver superato il sesto turno della Coppa del Belgio battendo per 3-2 il Cercle Brugge e con la squadra al tredicesimo posto in campionato, rassegna le dimissioni.[4]

Il giorno seguente viene nominato commissario tecnico dell'Algeria.[5]. Esordisce nella partita persa per 3-1 contro la Nigeria, valevole per la qualificazione al campionato del mondo 2018. Il 24 gennaio 2017, dopo la clamorosa eliminazione al primo turno nella fase finale della Coppa d'Africa 2017 in Gabon, rassegna le dimissioni.[6]

Il 1 novembre la federcalcio ungherese lo nomina commissario tecnico della nazionale magiara.[7] Esordisce nella partita persa per 3-2 contro il Kazakistan. Il 19 giugno 2018, dopo aver ottenuto un pareggio e subito 3 sconfitte, viene sollevato dall'incarico con sole quattro panchine all'attivo[8].

In seguito allena per qualche settimana, dal 10 ottobre al 26 novembre 2018, i tunisini dell'Étoile du Sahel. Il 13 gennaio 2019 assume la guida degli iraniani del Tractor Sazi[9].

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Club Brugge: 1972-1973, 1975-1976, 1976-1977, 1977-1978, 1979-1980
Club Brugge: 1976-1977
Club Brugge: 1980

AllenatoreModifica

Club Brugge: 1989-1990
Club Brugge: 1985-1986, 1990-1991
Anderlecht: 1987-1988
Club Brugge: 1986, 1990
Anderlecht: 1987

NoteModifica

  1. ^ Tunisia, Leekens è il nuovo commissario tecnico, tuttomercatoweb.com, 27 marzo 2014.
  2. ^ Tunisia and Belgian coach George Leekens part ways, bbc.com, 28 june 2015.
  3. ^ Georges Leekens is de nieuwe trainer van Lokeren, tvoost.be, 25 oktober 2015.
  4. ^ Ufficiale: Lokeren, il tecnico Leekens rescinde, tuttomercatoweb.com, 27 ottobre 2017.
  5. ^ Ufficiale: Algeria, il nuovo ct è Leekens, tuttomercatoweb.com, 28 ottobre 2016.
  6. ^ Ufficiale: Algeria, Leekens si dimette, tuttomercatoweb.com, 24 gennaio 2017.
  7. ^ Ufficiale: Ungheria, Leekens è il nuovo commissario tecnico, tuttomercatoweb.com, 1º novembre 2017.
  8. ^ Ufficiale: Ungheria, addio Leekens. Marco Rossi è il nuovo ct, tuttomercatoweb.com, 19 giugno 2018.
  9. ^ (EN) Georges Leekens named Iran’s Tractor Sazi coach, Tehran Times, 13 gennaio 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN288149047 · ISNI (EN0000 0003 9380 6443