Sportvereniging Roda Juliana Combinatie

società calcistica olandese
Roda JC
Calcio Football pictogram.svg
Roda JC.png
De Trots van het zuiden (Orgoglio del sud)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Giallo e Nero.svg Giallo, nero
Dati societari
Città Kerkrade
Nazione Paesi Bassi Paesi Bassi
Confederazione UEFA
Federazione Flag of the Netherlands.svg KNVB
Campionato Eerste Divisie
Fondazione 1962
Presidente Paesi Bassi Herman Huirne
Allenatore Paesi Bassi Jurgen Streppel
Stadio Parkstad Limburg Stadion
(19.979 posti)
Sito web www.rodajc.nl
Palmarès
Campionati olandesi Coppe dei Paesi BassiCoppe dei Paesi Bassi
Eredivisie 1
Coppe dei Paesi Bassi 2
Si invita a seguire il modello di voce

Lo Sportvereniging Roda Juliana Combinatie Kerkrade (ned. Società Sportive Unite Roda Juliana), più semplicemente noto come Roda JC Kerkrade, è una società calcistica olandese con sede nella città di Kerkrade. Fondato il 27 giugno 1962 dalla fusione tra la Rapid JC e il Roda Sport, dal 1973 al 2014 ha militato ininterrottamente nel campionato di vertice dei Paesi Bassi, l'Eredivisie.

Vanta nel suo palmarès un titolo d'Olanda, vinto nel 1956 con il nome di Rapid JC, e 2 coppe nazionali (6 le finali disputate). È l'ottava squadra d'Olanda a livello di partecipazioni al campionato di Eredivisie vantando 44 presenze, dietro Ajax, Feyenoord, PSV, Sparta Rotterdam, Twente, NAC Breda e Utrecht. È storicamente la "squadra dei minatori": dieci degli undici calciatori che si aggiudicarono il titolo del 1956 svolgevano questa professione.

Dal 2010 al nome del club è stata aggiunta la parola Kerkrade a seguito di un accordo col comune.

StoriaModifica

Fusioni (1955-1962)Modifica

Il Roda JC Kerkrade nacque dalla fusione di vari club di Kerkrade. Nel 1954 l'SV Kerkrade (fondato nel 1926) e l'SV Bleijerheide (1914) si fusero per costituire il Roda Sport. Nello stesso anno il Rapid '54 (1954) e un club amatoriale, il Juliana (1910), si fusero per formare il Rapid JC. Il Rapid JC fu una delle squadre più titolate dell'epoca e nel 1956 si aggiudicò anche i play-off scudetto. Negli anni a venire la squadra si piazzò tra i primi dieci del campionato solo in una circostanza, nel 1958-1959, quando raggiunse il secondo posto. Il Roda Sport, tuttavia, retrocesse in Tweede Divisie e vi rimase fino alla fusione con il Rapid JC, da cui ebbe origine il Roda JC.

Salvezze in massima divisione (1963-1994)Modifica

Dopo la fusione, il club esordì in Eerste Divisie nella stagione 1962-1963, in cui retrocesse alla fine del campionato per via del 16º posto finale. Nell'annata successiva la promozione fu sfiorata: svanì nella finale degli spareggi. Nei successivi otto anni il club rimase in Tweede Divisie. Dopo il ritorno in Eerste Divisie, trascorsero due soli anni per la promozione in Eredivisie, ottenuta grazie al primo posto in classifica.

Giunto in massima divisione, il Roda consolidò la propria posizione nel campionato di vertice e per anni andò varie volte vicino alla qualificazione alle coppe europee. Nel 1975, pur perdendo la finale di Coppa d'Olanda contro il PSV (1-0 dopo i tempi supplementari), la squadra si qualificò per la Coppa delle Coppe 1975-1976, dove fu eliminata dall'Anderlecht al primo turno (5-3 il risultato complessivo).

Nell stagione 1986-1987 il Roda ottenne nuovamente l'accesso agli spareggi per la qualificazione alle coppe europee, ma fu l'Utrecht ad avere la meglio. Nel 1987-1988 la retrocessione in Eerste Divisie fu evitata per un soffio, grazie al 15º posto finale. Nella stessa stagione il club di Kerkrade raggiunse la finale di Coppa d'Olanda, dove si portò per ben due volte in vantaggio contro il PSV (vincitore quell'anno del titolo nazionale e della Coppa dei Campioni), per poi soccombere per 3-2. Dato che il PSV vinse il campionato olandese, al Roda bastò la qualificazione alla finale di coppa per ottenere la qualificazione alla Coppa delle Coppe 1988-1989.

La stagione 1988-1989 si ricorda a Kerkrade per la memorabile cavalcata in Coppa delle Coppe, conclusasi ai quarti di finale contro il CSKA Sofia dopo i tiri di rigore. Negli anni successivi il club giallonero si piazzò quinto per due volte, ma solo in un caso ottenne la qualificazione alle coppe europee. Si segnalano le annate 1990-1991, quando il Roda raggiunse la semifinale di Coppa d'Olanda, persa ai tiri di rigore contro il Den Bosch, e 1991-1992, quando in Coppa d'Olanda il Roda si arrese solo in finale al Feyenoord (3-0).

Gli anni d'oro del Roda (1994-2010)Modifica

Sotto la presidenza di Nol Hendriks, dalla metà degli anni novanta il Roda ottenne ottimi risultati in ambito nazionale e ben figurò nelle coppe europee.

Nel 1994-1995 si piazzò secondo in Eredivisie, a sette punti dall'Ajax campione e a sette dal PSV terzo. Nel 1996-1997 (finale contro l'Heerenveen) e nel 1999-2000 (finale contro il N.E.C.) vinse la Coppa d'Olanda, ottenendo la qualificazione alla Coppa delle Coppe 1997-1998 (eliminazione ai quarti di finale contro il Vicenza di Francesco Guidolin, 1-9 il risultato complessivo) e alla Coppa UEFA 2000-2001.

Nella stagione 2001-2002 la squadra sfiorò l'impresa a San Siro contro il Milan di Carlo Ancelotti. Dopo aver perso per 1-0 in casa l'andata dei quarti di finale di Coppa UEFA, vinse per 1-0 in casa dei rossoneri, portando la sfida ai supplementari e poi ai tiri di rigore. Qui passarono anche in vantaggio, ma poi persero la sfida[1].

Il Roda si qualificò per la Coppa Intertoto nel 2003-2004 e nel 2004-2005. Negli anni seguenti fu raggiunta più volte la qualificazione ai play-off di Eredivisie per le coppe europee, ma senza il successo finale. Nel 2007-2008 perse la finale di Coppa d'Olanda contro il Feyenoord (2-0). Nel 2008-2009, all'ultima giornata di Eredivisie, colse una clamorosa vittoria al de Kuip contro il Feyenoord, necessaria per non retrocedere direttamente e qualificarsi per gli spareggi promozione-retrocessione, dove il Roda ebbe la meglio contro il Cambuur ai tiri di rigore.

Declino (2010-2013)Modifica

Nella seconda metà del primo decennio degli anni 2000 il Roda conobbe uno dei periodi più cupi della sua storia. Una volta fallito il tentativo di fusione con MVV e Fortuna Sittard (già visto di cattivo occhio dalle tifoserie interessate), il club, pur operando in modo indipendente, era sull'orlo del fallimento. Allo scopo di evitare il fallimento l'allora direttore Martin van Geel ottenne dal comune di Kerkrade un prestito. Una delle condizioni che il comune di Kerkrade propose fu il cambiamento del nome della squadra che da Roda JC, mutò in Roda JC Kerkrade. Il nuovo nome del club entrò in uso nella stagione 2010-2011. Con questo prestito, però il pericolo ancora non era terminato. Il bilancio del club risultò tuttavia all'attivo proprio grazie al prestito del comune di Kerkrade, che evitò il fallimento del club all'ultimo momento.

Tra prima e seconda divisione (2013-oggi)Modifica

Nella stagione 2013-2014 la squadra retrocesse in seconda divisione dopo 41 nni di militanza ininterrotta in massima serie. Fatale fu il 18º posto in classifica. Immediata fu la promozione in massima divisione, ottenuta vincendo prima il secondo turno di play-off contro l'Emmen (vittoria per 1-0 in trasferta e pareggio per 2-2 in casa) e poi la finale degli spareggi promozione-retrocessione contro il NAC Breda (sconfitta per 1-0 in trasferta e vittoria per 2-1 in casa dopo i tempi supplementari).

Dopo due salvezze (la seconda dei quali passando per gli spareggi), nel maggio 2018 il club ha conosciuto una nuova retrocessione in seconda divisione. Classificatasi al 16º posto, la squadra ha infatti perso contro l'Almere City, club di Eerste Divisie, negli spareggi promozione-retrocessione[2].

Il 27 settembre 2019, nell'intervallo di Roda JC-De Graafschap, una decina di tifosi è riuscita ad entrare nella tribuna centrale dove siede la dirigenza e ha letteralmente spinto il nuovo proprietario della società Mauricio Garcia de la Vega fuori dallo stadio. La polizia è dovuta intervenire per calmare gli animi e scortare De la Vega in un posto più sicuro. Garcia de la Vega aveva detto in estate di avere intenzione di comprare il club e di voler coprire tutti i debiti della società, ma secondo i supporters del Roda non ha mantenuto le promesse. L'attuale proprietario Frits Schrouff ha dichiarato ai microfoni dei media olandesi che il messicano ha comprato come aveva detto le sue azioni in attesa dell'approvazione dei documenti da parte della KNVB per confermare il passaggio di proprietà. A novembre la crisi societaria si risolve grazie all'arrivo di Herman Huirne che salva il club dal fallimento rilevando l'80% delle azioni.

CronistoriaModifica

Cronistoria del Sportvereniging Roda Juliana Combinatie
  • 1962, 27 giugno: fondazione del club
  • 1962-1963   18º in Eerste Divisie. Retrocesso in Tweede Divisie.
  • 1963-1964 · 3º in Tweede Divisie. Ammesso ai play-off ma non promosso.
  • 1964-1965 · 4º in Tweede Divisie.
  • 1965-1966 · 5º in Tweede Divisie.
  • 1966-1967 · 4º in Tweede Divisie. Ammesso ai play off ma non promosso.
  • 1967-1968 · 5º in Tweede Divisie.
  • 1968-1969 · 4º in Tweede Divisie.
  • 1969-1970 · 9º in Tweede Divisie.
  • 1970-1971   5º in Tweede Divisie. Promosso in Eerste Divisie.
  • 1971-1972 · 4º in Eerste Divisie.
  • 1972-1973   5º in Eerste Divisie. Promosso in Eredivisie.
  • 1973-1974 · 15º in Eredivisie.
  • 1974-1975 · 8º in Eredivisie.
  • 1975-1976 · 8º in Eredivisie.
Finalista nella KNVB beker.
Eliminato nel primo turno della Coppa delle Coppe.
Finalista nella KNVB beker.
Eliminato nei quarti della Coppa delle Coppe.
Eliminato nel primo turno della Coppa UEFA.
Eliminato nel secondo turno della Coppa UEFA.
Eliminato nel primo turno della Coppa UEFA.
Vince la   KNVB beker (1º titolo).
Eliminato nei quarti della Coppa delle Coppe.
Eliminato nel secondo turno della Coppa UEFA.
Vince la   KNVB beker (2º titolo).
Eliminato nel primo turno della Coppa UEFA.
Eliminato nel quarto turno della Coppa UEFA.

Eliminato nel terzo turno nella Coppa Intertoto.

Semifinalista nella Coppa Intertoto.

Finalista nella KNVB beker.

Colori e simboliModifica

ColoriModifica

I colori sociali sono il giallo e il nero. La maglia di gioco è gialla con bordi neri, invece i pantaloncini sono neri e i calzettoni gialli.

StruttureModifica

StadioModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Parkstad Limburg Stadion.

Dal 2000 il club disputa le proprie gare interne nello Parkstad Limburg Stadion, che si trova a Kerkrade e che può ospitare 19.979 spettatori.

In precedenza il club aveva utilizzato lo Stadio Sportpark Kaalheide.

AllenatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori dello S.V. Roda J.C..

[3]

Allenatori

CalciatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori dello S.V. Roda J.C..

Vincitori di titoliModifica

Campioni d'Europa

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1955-1956
1996-1997, 1999-2000
1972-1973

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 1958-1959, 1994-1995
Finalista: 1975-1976, 1987-1988, 1991-1992, 2007-2008
Semifinalista: 1958-1959, 1990-1991, 1995-1996, 2005-2006
Finalista: 1997, 2000
Terzo posto: 2014-2015
Semifinalista: 2005

Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionati e ai tornei internazionaliModifica

Campionati nazionaliModifica

Il miglior risultato ottenuto nell'Eredivisie è il secondo posto della stagione 1994-1995.

Dalla stagione 1962-1963 alla 2022-2023 il club ha ottenuto le seguenti partecipazioni ai campionati nazionali:

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Eredivisie 45 1973-1974 2017-2018 45
Eerste Divisie 9 1962-1963 2022-2023 9
Tweede klasse 8 1963-1964 1970-1971 8

Tornei internazionaliModifica

Il miglior cammino del club nelle competizioni europee è il raggiungimento dei quarti nella Coppa delle Coppe 1988-1989. Ha anche disputato la semifinale della Coppa Intertoto 2005.

Alla stagione 2022-2023 il club ha ottenuto le seguenti partecipazioni ai tornei internazionali:

Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione
Coppa delle Coppe 3 1976-1977 1997-1998
Coppa UEFA/UEFA Europa League 6 1990-1991 2001-2002
Coppa Intertoto 2 2004 2005

OrganicoModifica

Rosa 2022-2023Modifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio