Giovanni I di Kleve

Giovanni I di Kleve
Jan I van Kleef.jpg
Giovanni I, Duca di Kleve
Duca di Kleve e conte di Mark
Stemma
In carica 1448 - 1481
Predecessore Adolfo I
Successore Giovanni II
Nome completo Giovanni di Kleve
Nascita 16 febbraio 1419
Morte 5 settembre 1481
Luogo di sepoltura chiesa di Kleve
Padre Adolfo I
Madre Maria di Borgogna
Consorte Elisabetta di Nevers
Figli Giovanni
Adolfo
Engilberto
Teodorico
Maria e
Filippo
Religione cattolica

Giovanni I, , in tedesco Johann I. (Kleve-Mark) (16 febbraio 14195 settembre 1481), fu il secondo duca di Kleve e conte di Mark, dal 1448 alla sua morte.

OrigineModifica

Secondo il WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, Giovanni era il figlio primogenito del duca di Kleve e conte di Mark Adolfo I e della sua seconda moglie Maria di Borgogna[1], figlia secondogenita del duca di Borgogna, conte di Borgogna (Franca Contea), Artois e Fiandre, Giovanni senza Paura[2] e Margherita di Baviera.

Secondo il WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, Adolfo I di Kleve era il figlio primogenito di Adolfo conte di Kleve (Adolfo I) e futuro conte della contea di Mark (Adolfo III), e della moglie, Margherita di Berg (uxor Margaretha Montana)[3], che secondo il documento n° 684 del Urkundenbuch für die Geschichte des Niederrheins, Volume 3, datato dicembre 1368, era sorella di Guglielmo II, conte di Ravensberg e conte di Berg(Margareta des vurg. greuen Wilhelms suster, ouch greuinne der vurgenanten lande)[4], quindi figlia del conte di Ravensberg e conte di Berg, Gerardo e della moglie, Margherita di Ravensberg[5] che, secondo il documento n° XCIV del Ravensberg Codex era figlia del conte di Ravensberg, Ottone IV e della moglie, Margherita di Berg, erede della contea di Berg[5].

BiografiaModifica

 
Armi di Giovanni I.

Giovanni nacque due anni dopo che suo padre, Adolfo I, nel 1417, era stato riconosciuto duca di Kleve, dal re di Germania, Sigismondo di Lussemburgo (vedi documento n° LXXVII del Codex Diplomaticus del WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE[6]), infatti sempre secondo il WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, Giovanni era nato il 16 febbraio 1419[7], lo stesso anno in cui il nonno, Giovanni di Borgogna detto il senza Paura, veniva ucciso, e, nei suoi titoli gli succedeva il figlio, Filippo il Buono[8].

Giovanni fu inviato dal padre alla corte dello zio materno, il duca Filippo di Borgogna, all'età di nove anni[9], e fu istruito sugli elementi di conoscenza oltre che in latino e francese a Gand fino all'età di diciotto anni ha ricevuto il soprannome di "il bambino di Gand"[10].

In quegli anni, suo zio, il fratello di suo padre, Gerardo reclamava una parte di eredità nella contea di Mark, e, ottenuto il sostegno dell'arcivescovo di Colonia Dietrich II von Moers, al quale promise alcuni territori, Gerardo entrò in guerra contro suo padre, Adolfo I, con alterne fortune; nel 1430 i fratelli fecero pace, e, con l'accordo del 30 agosto 1430, a Gerardo fu concessa la proprietà della contea di Mark per sei anni e, dopo la scadenza del 27 luglio 1437, gli fu concessa a vita, salvo ritorno al duca di Cleve, dopo la sua morte[11]; a Gerardo fu concesso il titolo di conte reggente di Mark.

Nel 1438, scortò la sorella, Agnese, in Navarra per le nozze con Carlo di Viana, erede del regno di Navarra[10].

Suo padre, Adolfo I, morì il 23 settembre 1448, cinque giorni dopo aver appreso la notizia di un attacco perpetrato da Giovanni contro l'arcivescovo di Colonia Dietrich II von Moers, per il possesso del castello di Kaiserswerth, che aveva portato alla guerra di Soest (1443-1449)[11]; Adolfo I fu sepolto nel monastero certosino da lui fondato sull'isola vicino a Wesel[11].

Nei suoi titoli gli succedette Giovanni[7], come Giovanni I.

Ducato di Kleve-Mark

Adolfo I
Figli
Adolfo II
Giovanni I
Figli
Giovanni II
Modifica

Giovanni, il 7 settembre 1449, ricevette l'investitura per il ducato di Kleve e la Contea di Mark, dal re di Germania, Federico III d'Asburgo[10].

Nel 1450, Giovanni iniziò un pellegrinaggio in Terra Santa attraverso i Paesi Bassi borgognoni, Champagne, Borgogna e Venezia, da cui egli dopo diverse visite a Roma e soggiorni di diverse settimane a Napoli, via mare giunse in Palestina, e, poi, per la Quaresima 1451 tornò nel suo ducato, passando per Cipro, Rodi e Candia[12].

Giovanni poi sostenne una seconda guerra Soest (1462-63) in cui col sostegno dalla città di Colonia si impossessò di Soest e Xanten, sottraendole alla Curie di Colonia[10].

Giovanni poi fu coinvolto nel guerra di Gheldria: Filippo il Buono, con l'appoggio delle città di Gheldria e di Adolfo, figlio del duca, Arnoldo, nel 1465, aveva rovesciato, imprigionato e sostituito, nel ducato di Gheldria, Arnoldo con Adolfo, come ci viene riportato dal Clivia, Julia, Montia, Marchia, Ravensburgia, antiquae[13]; dopo la morte di Filippo il Buono, nel 1467, il suo successore Carlo il Temerario[14], dopo il fallimento dei negoziati, nel 1471, imprigionò Adolfo, e Arnoldo, nuovamente riconosciuto duca di Gheldria[15], cedette a Carlo il Temerario il ducato di Gheldria in cambio di 300.000 fiorini renani; Arnoldo morì, nel 1473[15] e Carlo il Temerario, nuovo duca, prese possesso del ducato di Gheldria.

Con la guerra di Geldria Giovanni era riuscito espandere il suo territorio[10].

Giovanni, prima con lo zio, Filippo il Buono, e poi col cugino, Carlo il Temerario, era molto legato alla casa di Borgogna, e, dopo la morte di quest'ultimo, a Dornick nel 1477, alla di lui figlia, Maria, partecipando alla guerra (1478– 80) che l'arciduca Massimiliano I d'Asburgo, marito di Maria, conduceva contro Caterina la sorella del duca Adolfo di Gheldria, caduto anche lui nel 1477. La conquista del ducato di Gheldria da parte degli alleati, portarono ulteriori vantaggi a Giovanni[10].

Giovanni morì nel 1481; secondo il WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, il 5 settembre e fu tumulato nella chiesa di Kleve, dove venne raggiunto due anni dopo dalla moglie, Elisabetta di Nevers[16]. A Giovanni succedette il figlio primogenito, anche lui di nome Giovanni[17].

Matrimonio e discendenzaModifica

Secondo il WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, Giovanni il 27 marzo 1455, Giovanni aveva sposato Elisabetta di Nevers figlia di Giovanni II, conte di Nevers e di Jacqueline, figlia unica ed erede di Raoul d'Ailly e di Giacomina figlia di Vidami d'Amiens[18]; secondo altri il matrimonio fu celebrato 22 aprile di quello stesso anno[19][20]; il contratto di matrimonio era stato redatto a Bruges, il 25 marzo di quello stesso anno, come ci viene confermato dal Inventaire des titres de Nevers[21].

Giovanni da Elisabetta ebbe sei figli[19][20][22]:

OnorificenzeModifica

  Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro

NoteModifica

  1. ^ (LA) WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, pagg. 288 e 289
  2. ^ (LA) WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, pag. 288
  3. ^ (LA) WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, pag. 282
  4. ^ (NL) Urkundenbuch für die Geschichte des Niederrheins, Volume 3, doc. 684, pagg. 583 - 586
  5. ^ a b (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy : GRAFEN von HENGEBACH, GRAFEN von JÜLICH (HENGEBACH/HEIMBACH)- GERHARD VI von Jülich
  6. ^ (LA) WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, doc. LXXVII del Codex Diplomaticus, pagg. 80 e 81
  7. ^ a b (LA) WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, pag. 289
  8. ^ (LA) WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, pag. 289, nota 1
  9. ^ (LA) WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, pag. 298
  10. ^ a b c d e f (DE) Johann I. (Herzog von Kleve), da Allgemeine Deutsche Biographie
  11. ^ a b c (DE) Adolf I. (Graf von der Mark), da Allgemeine Deutsche Biographie
  12. ^ (LA) WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, pagg. 302 e 303
  13. ^ (LA) Clivia, Julia, Montia, Marchia, Ravensburgia, antiquae, Annalium pars prima, pagg. 275 e 278
  14. ^ (LA) Clivia, Julia, Montia, Marchia, Ravensburgia, antiquae, Annalium pars prima, pag. 279
  15. ^ a b (LA) Clivia, Julia, Montia, Marchia, Ravensburgia, antiquae, Annalium pars prima, pag. 281
  16. ^ (LA) WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, pag. 315
  17. ^ a b (LA) WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, pag. 318
  18. ^ (LA) WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, pag. 304
  19. ^ a b (EN) #ES Cleves 5- Johann I Herzog von Kleve
  20. ^ a b (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy : GRAFEN von KLEVE, DUKES of KLEVE (GRAFEN von der MARK)- JOHANN von Kleve
  21. ^ (LA) Inventaire des titres de Nevers, colonna 4
  22. ^ a b c d e f g (LA) WERNHERI TESCHENMACHERI AB ELVERFELDT ANNALES CLIVIAE, JULIAE, pag. 305

BibliografiaModifica

Fonti primarieModifica

Letteratura storiograficaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN289230387 · ISNI (EN0000 0001 1565 3635 · GND (DE132254948 · CERL cnp00862309 · WorldCat Identities (ENviaf-289230387