Apri il menu principale

Lois & Clark - Le nuove avventure di Superman

serie televisiva statunitense
(Reindirizzamento da Gretchen Kelly)
Lois & Clark - Le nuove avventure di Superman
Titolo originaleLois & Clark: The New Adventures of Superman
PaeseStati Uniti d'America
Anno1993-1997
Formatoserie TV
Genereazione, commedia, supereroi
Stagioni4
Episodi88
Durata45 min
Lingua originaleinglese
Rapporto1.33:1
Crediti
IdeatoreDeborah Joy Levine
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
FotografiaKenneth D. Zunder
MusicheJay Gruska e William Kidd
ScenografiaJim Pohl
CostumiDarryl Levine
Prima visione
Prima TV originale
Dal12 settembre 1993
Al14 giugno 1997
Rete televisivaABC
Prima TV in italiano
Dal1994
Al1998
Rete televisivaItalia 7 (st.1)
Rai 3 (st.2 e succ.)

Lois & Clark - Le nuove avventure di Superman (Lois & Clark: The New Adventures of Superman), conosciuta anche come Lois & Clark, è una serie televisiva statunitense prodotta tra il 1993 e il 1997, trasmessa in Italia da Italia 7, Rai 3, LA7, Italia 1 e Disney Channel.

StoriaModifica

Gli sceneggiatori si sono basati sul personaggio di Superman riformato secondo le idee di John Byrne, dalle quali emerge un personaggio più umano dal punto di vista non soltanto dei superpoteri ma anche emotivo.

In questa versione l'identità segreta è il supereroe, mentre la vera identità è Clark Kent. Come suggerisce il titolo, l'attenzione è maggiormente incentrata sulla relazione tra Lois Lane e Clark, piuttosto che sulle imprese eroiche del personaggio creato da Jerry Siegel e Joe Shuster. Lo stesso Clark spiega bene il concetto alla base di questa serie rivolgendosi a Lois (nell'episodio della seconda stagione Un salto nel passato) con queste parole: «Superman è quello che posso fare. Clark è quello che sono.».

CastModifica

PersonaggiModifica

  • Clark Kent/Superman: Dean Cain
  • Lois Lane
  • Perry White
  • Jimmy Olsen
  • Lex Luthor
  • Lex Luthor Junior nasce a Hong Kong, figlio unico di Lex Luthor e della moglie, mai chiamata per nome, che muore di parto. Fin dalla nascita la parte sinistra del suo volto è visibilmente deforme appena al di sopra dell'occhio, e crescendo rimane fisicamente sottile, gracile e debole, cosa che lo rende indesiderabile agli occhi del padre, che lo manda a vivere in una villa in Australia, dove si perdono le sue tracce. Negli anni il giovane Lex Junior cresce senza mai vedere il sole, del tutto isolato e lontano da ogni tipo di affetto, maturando con il tempo un carattere schivo, ma insieme riflessivo, tenace e ambizioso. La sola compagnia che gli è concessa è quella delle tate e della servitù, che faticano a guardarlo anche nell'occhio buono. Convinto di essere destinato a un'ingiusta emarginazione, matura un profondo odio per il mondo e riceve un'educazione accurata improntata sugli studi classici, comprendente peraltro discipline scientifiche e aziendali, che consegue con i migliori voti. Diviene un grande cultore e amante della letteratura e della musica classica, con una certa predilezione per Shakespeare, Turgenev, Puccini e Pavarotti, e si diletta in raffinate arti di giardinaggio, soprattutto legate alla cura di fiori e bonsai. Deciso a seguire le orme del padre Lex, che nella città di Metropolis ha fondato un impero imprenditoriale milionario con la LexCorp, Lex Junior conosce Leslie Luckabee, un giovane aitante e di bell'aspetto che lavora in un caffè svolgendo umili mansioni, come la pulizia dei tavoli, sperando di farsi strada nella vita come attore. I due diventano presto amici, al punto che Lex gli chiede di agire per lui, aiutandolo a costruire un suo gruppo imprenditoriale aggirando l'ostacolo della sua deformità. Alla morte di Lex senior, la potente LexCorp si disgrega nel nulla, frammentandosi in numerose società autonome e indipendenti, e il giovane figlio decide di andare a Metropolis insieme a Leslie, dove intende ricostruire l'impero del padre. Leslie prosegue recitando la parte del dirigente d'azienda, mentre Lex si cala sotto le mentite spoglie di Mr. Smith, il suo maggiordomo, guidandolo nell'acquisto di varie società investendone poi gli utili nell'acquisizione di altre aziende, soprattutto il Daily Planet. Lex attua con grande attenzione i piani, facendo di Leslie un uomo rispettato e amato da tutti. Ma dentro le mura del Planet, Clark Kent e Lois Lane, diventano sospettosi al punto da investigare sul conto di Luckabee, scoprendo che la sua vita è nota solo a partire dagli ultimi cinque anni, prima dei quali non sono reperibili nemmeno gli indizi più insignificanti. Altro fatto di cui vengono a capo è che sta per completare la ricostruzione della LexCorp. Lex Junior, che di fatto vuole spacciare Leslie per lui, inizia ora a manovrarne la popolarità servendosi di Vixen, un androide femmina molto realistica che ha fatto costruire in un laboratorio segreto da un eccellente ricercatore, e che assume il ruolo di un vigilante molto violento al punto da suscitare le paure di Superman, con cui giunge a numerosi scontri senza però avere la meglio su di lei. Leslie decide di esporsi a Vixen, aiutando di fatto l'Uomo d'Acciaio che riesce a distruggerla scoprendo la sua natura di intelligenza artificiale. Ora Leslie è considerato da tutti un eroe che ha aiutato Superman, ma si avvicina a Lois e tenta di sedurla, suscitandone l'indignazione e il disagio. Frattanto, il mostruoso Lex, nascosto nel tunnel abbandonato della metropolitana in cui è morto suo padre, ne rinviene una registrazione acustica piuttosto malconcia, ma che riesce a ricostruire: da essa apprende il grande segreto di Superman. Il giovane dunque concepisce l'ardito piano di piegare il kryptoniano ai suoi voleri, e di far sposare Lois Lane e Leslie, che ora cerca di provocare una frattura tra i coniugi Kent. Lois, durante un'intervista, espone a Luckabee i propri dubbi sulla sua identità, e il giovane le rivela di essere Lex Luthor Junior. Subito dopo, durante una conferenza stampa proclama pubblicamente di essere il figlio di Luthor: l'inganno è totale, Metropolis confida nella sua onestà e nelle sue doti di imprenditore. Ma tra Leslie e Lex Junior iniziano i dissidi nel momento in cui il primo desidera avere Lois Lane tutta per sé, mentre l'altro gli ricorda che il loro matrimonio sarà solo una montatura: Lois è destinata a lui. Lex, comunicando con la giornalista tramite un dispositivo mentale con cui può vedere e sentire tutto ciò che lei percepisce, e perfino torturarla, la spinge a lasciare Clark, e a correre da Leslie, che anziché recitare le sue battute tenta di sedurre di nuovo la donna. Lex recupera il controllo della situazione, prende Lois in ostaggio e spara a Luckabee un colpo di pistola, ma senza riuscire a ucciderlo. Quando Superman, sulle tracce della moglie, giunge nel tunnel di Lex e tenta di portarla via, il mostro minaccia di fare esplodere una bomba, ma Leslie riemerge dalle acque e aiuta Superman a tenere occupato Lex, permettendogli di fatto di fuggire con Lois. Lex e Luckabee muoiono insieme nello scoppio del tunnel.
  • Gretchen Kelly è una giovane, bella e intelligente dottoressa altamente qualificata in medicina, biologia, e terapia. Da qualche anno è il medico personale del ricco e potente Lex Luthor di Metropolis, di cui è peraltro innamorata follemente. Quando Lex muore gettandosi dal suo grattacielo per evitare l'arresto da parte della polizia, venuta a conoscenza delle sue colpe segrete, Gretchen si traveste da infermiera di ambulanza e ne sottrae il corpo, introducendolo in una bara di ghiaccio dove un giorno riesce a resuscitarlo dalla morte, anche se nel giro di poche ore perde i capelli, divenendo completamente calvo. Quando Lex ritorna a minacciare Lois Lane che stava per sposare il giorno della sua morte, Superman interviene e lo manda in prigione, e Gretchen viene arrestata insieme a lui.
  • Leslie Luckabee è un giovane australiano, aitante e di bell'aspetto, che lavora in un caffè svolgendo umili mansioni, come la pulizia dei tavoli, sperando di farsi strada nella vita come attore. Un giorno le sue speranze vengono inaspettatamente esaudite tramite l'incontro con Lex Luthor Junior, il figlio segreto del celebre miliardario Lex Luthor di Metropolis, che gli propone di spacciarsi per lui aiutandolo a edificare un impero imprenditoriale analogamente al genitore. Lex Junior è infatti nato con il volto deforme, e non ama mostrarsi in pubblico in virtù di un profondo disagio. Leslie rappresenta quindi il suo ideale di «presentabilità». Nei successivi cinque anni, sotto la costante e attenta guida dell'insolito amico, Leslie si pone in evidenza come imprenditore capace e di successo, nonché come uomo carismatico e affascinante. Frattanto, negli Stati Uniti, si scopre che Lex Luthor è colpevole di molti crimini, e pur di non farsi prendere vivo si getta dalla sua torre. La LexCorp, il suo milionario impero aziendale, si dissolve rapidamente e Lex Junior decide di andare a Metropolis per ricostruirlo e prenderne il controllo. Leslie si mostra per la prima volta nella nuova città appena dopo aver acquistato il Daily Planet e alcune delle vecchie aziende un tempo parte della LexCorp, mentre Lex Junior assume l'identità del signor Smith, il suo maggiordomo, servendosi dei propri spostamenti per controllare l'operato della propria controparte. Mentre tutti a Metropolis lodano Leslie su tutti i fronti, Clark Kent e Lois Lane, i migliori giornalisti del Daily Planet, iniziano a sospettare di lui, e per primi intravedono un certo legame che lo accomuna a Lex Luthor. Durante le indagini, Lois giunge alla conclusione che sia il figlio di Luthor, ma lui la convince a tacere la notizia, in quanto vorrebbe annunciarla pubblicamente di persona. Durante una conferenza stampa che ha luogo poco dopo, si presenta in effetti come Lex Luthor Junior, e annuncia di voler dare nuova linfa all'immagine dei Luthor adoperandosi per il bene di Metropolis, mettendo a disposizione della comunità l'operato della rinascente LexCorp. Ora la sua popolarità è alle stelle, tutta la città lo ama e si fida di lui, tuttavia entra improvvisamente in contrasto con il vero Lex Junior, che vorrebbe farlo sposare con Lois: Leslie infatti nutre dei veri sentimenti per lei. Utilizzando un dispositivo speciale, Lex Junior riesce a controllare da vicino Lois, comunicando con la sua mente e torturandola con dolori atroci ogni volta che rifiuta di obbedire a un ordine. Dopo averla costretta a scappare di casa facendo credere a Clark di volere il divorzio, le ordina di raggiungere Leslie in un raffinato locale, dove cenano da soli, ma ad un certo punto della serata lui tenta un rapporto più personale, indipendentemente dal copione scritto da Lex Junior, che appena lo incontra lo punisce sparandogli alle spalle. Ad un tratto però interviene Superman, ma Lex Junior afferma che se gli porterà via Lois si servirà di una potente bomba per far esplodere un intero quartiere. Leslie però coglie di sorpresa il vecchio complice, e sebbene ferito consente a Superman di scappare con Lois, facendo esplodere la bomba, la cui furia lo uccide insieme a Lex Junior.
  • Jackson Xavier Luthor: nasce a Metropolis, figlio illegittimo del ricco e potente uomo d' affari Lex Luthor. A causa del suo aspetto gracile e malfermo, fin dai primi anni dell'infanzia risulta regolarmente la vittima ideale dei compagni di scuola e dei coetanei di strada più estroversi e fisicamente molto più forti di lui. Tutto ciò lo porta a sviluppare inevitabilmente un carattere schivo, diffidente e piuttosto introverso, ma a dispetto dell'inferiorità fisica matura un'intelligenza molto al di sopra della norma, fino al giorno in cui scopre di avere un'avida e tenace passione per i computer, l'ingegneria informatica e i primi fondamenti di realtà virtuale. Circa trentenne riesce a sviluppare un computer senziente con cui comunica vocalmente e per mezzo del quale giunge a gestire un sistema informatico avveniristico e la prima forma sofisticata di realtà virtuale, realizzazione che di fatto gli garantisce un enorme interesse da parte dei media, soprattutto dei giornalisti del Daily Planet Lois Lane e Clark Kent, che riesce ad attirare e a intrattenere con l'inganno nel suo mondo fittizio. Poiché i due non sono consapevoli di esservi rimasti intrappolati, intavolano inevitabilmente alcune discussioni molto personali per mezzo delle quali Xavier scopre che intendono sposarsi e, soprattutto, che il timido e cordiale Kent in realtà è Superman. Tuttavia l'inganno, per quanto magistrale, è destinato a infrangersi nel momento in cui il kryptoniano scopre di essere senza superpoteri, e a questo punto Xavier dimostra tutta la sua frustrazione e il desiderio di onnipotenza affrontandolo ripetutamente con le sembianze di Kombat, un vigoroso lottatore dall'imponenza monolitica, plasmato sulla base di ciò che ha sempre desiderato essere. Lois e Superman riescono a evadere dalla realtà virtuale grazie all' aiuto del loro giovane collega Jimmy Olsen, altro piccolo grande genio dei computer, e a richiedere l'intervento della polizia. Tuttavia, prima che questa arrivi, i tre finiscono inavvertitamente con il separare il corpo fisico dalla mente di Xavier rimuovendo il visore che lo collegava alla realtà virtuale, causando la perenne prigionia della sua coscienza nella rete informatica.

TramaModifica

Il timido e cordiale Clark Kent giunge a Metropolis da Smallville e trova lavoro come cronista al Daily Planet, il grande quotidiano cittadino diretto da Perry White, dove lavorano la famosa giornalista Lois Lane e l'entusiasta fotografo Jimmy Olsen. Poco tempo dopo, Superman fa le sue prime apparizioni in azione, suscitando però lo sdegno di Lex Luthor, il ricchissimo industriale a capo della LexCorp che tenta di disfarsi di lui temendo che costituisca una minaccia per lui e la sua corsa al potere.

Nel corso delle quattro stagioni, Clark Kent/Superman dovrà lottare incessantemente per mantenere al sicuro la sua duplice identità e salvare le persone che ama dalle continue e possenti minacce provenienti dalle situazioni e dalle persone più diverse tra loro.

Le tematiche delle storie sono molto vaste: ci sono l'amore, i rapporti personali tra Lois e Clark e tra loro e il veterano Perry White. Inoltre, la profonda benevolenza di Superman non deriva dalle sue origini kryptoniane, ma dalla sua infanzia felice trascorsa a Smallville presso i genitori adottivi, Jonathan e Martha Kent.

Le trame principali che si sviluppano e spesso intrecciano nel corso delle varie stagioni sono diverse: Lois per poco rischierà di sposare il malvagio capitalista Lex Luthor, in seguito s'innamorerà di Clark, scoprendo che è Superman; Lois e Clark saranno costretti a viaggiare nel tempo dal malvagio supercriminale Tempus, una fazione di kryptoniani superstiti giungono sulla Terra a minacciare l'intera umanità. Solo alla fine Lois e Clark riusciranno a sposarsi.

EpisodiModifica

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 22 1993-1994 1995
Seconda stagione 22 1994-1995 1996
Terza stagione 22 1995-1996 1997
Quarta stagione 22 1996-1997 1998

Edizione italianaModifica

La prima stagione di Lois & Clark (trasmessa in prima visione da Italia 7 a partire dal 7 ottobre 1994) poi replicata da Rai 3, LA7 e infine nel 2006 anche da Italia 1) ha avuto un doppiaggio diverso rispetto alle successive tre (trasmesse in prima visione da Rai 3 e Disney Channel). In alcuni episodi della prima stagione è stato Andrea Ward a doppiare Clark/Superman. L'episodio pilota ha un doppiaggio diverso dai restanti episodi della prima stagione.

CuriositàModifica

  • Il campo in cui atterra la navicella con il neonato Clark nell'episodio Un salto nel passato è di proprietà degli Shuster, evidente omaggio a Joe Shuster.
  • In alcuni episodi della stagione 2 compare l'attore Robert Culp; negli anni 80, Culp fu nel cast fisso di Ralph Supermaxieroe, una serie TV incentrata su un professore che riceve una tuta dai poteri sovrumani ma perde il manuale delle istruzioni, finendo per avere non pochi problemi nell'uso, in genere con conseguenze molto comiche.
  • Nell'episodio 3x14, Universi paralleli, compare nel ruolo di Lana Lang l'attrice Emily Procter (futura scienziata forense in CSI: Miami)
  • L'episodio 4x13, Una falsa verità, si intitola in originale Sex, Lies and Videotape (Sesso, bugie e videotape) come l'omonimo film di Steven Soderbergh
  • L'episodio 4x20, Un corpo in prestito, si intitola in originale I've Got You Under My Skin come la canzone di Frank Sinatra

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics