Apri il menu principale

Ignazio Marcoccio

dirigente sportivo e politico italiano
Ignazio Marcoccio
Ignazio Marcoccio.jpg

Sindaco di Catania
Durata mandato 21 gennaio 1972 –
3 agosto 1975
Predecessore Salvatore Micale
Successore Domenico Magrì

Dati generali
Partito politico Democrazia Cristiana

Ignazio Marcoccio (Catania, 7 novembre 1913Catania, 28 gennaio 2012) è stato un dirigente sportivo e politico italiano.

È stato presidente onorario del Catania e vicepresidente del Teatro Stabile. In passato è stato calciatore, sindaco di Catania negli anni settanta e storico commissario straordinario del Calcio Catania.

BiografiaModifica

Come calciatore ha avuto poca fortuna. Ha giocato nell'Associazione Calcio Fascista Catania II e non è mai arrivato in prima squadra, al contrario del fratello Umberto che ha disputato alcuni campionati di Serie C. Dopo la Seconda guerra mondiale si trasferisce a Roma per lavorare con il CONI.

Il 16 marzo 1959 viene nominato commissario straordinario del Catania Calcio dal presidente della Lega Nazionale Professionisti, Pasquale. La società rossazzurra è sull'orlo del fallimento dopo la fuga del presidente Arturo Michisanti. Grazie ai suoi appoggi, Marcoccio riesce a salvare la squadra. Il sindaco Luigi La Ferlita gli concede anche un mutuo di 120 milioni di lire.

Con Michele Giuffrida e Silvestro Stazzone può così cominciare a ricostruire la squadra. Confermato Carmelo Di Bella come allenatore, il Catania è subito promosso in A e gioca sei stagioni consecutive nella massima serie, record per la squadra etnea, superato solo negli anni 2000. Tra i giocatori acquistati dal Grande Catania si ricordano Amilcare Ferretti, Giuseppe Vavassori, Salvador Calvanese, Giancarlo Danova, Carlo Facchin, Bruno Petroni, Cinesinho e Horst Szymaniak. Lascia solo il 25 ottobre 1969, quando la squadra fu rilevata da Angelo Massimino: non riesce ad accettare che la squadra sia diventata una Società per Azioni.

 
Passaggio di consegne al Comune di Catania tra Salvatore Micale e Ignazio Marcoccio.

Rimasto come presidente onorario, si stacca completamente dopo la promozione in Serie A. Marcoccio è stato anche, con poca fortuna, sindaco di Catania negli anni settanta (dal 21 gennaio 1972 al 3 agosto 1975). Nel 1992 ha vinto la targa speciale USSI.

Nel 2004 Antonino Pulvirenti lo ha nominato ancora una volta presidente onorario. Il Catania nel 2005-06 ha conquistato la promozione in Serie A: per Marcoccio si tratta della terza da dirigente rossazzurro, un record per la squadra.

È stato consigliere del Teatro Stabile di Catania. È stato insignito del titolo di commendatore nel 2007.

BibliografiaModifica

  • Luigi Prestinenza; Carmelo Gennaro. Dal fondo un traversone. Acireale-Roma, Bonanno, 2003.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Teatro Stabile, su teatrostabilecatania.it (archiviato dall'url originale il 31 agosto 2006).
  • Targa Speciale USSI, su ussisicilia.it. URL consultato il 7 settembre 2006 (archiviato dall'url originale il 9 maggio 2009).
  • Calcio Catania, su calciocatania.it.