Jeffrey Clive
UniversoUniverso Marvel
AutoreAndrew Schneider
1ª app. inL'Altro (prima parte)
Ultima app. inL'Altro (prima parte)
Interpretato daNon appare fisicamente nella serie televisiva, ma si parla spesso di lui e del suo lavoro
SpecieUmano
SessoMaschio
ProfessioneMedico, fisico e scienziato

Il dottor Jeffrey Clive è un personaggio di finzione della serie televisiva L'incredibile Hulk.

DescrizioneModifica

Jeffrey Clive vive a Vissaria, una tranquilla cittadina di provincia. È un pragmatico ed eclettico scienziato, grande conoscitore delle scienze mediche e anatomiche, ma a causa del suo carattere schivo, delle pochissime amicizie e del segreto che mantiene sulle proprie ricerche viene considerato un tipo bizzarro e persino un po' matto. La sola con cui ha un rapporto di amicizia è la giovane Elizabeth Collins, che diverrà la sua fidanzata.

Partendo dalle ricerche del dottor Ronald Pratt, le stesse a cui si in seguito si ispirerà anche il dottor David Banner, si avvicina enormemente agli studi circa la forza sovrumana tipica di ciascun essere umano, anche se utilizzata solo in circostanze estreme, ipotizzando seriamente la possibilità di comprenderla e imbrigliarla per poter curare la specie umana e sviluppare le capacità lavorative. Per poter compiere adeguatamente i suoi esperimenti si chiude in casa e progetta un'attrezzatura del tutto inedita per i suoi tempi, basata sull'accumulo dei raggi solari, giungendo presto a intravedere nei raggi gamma la chiave con cui dare una svolta ai suoi ambiziosi traguardi.

All'inizio degli anni '50, quando ormai è certo circa l'attendibilità delle sue ricerche, avvicina Dell Frye, un giardiniere di mezza età che soffre di una salute molto precaria e ormai destinato a morire entro breve tempo, e lo convince di avere tra le mani la possibilità di salvargli la vita tramite un trattamento del tutto nuovo. Frye accetta, e viene esposto alle radiazioni accumulate da Clive. Come previsto dalle ricerche, guarisce quasi all'istante dalle sue molteplici malattie, dopo qualche tempo scopre di essere soggetto a una strana quanto spaventosa metamorfosi. Ogni volta che si arrabbia, infatti, si trasforma in un mostruoso e gigantesco essere con la pelle verde, incredibilmente forte e privo di intelligenza. Questa creatura, il primo Hulk, semina il terrore per Vissaria arrivando presto anche a uccidere un contadino, Frank Towsend. Curiosamente, nessuno sospetta che si tratti di Frye.

Clive comprende al volo il pericolo della situazione, e l'intera popolazione di Vissaria, ben sapendo che vi è in qualche modo coinvolto, insiste perché trovi un rimedio all'istante. Colto dal panico, lo scienziato sintetizza un antidoto capace di interrompere le trasformazioni di Frye dopo quarantotto ore dall'assunzione, riportando il giardiniere di fatto a normali condizioni. L'esperimento ha il suo effetto, e il malfermo paziente torna ad essere un normalissimo essere umano.

Pochi giorni dopo la scomparsa del mostro, Clive muore lasciando in eredità la villa e il suo patrimonio alla fidanzata Elizabeth Collins, a cui ha soltanto in parte svelato la verità. Ma lei non ha il coraggio di vivere a Clive House, tanto che a occuparsene è lo stesso Dell, che aspetta con ansia qualcuno che lo aiuti a ripetere su di lui l'esperimento di Clive. Molti anni dopo la morte di Clive, David, vittima dell'analogo problema del giardiniere, raggiunge Vissaria, i cui abitanti ricordano ancora con terrore il mostro verde. Lo scienziato intende scoprire tutti i particolari delle vicende di Clive e la misteriosa creatura con l'intento di trovare e usare per sé la cura sintetizzata.

Con l'aiuto della Collins, David si reca a Clive House, dove legge i dettagliatissimi appunti del defunto scienziato intravedendo la reale possibilità di guarire. Tuttavia Frye sfrutta David con un pronto inganno, e ottiene il risveglio del suo Hulk dopo un decennale letargo, richiamando pertanto l'attenzione del reporter Jack McGee, nemico e inseguitore di vecchia data di David. Volendo correggere i propri errori, David sintetizza due dosi per la cura, ma queste vengono distrutte dall'altro mostro prima di essere utilizzate. I due Hulk si affrontano, ma l'alter ego del folle Frye viene ucciso dai colpi di pistola dello sceriffo di Vissaria, davanti agli occhi di McGee.

Questa volta i documenti e le attrezzature di Clive relativi alla creazione di Hulk vengono distrutti per sempre nella devastazione del laboratorio di Clive House durante il titnaico scontro tra i due mostri verdi.

L'ispirazione dal dottor FrankensteinModifica

Gli autori dell'episodio si ispirarono alla figura del solitario e bizzarro dottor Victor Frankenstein, le cui ricerche approdarono a risultati catasfrofici. Anche il nome del personaggio è da attribuirsi alla filmografia ispirata al romanzo della Shelley: "Clive" è infatti il cognome di Colin Clive, l'attore che impersonò il protagonista nel film Frankenstein, anno 1931, con Boris Karloff. Esattamente come per lo scienziato pazzo del romanzo dell'horror per eccellenza, il nome della sua promessa sposa è Elizabeth.