Maria Anna Carolina di Sassonia

Maria Anna Carolina di Sassonia
Gaspero Martellini - Marianna Carolina di Sassonia - 1821.jpg
Maria Anna Carolina in un ritratto di Gaspero Martellini, 1821.
Granduchessa di Toscana
In carica 18 giugno 1824 - 24 marzo 1832
Predecessore Maria Ferdinanda di Sassonia
Successore Maria Antonietta delle Due Sicilie
Nome completo Maria Anna Carolina Giuseppa Vincenza Saveria Nepomucena Francesca Paola Franziska Chantal Johanna Antonia Amalia Elisabetta Cunegonda Gertrude Leopoldina von Wettin
Trattamento Sua altezza reale
Altri titoli Principessa reale di Sassonia
Nascita Palazzo imperiale di Dresda, Dresda, 15 novembre 1799
Morte Pisa, 24 marzo 1832 (33 anni)
Luogo di sepoltura Basilica di San Lorenzo, Firenze
Casa reale Wettin
(per nascita)
Asburgo-Lorena
(per matrimonio)
Padre Massimiliano di Sassonia
Madre Maria Carolina di Borbone-Parma
Consorte Leopoldo II di Toscana
Figli Maria Carolina Augusta
Maria Augusta Ferdinanda
Maria Massimiliana
Maria Giuseppa Amalia
Religione cattolicesimo

Maria Anna Carolina di Sassonia (Dresda, 15 novembre 1799Pisa, 24 marzo 1832) fu principessa di Sassonia per nascita e granduchessa di Toscana per matrimonio, fu la prima moglie di Leopoldo II di Toscana.

BiografiaModifica

Primi anni e matrimonioModifica

 
Il marito Leopoldo II di Toscana.

Maria Anna Carolina di Sassonia era la quinta figlia del principe Massimiliano di Sassonia, figlio dell'elettore Federico Cristiano di Sassonia e della principessa Maria Antonia di Baviera, e di Carolina di Borbone-Parma, figlia del duca Ferdinando I di Parma e dell'arciduchessa Maria Amalia d'Asburgo-Lorena. Dunque, per parte paterna, la principessa Maria Anna Carolina era pronipote del re Augusto III di Polonia e di Maria Giuseppa d'Austria, mentre per parte materna, era pronipote dell'imperatore Francesco I di Lorena e di Maria Teresa d'Austria.

Il 16 novembre 1817, all'età di diciotto anni, sposò a Firenze, nella chiesa della Santissima Annunziata, il diciottenne Gran principe di Toscana Leopoldo, figlio del granduca Ferdinando III di Toscana e di Luisa Maria Amalia di Borbone-Napoli. I due sposi erano cugini di secondo grado in quanto l'imperatore Leopoldo II, nonno di Lepoldo, e Maria Amalia d'Asburgo-Lorena, nonna di Maria Anna Carolina, erano entrambi figli dell'imperatore Francesco I e di Maria Teresa d'Austria. Il granduca Ferdinando III, rimasto vedovo nel 1802, decise di risposarsi all'età di cinquantadue anni e prese in moglie Maria Ferdinanda di Sassonia, sorella maggiore di sua nuora.

Granduchessa di ToscanaModifica

Nel 1824, alla morte di Ferdinando III, il Gran principe salì al trono con il nome di Leopoldo II. Il granduca e la granduchessa, affettuosamente soprannominata Nanny, si volevano molto bene e già da due anni erano stati allietati dalla nascita di una figlia, Carolina Augusta. Nei successivi quattro anni nacquero altre tre bambine: Augusta Ferdinanda, futura duchessa di Baviera e madre del re Ludovico III di Baviera, Maria Massimiliana e Giuseppa Amalia.

Benché fosse amata dal marito e dal suo popolo, la granduchessa Maria Anna Carolina sentiva su di sé il peso di non riuscire a dare un erede maschio alla Toscana. La depressione, unita alla sua cagionevole salute, fecero sì che si ammalasse più facilmente di tubercolosi. I medici consigliarono che la granduchessa lasciasse Firenze e si trasferisse a Pisa, città dal clima più mite e salubre. Nell'inverno del 1832 tutta la corte si trasferì a Pisa, ma la granduchessa non diede segni di miglioramento.

Nel mese di marzo le sue condizioni peggiorarono sensibilmente e divenne evidente che di lì a poco sarebbe morta. Da donna estremamente pia, Maria Anna Carolina aspettava la morte serenamente, anche se rimpiangeva di abbandonare lo sposo e le figlie ancora bambine. Negli ultimi giorni della sua vita volle accanto a sé il suo confessore, Angiolo Maria Gilardoni, vescovo di Livorno. La sera del 23 marzo i medici di corte annunciarono che non c'era più nulla da fare e il giorno successivo morì in quiete.

Il granduca Leopoldo II, molto addolorato per la morte della moglie, fece imbalsamare il corpo e il 28 marzo lo fece trasportare a Firenze, dove la granduchessa fu inumata nella Basilica di San Lorenzo. La sua tomba, uno splendido sarcofago in porfido rosso sormontato da una corona, è uno degli ultimi capolavori dell'Opificio delle pietre dure.

A causa della mancanza di eredi maschi, Leopoldo II dovette necessariamente risposarsi e scelse la moglie in base al rango e alla bellezza: la scelta ricadde sulla principessa delle Due Sicilie, Maria Antonietta, figlia di Francesco I delle Due Sicilie e di Maria Isabella di Borbone-Spagna. La nuova granduchessa, di soli diciotto anni, era anch'ella cugina di Maria Anna Carolina di Sassonia, in quanto sua nonna, Maria Carolina d'Asburgo-Lorena, era sorella della medesima Maria Amalia, nonna della defunta granduchessa. Maria Antonietta e Leopoldo ebbero cinque figlie femmine e cinque figli maschi, tra i quali Ferdinando IV di Toscana, l'erede al trono.

DiscendenzaModifica

Maria Anna Carolina e Leopoldo ebbero quattro figlie:

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Augusto III di Polonia Augusto il Forte  
 
Cristiana Eberardina di Brandeburgo-Bayreuth  
Federico Cristiano, Elettore di Sassonia  
Arciduchessa Maria Giuseppa d'Austria Giuseppe I, Sacro Romano Imperatore  
 
Guglielmina Amalia di Brunswick-Lüneburg  
Massimiliano, Principe Ereditario di Sassonia  
Carlo VII, Sacro Romano Imperatore Massimiliano II Emanuele, Elettore di Baviera  
 
Teresa Cunegonda Sobieska di Polonia  
Duchessa Maria Antonia di Baviera  
Arciduchessa Maria Amalia d'Austria Giuseppe I, Sacro Romano Imperatore  
 
Guglielmina Amalia di Brunswick-Lüneburg  
Maria Anna Carolina di Sassonia  
Filippo I, Duca di Parma Filippo V di Spagna  
 
Elisabetta Farnese  
Ferdinando I, Duca di Parma  
Luisa Elisabetta di Francia Luigi XV di Francia  
 
Maria Leszczyńska  
Principessa Carolina di Parma  
Francesco I, Sacro Romano Imperatore Leopoldo, Duca di Lorena  
 
Elisabetta Carlotta d'Orléans  
Arciduchessa Maria Amalia d'Austria  
Maria Teresa d'Austria Carlo VI, Sacro Romano Imperatore  
 
Elisabetta Cristina di Brunswick-Wolfenbüttel  
 

OnorificenzeModifica

  Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa

BibliografiaModifica

  • Marcello Vannucci, I Lorena - Granduchi di Toscana, Roma, Newton Compton, 2003, ISBN 88-8289-807-5.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN296890877 · GND (DE1031654232 · BAV (EN495/149929 · CERL cnp01940371 · WorldCat Identities (ENviaf-296890877