Apri il menu principale
Miodrag Vukotić
Nazionalità Jugoslavia Jugoslavia
Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro (2003-2006)
Montenegro Montenegro (dal 2006)
Altezza 185 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 2007 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1990-1994 Budućnost 78 (4)
1994-1996 Vojvodina 56 (3)
1996-1997 Budućnost ? (?)
1997 Milan 0 (0)
1997 Empoli 1 (0)
1997-1998 Young Boys 0 (0)
1998-1999 Budućnost ? (?)
1999-2000 Mogren ? (?)
2000-2003 Waldhof Mannheim 12 (0)
2003 Zeta Golubovci 13 (2)
2003-2004 Ried 3 (0)
2004 Kapfenberger ? (?)
2004-2005 Zeta Golubovci 5 (0)
2005-2006 Ried 2 (0)
2006-2007 Mladost Podgorica ? (?)
Carriera da allenatore
2009-2013Mladost Podgorica
2015Budućnost
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 novembre 2017

Miodrag Vukotić (in serbo: Миодраг Вукотић?; Titograd, 8 novembre 1973) è un ex calciatore montenegrino e precedentemente jugoslavo, fino alla definitiva conclusione dell'esperienza federativa della Jugoslavia avvenuta nel 2003, nonché serbo-montenegrino, fino alla scissione della Serbia e Montenegro in due stati indipendenti occorsa nel 2006.

Indice

CarrieraModifica

Dopo aver giocato nelle serie minori jugoslave, nel 1990 Vukotić si è trasferito al Budućnost Podgorica con cui ha esordito nella massima serie del campionato jugoslavo contro la Dinamo Zagabria.[1] Nella stagione d'esordio a Podgorica ha giocato 3 partite e nelle stagioni successive, durante le quali è stato impiegato sia come difensore centrale che come terzino,[1] 16, 30 con 3 gol e 29 con una rete. Nell'estate del 1994 si è trasferito al più blasonato Vojvodina. In due stagioni ha disputato oltre 50 partite in campionato con la squadra di Novi Sad, ma nel 1996 ha preferito ritornare al Budućnost.

Nel gennaio del 1997, su consiglio di Dejan Savićević,[1] è stato acquistato dal Milan, ma con i rossoneri ha disputato solo alcune amichevoli[1] prima di essere ceduto in prestito all'Empoli.[2] Dopo un'unica apparizione in Serie A con i toscani il 31 agosto 1997 nei minuti finali della gara persa contro la Roma al Castellani,[1] nella sessione invernale del calciomercato si è trasferito in Svizzera allo Young Boys prima di tornare in patria nuovamente nel Budućnost.

Dopo una stagione trascorsa nelle file del Mogren, nel 2000 ha firmato per il Waldhof Mannheim, squadra della Zweite Bundesliga. Dopo due anni e mezzo trascorsi in Germania, nel 2003 è tornato nuovamente in patria passando allo Zeta Golubovci, con cui ha conquistato la promozionie nella massima serie del campionato serbo-montenegrino. In estate ha deciso di trasferirsi nella Erste Liga al Ried, con cui ha disputato solo 3 partite. Dopo tre mesi trascorsi al Kapfenberger sempre nella seconda divisione austriaca, è tornato allo Zeta e successivamente nuovamente al Ried, con cui ha disputato 2 partite nella Bundesliga austriaca. Ha chiuso la carriera nel 2007 al Mladost Podgorica.

PalmarèsModifica

AllenatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Mladost Podgorica: 2009-2010

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Germano D'Ambrosio, Vukotic, una settimana da Milan, tuttomercatoweb.com, 19 gennaio 2009. URL consultato il 12 novembre 2009.
  2. ^ La Roma è costata sette volte il Lecce e la Lazio 20 volte l'Empoli, Corriere della Sera, 20 settembre 1997. URL consultato il 12 novembre 2009 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).

Collegamenti esterniModifica