Numea

comune francese capoluogo amministrativo della Nuova Caledonia
Numea
comune
Nouméa/Numêea
Numea – Stemma
Numea – Veduta
Localizzazione
StatoFrancia Francia
   Nuova Caledonia Nuova Caledonia
ProvinciaBandera Province Sud.svg Sud
Territorio
Coordinate22°16′33.6″S 166°27′25.2″E / 22.276°S 166.457°E-22.276; 166.457 (Numea)
Altitudine0-167 m s.l.m.
Superficie45,7 km²
Abitanti97 579 (2009)
Densità2 135,21 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale98800
Prefisso+687
Fuso orarioUTC+11
Codice INSEE98818
Cartografia
Numea – Localizzazione
Sito istituzionale

Numea[1][2] (AFI: /nuˈmɛa/[1][3]; in francese Nouméa, /nume'a/, precedentemente Port-de-France; in lingue canache Numêea[4]) è la principale città nonché il capoluogo amministrativo del territorio francese della Nuova Caledonia. La città è situata su una penisola nella parte sud-occidentale della Grande Terre, l'isola principale e la più estesa dell'arcipelago.

È anche la più grande città francofona dell'Oceania. La popolazione ammonta a 91 386 abitanti che divengono 146 000 contando anche i sobborghi.

La maggioranza dei residenti sono cittadini europei, sia autoctoni (caldoches), sia cittadini della Francia metropolitana (zoreilles) che risiedono nel territorio per vari motivi. Vi è anche un'alta percentuale di canachi, polinesiani e asiatici (indonesiani, vietnamiti, cinesi). È quindi una città cosmopolita, ma prevale la cultura europea, e la lingua francese è molto presente.

È la sede del Segretariato della comunità del Pacifico. Nel 1966, 1987 e 2011 è stata sede dei Giochi del Pacifico, una manifestazione multisportiva cui partecipano gli Stati del Pacifico Meridionale. Nel 1984 e nel 2000 è stata sede del Festival of Pacific Arts, una festa quadriennale che vede tutti i popoli dell'Oceania radunati per manifestazioni artistiche e sportive.

Geografia fisicaModifica

Il territorio numeano è costituito da una penisola protesa verso meridione nel mar dei Coralli, dalla superficie terrestre complessiva di 45,7 km2, fatto che rende Numea il comune meno esteso della Nuova Caledonia.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[5][6]

ClimaModifica

NUMEA[7] Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic InvPriEst Aut
T. max. mediaC) 29,229,228,627,125,524,022,923,124,125,727,328,428,927,123,325,726,3
T. min. mediaC) 22,622,722,320,618,817,516,116,116,418,220,021,322,220,616,618,219,4
Precipitazioni (mm) 111117136108891197267425054763043332581461 041

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Bruno Migliorini et al., Scheda sul lemma "Numea", in Dizionario d'ortografia e di pronunzia, Rai Eri, 2016, ISBN 978-88-397-1478-7.
  2. ^ Riccardo Riccardi, Numea, in Enciclopedia Italiana, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 13 marzo 2017.
  3. ^ Luciano Canepari, Numea, in Il DiPI – Dizionario di pronuncia italiana, Zanichelli, 2009, ISBN 978-88-08-10511-0.
  4. ^ Questo consueto conflitto tra aeree culturali si ritrova nei diversi significati, e spesso rivendicativi, dati nel nome di Nouméa:
    • per gli informatori del chiefdom Kambwa, deriverebbe da una deformazione operata dai primi europei del nome Kanak dato ad una vasta regione dai confini fluttuanti situata a sud-est di Grande Terre dalle popolazioni canache e che sarebbe stata sotto il a autorità del capo del Kambwa Kwindo al momento della presa di possesso: N'Umia o Drubéa (che si trova nel nome della lingua locale Kanak, nââ drubéa, e della consueta area di Djubéa-Kaponé). Un'altra deformazione della stessa parola avrebbe dato "Dumbéa", nome dato ad un fiume e ad un comune vicino a Nouméa. Queste fonti non concordano sul significato in sé di Drubea. Per alcuni è un modo per distinguere gli abitanti “autentici” della regione e la loro lingua, dai Kapones, “quelli che stanno intorno, sull'isola dei Pini e sull'isola di Ouen”. Per altri Drubéa significherebbe "l'isola (Dru o Nou) di Béa (o Méa, toponimo locale, che potrebbe riferirsi a una laguna di pesce, adatta alla pesca)".
    • per le fonti provenienti dal regno rivale di Morari, Nouméa non proverrebbe da Drubéa ma avrebbe un significato specifico, non rivelabile perché “tabù”.
    • sono state avanzate anche origini da altre lingue canache: deformazione di Wimiä, clan della regione Koné a nord strettamente legato ai clan Païta; nou mia, nome dato dai Kanak di Pouébo (situati nell'estremo nord-est di Grande Terre, sono i primi melanesiani ad essere entrati in contatto con gli europei, alcuni dei quali sfollati dai missionari cattolici fino a Mont-Dore) che significherebbe nella loro lingua “cocco rosso”; "Non vedo più Méa" in ajië, essendo Méa un luogo nella regione di Kouaoua sulla costa orientale.
    • per alcuni, compreso il presidente della Società di Studi Storici Gabriel Valet, verrebbe da “Numeâ” che significa “tagliato nella terra” o “baia profonda” in nââ drubéa, vocabolo che avrebbe dato anche per deformazione Dumbéa.
  5. ^ Cifre riguardanti Nouméa realizzati dal liceo Lapérouse (DOC), su ac-noumea.nc. URL consultato il 10 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2007).
  6. ^ Tavole di evoluzione dei comuni TOM-DOM dal 1956, su splaf.free.fr.
  7. ^ https://it.climate-data.org/location/3598/

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN168125093 · LCCN (ENn81018729 · GND (DE4248174-0 · BNF (FRcb13556273p (data) · J9U (ENHE987007550590505171 (topic) · WorldCat Identities (ENlccn-n81018729