Apri il menu principale

Saša Papac

calciatore bosniaco
Saša Papac
Nazionalità Croazia Croazia
Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina (dal 2000)
Altezza 185 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 2012
Carriera
Squadre di club1
2000-2001Široki Brijeg14 (1)
2001-2004Kärnten95 (3)
2004-2006Austria Vienna58 (2)
2006-2012Rangers161 (6)
Nazionale
1998 Croazia Croazia U-20 1 (0)
2000-2002 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina U-21 6 (0)
2002-2011 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 41 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'11 aprile 2012

Saša Papac (Mostar, 7 febbraio 1980) è un ex calciatore bosniaco con cittadinanza croata, di ruolo difensore.

CarrieraModifica

ClubModifica

Professionista dal 2000, debuttò in prima divisione bosniaca con il Široki Brijeg, squadra nella quale si mise in luce di fronte agli osservatori austriaci del Kärnten di Klagenfurt, che nel 2001 lo ingaggiò. In tre stagioni nella squadra di Bundesliga austriaca giocò circa 100 incontri prima di passare, nel 2004, all'Austria Vienna, per altre due stagioni.

Dal 31 agosto 2006 Papac gioca in Scottish Premier League nelle file dei Rangers. L'esordio con la nuova maglia è avvenuto il 17 settembre nella partita di campionato contro l'Hibernian, in cui è subentrato a Stevie Smith.

NazionaleModifica

Con la Nazionale della Bosnia ed Erzegovina Papac vanta 41 presenze. Nel marzo 2007 ha dichiarato di non voler più rispondere a ulteriori convocazioni, ma con la nomina di Meho Kodro nel gennaio 2008 ha annunciato il suo ritorno in Nazionale. Dopo le avvenute dimissioni di Kodro ha sempre rifiutato le chiamate del commissario tecnico Miroslav Blažević.[1] Nell'estate 2011 è nuovamente tornato sui propri passi, dichiarandosi convocabile e disputando, il 10 agosto un'amichevole a Sarajevo contro la Grecia.

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Sasa Papac admits he has sympathy for Jozo Simunovic, in The Scottish Sun, 8 aprile 2018. URL consultato il 10 luglio 2018.

Collegamenti esterniModifica