Apri il menu principale

Fußball-Bundesliga (Austria)

Massimo livello professionistico del campionato di calcio austriaco
Bundesliga
Altri nomitipico Bundesliga
SportFootball pictogram.svg Calcio
TipoSquadre di club
FederazioneÖFB
PaeseAustria Austria
OrganizzatoreÖsterreichische Fußball-Bundesliga
TitoloCampione d'Austria
Cadenzaannuale
Aperturaluglio
Chiusuramaggio
Partecipanti12 squadre
Formulagirone doppio
Retrocessione inErste Liga
Sito Internetbundesliga.at
Storia
Fondazione1911
Numero edizioni106
DetentoreSalisburgo
Record vittorieRapid Vienna (32)
Edizione in corsoFußball-Bundesliga 2018-2019 (Austria)
Österreichischer Meisterteller 1.JPG
L'attuale aspetto del Meisterschale'

La Fußball-Bundesliga, ufficialmente e per motivi di sponsor nota come tipico Bundesliga[1], è la massima serie del campionato austriaco di calcio ed è organizzata dalla Österreichische Fußball-Bundesliga. La prima edizione del campionato si tenne nella stagione 1911-1912 ma la Bundesliga è nata, a seguito di una vasta riforma del calcio austriaco, solamente nella stagione 1974-1975 ed è attualmente composta da 10 squadre, che si affrontano in un girone all'italiana con gare d'andata e ritorno doppie dove ciascuna squadra affronta tutte le altre 4 volte, per un totale di 36 partite.

Secondo il ranking annuale dell'UEFA, la Bundesliga è il 12º campionato più competitivo d'Europa, sui 55 complessivamente controllati dalla confederazione continentale, con 30 925 punti di coefficiente[2]. Questo dà alla federazione austriaca un totale di 5 posti per le competizioni europee: 2 in Champions League e 3 in Europa League.

Il club con più titoli nazionali è il Rapid Vienna con 32, mentre la squadra campione in carica è il Salisburgo.

Indice

FormulaModifica

Formato attualeModifica

Dalla stagione 18/19 è entrata in vigore una nuova modalità. Finora, le 10 squadre partecipanti hanno giocato in 36 partite per il campionato (due girone di andata e due di ritorno). Ora ci sono 12 squadre che si sfidano l'una contro l'altra in 22 partite.

Dopo 22 giornate i punti di ciascuna squadra saranno dimezzati e il campionato proseguirà in due gruppi separati. Le prime sei squadre giocano per il titolo di campionato e per i posti qualificazione alle competizioni europee, mentre le squadre classificate nelle posizioni inferiori giocano per evitare l'ultimo posto, e di conseguenza la retrocessione.

Sistema di punteggio e discriminantiModifica

Per ogni partita vengono assegnati 3 punti alla squadra vincitrice, nessuno alla perdente e 1 punto ciascuna in caso di pareggio. Prima della stagione 1995-1996, i punti assegnati per la vittoria erano 2.

In caso di parità di punteggio per l'assegnazione del posto in classifica valgono, nell'ordine, le seguenti discriminanti:

  1. La differenza reti generale;
  2. Il maggior numero di gol segnati durante la stagione;
  3. Il maggior numero di punti ottenuti negli scontri diretti;
  4. La differenza reti negli scontri diretti;
  5. Il maggior numero di gol segnati negli scontri diretti in trasferta;
  6. Il maggior numero di gol segnati fuori casa in generale.

Evoluzione del formatoModifica

Alla sua nascita, nel 1974, la Bundesliga si presentava con un formato identico a quello che si è avuto fino al campionato 2017-2018. Per la presenza di 10 squadre era chiamata anche Zehnerliga ("Lega dei dieci"). Le squadre erano state selezionate con un curioso sistema: nel campionato 1973-1974, il torneo con il maggior numero di squadre al via nella storia del calcio austriaco (17), poi vinto dal VÖEST Linz, una squadra per ogni Stato federato (eccezion fatta per Vienna, che aveva due posti disponibili) si qualificò per la Zehnerliga, in base al piazzamento finale in classifica. Le squadre così selezionate furono:

Il Vorarlberg non ottenne nessuna squadra perché l'unica rappresentante, il Vorarlberg, arrivò all'ultimo posto e pertanto non fu ammessa. Per decidere l'ultimo posto valido per la Bundesliga 1974-1975 fu disputato un torneo tra le vincitrici dei 3 gironi di Regionalliga ed il LASK Linz, la migliore classificata tra le società non ammesse. Furono proprio i bianconeri di Linz a ottenere la permanenza in massima divisione. Le squadre retrocesse andarono a formare la nuova seconda divisione a girone unico, la Nationalliga a 16 squadre. La Regionalliga fu declassata a terzo livello nazionale.

Nel 1975-1976 la Bundesliga fu ridenominata 1. Division e la Nationalliga cambiò nome in 2. Division. Nel 1981 fu attuato il blocco delle retrocessioni per portare la 1. Division a 16 squadre nel 1981-1982, con due promozioni/retrocessioni, divenute tre l'anno successivo. Nel 1984 una nuova riforma ridusse a 12 il numero di squadre in entrambi i campionati, con la contestuale introduzione dei play-off a tre diversi livelli: Meisterplayoff per il titolo (36 partite complessive), Mittleresplayoff per le promozioni/retrocessioni tra 1. e 2. Division (14 partite) e Abstiegsplayoff per le retrocessioni in Regionalliga (36 partite). In questo modo i due campionati avevano un interscambio effettivo di squadre durante la stagione.

Nel 1991 fu ricreata la Österreichische Fußball-Bundesliga, non più attiva dal 1976, come organizzazione indipendente (sebbene ancora legata alla ÖFB) delle società professionistiche. Così, nel 1992, la 1. Division ridivenne Bundesliga acquisendo la definitiva conformazione a 10 squadre. La 2. Division conservò la vecchia formula fino al 1998, quando fu trasformata nell'odierna Erste Liga.

Nel 1997 per la prima volta il campionato assunse il nome di uno sponsor, divenendo max.Bundesliga, nome cambiato nel 2003 in T-Mobile Bundesliga e nel 2008 in tipp3-Bundesliga powered by T-Mobile. Dalla stagione 2014-2015 la denominazione ufficiale è tipico Bundesliga.

Stella d'oroModifica

Sebbene non regolamentata a livello ufficiale, esiste la consuetudine di apporre sullo stemma societario una stella d'oro per indicare 10 vittorie nel campionato, come accade in Italia. Solo quattro squadre si fregiano di questo distintivo:

Il Rapid ottenne il suo 10º titolo nel 1930, il 20° nel 1956 e il 30° nel 1996; l'Austria Vienna appose la prima stella nel 1970 e la seconda nel 1992; il Wacker Innsbruck, invece, raggruppando la tradizione delle distinte società calcistiche della capitale tirolese[3], si fregiò della stella d'oro nel 2002. Il Salisburgo invece, pur avendo vinto il decimo titolo nazionale nel 2016, si fregiò della stella a partire dal 2019.

StoriaModifica

Le squadreModifica

Sono 82 le squadre ad aver preso parte ai 107 campionati a girone unico che sono stati disputati a partire dal 1911-1912 e fino alla stagione 2018-2019 compresa. In grassetto sono evidenziate le squadre attualmente in Bundesliga.

Rapid Vienna e Austria Vienna sono le uniche due squadre ad aver partecipato a tutte le edizioni.

Albo d'oroModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Albo d'oro del campionato austriaco di calcio.

Titoli per squadraModifica

StadiModifica

CapocannonieriModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Capocannonieri del campionato austriaco di calcio.

Elenco dei capocannonieri della massima divisione del campionato austriaco di calcio. In corsivo i titoli disputati[17].

Record e statisticheModifica

GeneraleModifica

  • Vittoria più ampia:
in assoluto: 1941, Austria Vienna-LASK Linz 21-0
in Bundesliga: 22 giugno 1977, Rapid Vienna-Grazer AK 11-1
  • Vittoria più ampia in trasferta: 27 settembre 1985, Grazer AK-Rapid Vienna 0-10
  • Pareggio con più gol: 12 partite per 4-4, ultima: 18 agosto 2012, Admira Wacker Mödling-Salisburgo
  • Partita con più gol:
in assoluto: 1941, Austria Vienna-LASK Linz 21-0 (21 gol)
in Bundesliga: 22 giugno 1977, Rapid Vienna-Grazer AK 11-1 (12 gol)
  • Serie di partite senza sconfitte:
in assoluto: Wiener SC, 41 partite tra il 1957 ed il 1959
sul proprio campo: First Vienna, 41 partite tra il 1957 ed il 1959 all'Hohe Warte Stadion
  • Partecipazioni consecutive: Austria Vienna e Rapid Vienna, 106 dal 1911-1912 ad oggi

GiocatoriModifica

  1.   Robert Sara: 581
  2.   Heribert Weber: 577
  3.   Erich Obermayer: 543
  4.   Friedrich Koncilia: 525
  5.   Josef Stering: 465
  6.   Herbert Prohaska: 457
  7.   Géza Gallos: 448
  8.   Friedrich Cejka: 438
  9.   Herbert Oberhofer: 429
  10.   Hans Krankl: 427
  1.   Robert Dienst: 323
  2.   Hans Krankl: 320
  3.   Franz Binder: 298
  4.   Karl Decker: 282
  5.   Friedrich Cejka: 245
  6.   Anton Schall: 231
  7.   Wilhelm Hahnemann: 230
  8.   Johann Buzek: 226
  9.   Erich Hof: 224
  10.   Ernst Stojaspal: 224

NoteModifica

  1. ^ (DE) tipico Bundesliga - Präsentation des neuen Bewerbssponsorings ab der Saison 2014/15, bundesliga.at. URL consultato il 17 luglio 2014.
  2. ^ (DE) Bert Kassies, UEFA Country Ranking 2014, kassiesa.home.xs4all.nl. URL consultato il 17 luglio 2014.
  3. ^ Il Wacker "originale" ottenne 5 titoli, lo Swarovski 2 e il Tirol Innsbruck 3.
  4. ^ Di cui 15 come Wiener Amateur-SV, 6 come SPG Austria/WAC e 4 come FK Austria/WAC.
  5. ^ Di cui 41 come SV Austria Salzburg.
  6. ^ Anche come Admira/Wacker.
  7. ^ Di cui 4 come SC Nicholson Wien.
  8. ^ Di cui 9 come SK VÖEST Linz, 10 come SK VOEST Linz e 2 come FC Stahl Linz.
  9. ^ Di cui 5 come SPG Wattens/Wacker Innsbruck.
  10. ^ Di cui 17 come SK Austria Klagenfurt.
  11. ^ Di cui 3 come WSV Alpine Donawitz e 7 come Donawitzer SV Alpine.
  12. ^ Di cui 5 come ASKÖ Pasching.
  13. ^ Tutte come 1. Schwechater Sportclub.
  14. ^ Di cui 2 come Svarowski Tirol e 3 come Tirol Innsbruck.
  15. ^ Di cui 8 vinti dall'Admira e uno dal Wacker.
  16. ^ Utilizzato temporaneamente in attesa che venga completata la costruzione dell'Allianz Stadion.
  17. ^ Nelle stagioni 1911-1912 e 1916-1917 non sono conosciuti tutti i marcatori, mentre nel 1944-1945 il torneo venne sospeso. Vedi (DE) Ambrosius Kutschera, Meisterschaft Österreich I, austriasoccer.at. URL consultato il 24 luglio 2013.
  18. ^ (DE) Ambrosius Kutschera, Austria - Most Matches Played in First Level 1945-1994, rsssf.com, 11 maggio 2003.
  19. ^ (DE) Ambrosius Kutschera, Austria - All-Time Topscorers, rsssf.com, 7 luglio 2004.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN157963729 · GND (DE2166028-1
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio