Apri il menu principale
Sabine di Baviera
DH-Sabine von Bayern.jpg
la duchessa Sabina ritratta da Barthel Beham, 1530
Duchessa consorte di Württemberg
Nascita Monaco di Baviera, 24 aprile 1492
Morte Nürtingen, 30 agosto 1564
Padre Alberto IV, duca di Baviera
Madre Cunegonda d'Austria
Consorte di Ulrico I, duca di Württemberg

Sabina di Baviera (Monaco di Baviera, 24 aprile 1492Nürtingen, 30 agosto 1564) fu una nobile bavarese.

Era figlia del duca Alberto IV di Baviera e di Cunegonda d'Austria.

Indice

Matrimonio e discendenzaModifica

Venne data in sposa a Ulrico I, duca di Wurttemberg dal 1498 al 1519 e dal 1534 al 1550[1]. Il matrimonio venne celebrato a Stoccarda il 2 marzo 1512[2].

Sabina diede alla luce due figli[1]:

Ducato di Baviera
Wittelsbach
1503-1623

Alberto IV
Guglielmo con Ludovico X
Ludovico con Guglielmo IV
Alberto V
Guglielmo
Figli
Massimiliano I
Modifica

EsilioModifica

Nel 1519 suo marito venne deposto dal fratellastro Giorgio di Wurttemberg e, insieme ai figli, la coppia dovette fuggire in esilio.

Viaggiarono per 15 anni per l'Europa cercando sostegno militare al fine di riconquistare il dominio perso.

Mentre si trovava nella nativa Baviera, Sabina si diede allo studio delle scienze e di numerose lingue; studiò anche musica e imparò la danza e a tirare con l'arco divenendo una delle donne più dotte in Germania[2].

Ritorno nel WürttembergModifica

Nel 1529 andò in Inghilterra trovando l'amicizia di Enrico VIII d'Inghilterra, il quale diede un contributo fondamentale per riottenere nel 1534 il perduto Württemberg[2]. Da questa data il Württemberg divenne un arciducato, sotto il controllo del Sacro Romano Impero. L'amicizia con il re inglese proseguì fino alla sua morte avvenuta nel 1547[2].

Sabina fu tra i co-fondatori dell'Università del Württemberg-Moempelgard e dell'albergo Cuneconda, un ospedale-rifugio per sole donne.[2]

Dopo esser rimasta vedova il 6 novembre 1550, suo figlio Cristoforo ereditò il titolo paterno.

Sabina rimase a vivere con la famiglia del figlio fino al 1564, anno della sua morte. Venne sepolta a Tubinga accanto a suo marito[3].

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN165730742 · ISNI (EN0000 0001 1346 3432 · GND (DE132802430 · CERL cnp01097250 · WorldCat Identities (EN165730742
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie