Apri il menu principale

Santuario

luogo considerato sacro
(Reindirizzamento da Santuari mariani)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Santuario (disambigua).

Un santuario è un luogo considerato sacro per la manifestazione del divino, per la presenza di sepolture di personaggi importanti o reliquie, o perché connesso a eventi considerati soprannaturali.[1]

Religione grecaModifica

Nell'antica religione greca, il santuario era un luogo di venerazione e di pellegrinaggio, in cui si celebrava il culto regolamentato di una divinità, in cui era possibile incontrarla. Elementi di un santuario urbano, suburbano o extraurbano sono l'altare, presso cui celebrare i sacrifici e l'immagine della divinità, collocata prevalentemente all'interno di un tempio. All'interno dello spazio sacro venivano esposti anche le offerte votive. Famosi il santuario di Zeus a Olimpia, il santuario di Apollo a Delfi, quello di Afrodite a Erice (precedentemente dedicato a Tanit, in epoca romana a Venere),[2] il santuario di Eleusi, l'Heraion di Samo.[3][4][5] Un altro esempio è il santuario dedicato a Demetra Malophòros a Selinunte.

BuddhismoModifica

Per quanto riguarda la religione buddhista, famoso è il santuario di Sri Dalada Maligawa a Kandy, dove è conservato un dente del Buddha.[6]Nell'antichità, il Santuario era il luogo dove venivano praticati i culti relativi ad una divinità.[senza fonte]

EbraismoModifica

Nella tradizione ebraica, il termine indicava la parte più interna del Tempio di Gerusalemme, riservata ai sacerdoti: il sancta sanctorum.

CristianesimoModifica

CattolicesimoModifica

Nella religione cattolica, sono numerosi i cosiddetti santuari mariani, ovvero dedicati a Maria, madre di Gesù. Sono altresì diffusi i santuari eucaristici, legati ad un Miracolo eucaristico avvenuto in quel luogo. Entrambi sono capillarmente distribuiti in tutte le provincie italiane.[7]

Santuari in ItaliaModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Santuari cattolici d'Italia

Santuari nel mondoModifica

Chiesa universale del regno di DioModifica

La Chiesa universale del regno di Dio (Igreja Universal do Reino de Deus in portoghese, la Comunità Cristiana dello Spirito Santo così com'è denominata in Italia) con il loro Tempio di Salomone di 80.000 m²[8] ricostruito interamente non a Gerusalemme ma a São Paulo, iniziato nel 2010 e terminato il 19 luglio del 2014[9] che è diventato un importante fattore di attrattiva turistica della città brasiliana capitale dell'Estado do São Paulo.

AhmadiyyaModifica

Roza Bal è un santuario, situato nel quartiere di Srinagar, in India; venerato dagli Ahmadiyya.

ShintoismoModifica

A San Marino vi è un santuario shintoista.[10]

Altri significatiModifica

Per estensione (antonomasia), il termine santuario viene usato anche per indicare un luogo di culto estraneo alla dimensione religiosa. Un esempio, in questo senso, può essere considerata la residenza di Elvis Presley, Graceland (Memphis, Tennessee), considerata dai fan del cantante un santuario della musica rock. Il termine può infine riferirsi ad un'area naturale protetta, come ad esempio il Santuario dei cetacei nel Mar Ligure. In casi come questo, tuttavia, il termine è piuttosto un'impropria traduzione italiana a ricalco dall'inglese sanctuary, che vuol dire semplicemente luogo di rifugio: l'origine risale agli anni sessanta del XX secolo quando tutti i giornali citavano i santuari dei vietcong, che erano semplicemente i loro nascondigli.

NoteModifica

  1. ^ "Santuario" in Treccani.it, Santuario nell'Enciclopedia Treccani
  2. ^ Castello di Venere – Castello Normanno di Erice, Fondazione Erice Arte.
  3. ^ F. Graf, Gli dèi greci e i loro santuari, in S. Settis (a cura di), I Greci. Storia Cultura Arte Società, 2. Una storia greca, I. Formazione, Torino, 1996, pp. 343-380.
  4. ^ E. Lippolis, Mysteria: Archeologia e culto del santuario di Demetra a Eleusi, Torino, 2006.
  5. ^ A. Schachter, Policy, Cult, and the Placing of Greek Sanctuaries, pp. 1-57; E. Kearns, Between God and Man: Status and Function of Heroes and their sanctuaires, pp. 65-99. In: Le sanctuaire grec, Genève 1992 (Entrieties sur l'antiquité classique XXXVII).
  6. ^ (EN) The Sacred Tooth Relic, Sri Dalada Maligawa. URL consultato il 25 dicembre 2018.
  7. ^ Mappa dei santuari italiani con brevi schede descrittive, su viaggispirituali.it. URL consultato il 24 agosto 2019 (archiviato il 20 gennaio 2014).
  8. ^ (PT) O Templo de Salomão, Igreja Universal do Reino de Deus.
  9. ^ Perché il Tempio di Salomone? O Templo de Salomão, Igreja Universal do Reino de Deus- Comunità Cristiana dello Spirito Santo in Italia. URL consultato il 16 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2014).
  10. ^ sanmarinojinja.com, http://www.sanmarinojinja.com/santuario/.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85122135 · GND (DE4072395-1
  Portale Religioni: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di religioni