Shelly Martinez

wrestler, modella e valletta statunitense
Shelly Martinez
Shelly Martinez 2011.jpg
Martinez nell'ottobre 2011.
NomeShelly Leonor Martinez
Ring nameAriel[1][2]
Cle-Ho-Patra[1][3]
Desire[1][2]
Halloween Barbie[1][2]
Koffin Kitten[1][2]
Salinas[1][2]
Shelly[1][2]
Shelly Martinez[1][2]
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
NascitaChino[2]
9 febbraio 1980 (40 anni)[2]
ResidenzaLos Angeles[4]
Residenza dichiarataChino[5]
Altezza163[4] cm
Altezza dichiarata165[3] cm
Peso dichiarato54[2] kg
AllenatoreSchool of Hard Knocks[6]
WPW Lucha Libre[6]
Ultimate Pro Wrestling[6]
Inoki Dojo[6]
Ohio Valley Wrestling[2]
Debuttodicembre 2000[2]
Ritiromaggio 2017
Progetto Wrestling

Shelly Leonor Martinez (Chino, 9 febbraio 1980[2]) è un'ex wrestler, modella e valletta statunitense[2].

È conosciuta per aver lottato nella World Wrestling Entertainment (WWE) nel roster della ECW con il nome Ariel e nella Total Nonstop Action Wrestling (TNA) con il nome Salinas nel ruolo di valletta dei Latin American Xchange (LAX).

Martinez è entrata nel mondo del wrestling nel dicembre del 2000. Ha lottato principalmente nei circuiti indipendenti della california meridionale con il nome Desire, lottando in diverse compagnie tra cui la Revolution Pro Wrestling, l'Ultimate Pro Wrestling e l'Empire Wrestling Federation (EWF). Nell'aprile 2005 ha firmato un contratto con la WWE, dove è stata mandata nella Ohio Valley Wrestling (OVW). Nel 2006, è stata promossa nel roster della ECW dove ha adottato il personaggio di Ariel, lettrice di tarocchi e manager di Kevin Thorn. Nel 2007, è stata rilasciata dalla WWE e successivamente ha firmato un contratto con la TNA. In TNA con il nome Salinas è stata membro dei LAX, nel quale ha svolto il ruolo di manager ai membri del team Homicide e Hernandez. Dopo aver abbandonato la federazione nel settembre del 2008, ha lottato nel circuito indipendente fino al suo ritiro nel 2017.

Oltre al wrestling, Martinez è conosciuta per aver intrapreso il lavoro di modella e attrice. Ha partecipato al reality show The Search for the Next Elvira. Inoltre ha recitato in un softcore pornografico assieme a Jewel De'Nyle intitolato The Notorious Jewel De'Nyle & Shelly Martinez e ha posato nuda in diverse occasioni.

CarrieraModifica

Primi anniModifica

Martinez iniziò a lavorare come modella al fine di perseguire la sua carriera nel wrestling.[7] Lavorò anche come attrice e dopo essere apparsa in qualche film indipendente sul wrestling, fu introdotta a un promoter e allenatore di wrestling.[7] Si allenò nella sua scuola per due anni e mezzo.[6] Martinez lottà per la prima volta nella California del sud con il nome Desire, apparendo in molte federazioni indipendenti come la Revolution Pro Wrestling, l'Empire Wrestling Federation (EFW).[8] e l'Ultimate Pro Wrestling (UPW),[5] nella quale interpretò la sorella di Kyra. Mentre nell'UPW lottò con il nome Halloween Barbie.[9] Inoltre lottò anche nella Women's Extreme Wrestlng, in cui interpretò la cugina di Mercedes Martinez. Il 19 luglio 2002 Martinez, lottando con il nome di Desire, vinse insieme Threat il vacante EWF Tag Team Championship in una battle royal.[10] Le due mantennero il titolo di coppia per 28 giorni, per poi perderlo il 16 agosto contro i PHAT (Eric Matlock e Devon Willis).[10] Nel dicembre 2004, la Martinez si allenò nel territorio di sviluppo della World Wrestling Entertainment (WWE), l'Ohio Valley Wrestling (OVW) per qualche settimana.[6]

World Wrestling EntertainmentModifica

Ohio Valley Wrestling (2005–2007)Modifica

Nell'aprile 2005, Martinez firmò un contratto con la WWE.[7] Dal mese di luglio dello stesso anno venne mandata ad allenarsi nel territorio di sviluppo della WWE, la OVW, usando il nome "Shelly". Nel suo primo ruolo insieme a Beth Phoenix, fece da co-manager a Aaron Stevens.[11] Come parte dell'alleanza con la Phoenix e Stevens, Shelly sviluppò un personaggio erotico.[12] Successivamente, iniziò una rivalità con Alexis Laree, nella quale Shelly e Phoenix la attaccarono in molte occasioni.[2][13] Nel suo primo match in OVW il 29 ottobre, Shelly sconfisse Laree.[2] Shelly e Phoenix apparvero insieme il 27 gennaio 2006 a Heat come parte degli Heart Throbs (Romeo Rosselli e Antonio Thomas), danzando nel ring insieme al team prima di essere interrotte da Trevor Murdoch.[14]

Nel febbraio 2006, Shelly sviluppò un personaggio in cui era ossessionata da Paul Burchill, che a quel tempo interpretava il personaggio del pirata a SmackDown!.[15] Ciò portò a una rivalità con Beth Phoenix, quando Shelly la attaccò mentre Phoenix stava cercando di fermare una rissa tra Shelly e Cherry durante il match tra Paul Burchill e Deuce Shade.[2] Le due si affrontarono in diversi match, tra cui uno Street Fight match nelle registrazioni del 16 aprile.[16] Nella puntata di Velocity del 6 maggio, Shelly apparve come manager di Paul Burchill nel suo match contro Road Warrior Animal.[17] Dopo essere tornata in OVW, fu coinvolta nella rivalità in corso tra Seth Skyfire e Mike "The Miz" Mizanin e Roni Jonah. Poco prima del suo debutto in ECW a metà anno, Martinez iniziò a usare il nome "Ariel". Nel novembre dello stesso anno, fu sconfitta da Beth Phoeniz in un match valevole per l'OVW Women's Championship. La sua ultima apparizione in OVW fu il 25 gennaio 2007, dove in coppia con Jon Bolen sconfisse Stevens e Phoenix.[2]

ECW (2006–2007)Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: The New Breed (wrestling).
 
Ariel a bordo ring nel 2007

Nella metà del 2006, Martinez fu promossa nel roster della ECW come Ariel, una lettrice di tarocchi. Originariamente, Martinez doveva far parte di una stable di vampiri con Gangrel e Kevin Thorn; tuttavia, la stable non fece mai un'apparizione a causa del licenziamento di Gangrel. Durante le puntate della ECW, vennero mandate in onda delle vignette di Ariel e Kevin Thorn che annunciava il loro debutto, che avvenne il 25 luglio 2006, dove Thorn fece il suo debutto sul ring con Ariel come valletta.[18][19][20]

Ariel continuò ad apparire a bordo ring interferendo spesso nei match di Thorn. Thorn iniziò una rivalità con Balls Mahoney, dove quest'ultimo assunse come manager Francine per contrastare le interferenze di Ariel.[21][22][23][24] Ariel fece il suo debutto nel ring della ECW il 26 settembre contro Francine in un "Extreme Catfight match", che si concluse senza un vincitore a causa delle interferenze di Thorn e Mahoney.[25] Le due coppie continuarono la loro rivalità fino alla prima metà di ottobre fino al rilascio di Francine dalla WWE.[26] Durante il match tra Thorn e CM Punk, Kelly Kelly interferì nel tentativo di aiutare Punk, che alla fine riuscì a vincere l'incontro.[27] A December to Dismember, Thorn e Ariel sconfissero Kelly Kelly e il fidanzato di quest'ultima, Mike Knox in un mixed tag team match, dopo che Knox aveva abbandonato Kelly.[28] Nella puntata della ECW del 5 dicembre, Ariel venne sconfitta da Kelly Kelly.[29]

Il 6 febbraio 2007, Ariel e Thorn si unirono a Elijah Burke, Matt Striker e Marcus Cor Von formando il New Breed.[30] Ariel iniziò a accompagnare il New Breed nei loro match apparendo anche a WrestleMania 23.[31][32] Successivamente Burke annunciò un match tra Thorn e CM Punk, vinto da Thorn dopo che Punk aveva tradito il New Breed. Dopo il match, Thorn abbandonò il New Breed.[33] Qualche settimana più tardi, il 18 maggio 2007 Martinez fu rilasciata dalla WWE.[34] In un'intervista nel 2013, Martinez attribuì il suo rilascio a un diverbio avuto con Batista.[35]

Total Nonstop Action Wrestling (2007–2008)Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: The Latin American Xchange.
 
Salinas nel novembre del 2007

A Bound for Glory nell'ottobre 2007, Martinez prese parte alla Knockout Gauntlet battle royal che avrebbe decretato la prima detentrice del TNA Knockouts Championship, vinta da Gail Kim.[36] Poco dopo, un membro mascherato dei Latin American Xchange (LAX) iniziò a interferire nei loro match aiutandoli a vincere e attaccando la manager dei The Rock 'n' Rave Infection, Christy Hemme.[37][38][39] A Final Resolution, il misterioso membro mascherato si rivelò essere Martinez dopo aver attaccato ancora una volta Hemme.[40] Nella puntata di Impact! successiva all'evento, Homicide e Hernandez la ribattezzarono "Salinas".[2] Salinas iniziò ad accompagnare Homicide e Hernandez come manager.[41][42]

Salinas fece il suo debutto in competizione singola contro Awesome Kong, perdendo in poco tempo.[43] In seguito iniziò a combattere più frequentemente, tra cui in intergender tag team match con Homicide e Hernandez.[44][45] A Lockdown Salinas prese parte al primo Queen of the Cage match, vinto da Roxxi Laveaux.[46] Dopo essere stata annunciata una Knockouts "Makeover Battle Royal" per Sacrifice in cui una Knockout avrebbe dovuta essere rasata, nella puntata di Impact! dell'8 maggio Salinas perse un match nel quale avrebbe ottenuto l'immunità dal essere rasata.[47] A Sacrifice, la "Makeover Battle Royal" fu vinta da Gail Kim e Roxxi Laveaux venne rasata. Più tardi nella stessa sera, Salinas e Héctor Guerrero assistettero a bordo ring alla conquista del TNA World Tag Team Championship da parte dei LAX.[48] Nella rivalità tra i LAX e i Beer Money, Inc., Salinas venne sconfitta per sottomissione dalla loro manager Jackie Moore il 19 giugno a Impact!.[49] Nella puntata di Impact! del 17 luglio prese parte, senza successo, a una gauntlet battle royal che avrebbe decretato la prima sfidante al TNA Women's Knockout Championship e qualche settimana più tardi perse un handicap match contro Awesome Kong e le Beautiful People (Velvet Sky e Angelina Love).[50][51] In seguito alla vittoria del TNA World Tag Team Championship da parte dei Beer Money, Inc., le due coppie iniziarono una rivalità e al pay-per-view di settembre No Surrender Salinas venne attaccata dalla loro manager Jackie Moore.[52][53][54] La storyline venne messa in atto per togliere la Martinez dagli show televisivi, che decise di abbandonare la TNA per girare un thriller italiano.[55]

Carriera successiva (2008–2017)Modifica

Martinez lottò con il suo vero nome nella Perros del Mail in messico.[56] Successivamente, Martinez lottò nelle filippine sia nella World Independent Ladies Division che nella World Wrestling Fan Xperience.[57][58] Inoltre apparì nel ruolo di manager nella Dragon Gate USA.[59]

Nel 2010, Martinez iniziò ad apparire nella Championship Wrestling from Hollywood. Nel suo match di debutto sconfisse Lucky O'Shea.[60] Nel 2013, formò una breve alleanza con Todd Chandler, per poi allearsi con Ricky Mandel apparendo come sua fidanzata.[61]

Il 10 maggio 2014, la Martinez e JT Dunn presero parte al torneo WSU Queen and King of the Ring perdendo contro Candice LeRae e Joey Ryan.[62] Nel 2016, Martinez apparve al pay-per-view della TNA One Night Only: Knockouts Knockdown 4, dove perse contro Rebel.[63]

Martinez annunciò il suo ritiro dal wrestling nel maggio del 2017.[64]

Carriera cinematografica e televisioneModifica

Martinez prese parte al film Pin-up American Pinups Vol. 2.[65] Collaborò con Jewel De'Nyle in un video spanking e softcore intitolato The Notorious Jewel De'Nyle & Shelly Martinez.[66] Nell'ottobre 2009, posò nuda per un contest chiamato "THE 1 Contest".[67] Nel novembre 2012, apparve nella quarta stagione dello spin-off di Love Games: Bad Girls Need Love Too, Bad Girls Club.

Recitò in un film indipendente Dead Things.[68] Inoltre partecipò al reality show The Search for the Next Elvira, che debuttò il 13 ottobre 2007 su Fox Reality Channel.[68] Prese parte al video musicale dei Mötley Crüe Saints of Los Angeles.[68] Nel maggio 2011, Martinez, Raven e Cheerleader Melissa girarono il video musicale della canzone dei Smashing Pumpkins Owata.[69]

Negli ultimi mesi del 2011, fu la corrispondente ufficiale degli eventi di Hollywood e presentatrice delle notizie di un sitoweb horror MoreHorror.com.[70]

Vita privataModifica

Martinez è una sostenitrice dell'uso medico della cannabis e un'attivista dei diritti animali.[4]

Nel wrestlingModifica

Mosse finaliModifica

Mosse caratteristicheModifica

Wrestler di cui è stata managerModifica

Musiche d'ingressoModifica

Titoli e riconoscimentiModifica

Empire Wrestling Federation

Wrestling Observer Newsletter

  • Worst Match of the Year (2016) contro Rebel a Knockouts Knockdown 2016[72]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h (EN) Ariel, Cagematch. URL consultato il 31 luglio 2019.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w Shelly Martinez, Online World of Wrestling. URL consultato il 30 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 29 agosto 2008).
  3. ^ a b (EN) Cle-Ho-Patria, Women's Extreme Wrestling. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2007).
  4. ^ a b c (EN) The 1 Contest: Shelly Martinez, su the1contest.com. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 30 dicembre 2008).
  5. ^ a b (EN) Desire's UPW Profile, su upw.com. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 27 aprile 2008).
  6. ^ a b c d e f (EN) Actress, female wrestler and Glamour model Desire, su koffinkitten.com. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2007).
  7. ^ a b c d e (EN) Desire a.k.a. Shelly, Glory of Wrestling. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 13 gennaio 2010).
  8. ^ (EN) EWF's Superstar Alumni, Empire Wrestling Federation. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 31 luglio 2008).
  9. ^ (EN) UPW's Vixens Page, Ultimate Pro Wrestling. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 23 giugno 2008).
  10. ^ a b c (EN) Archives: Title Histories: EWF Tag Team, Empire Wrestling Federation, 19 luglio 2002. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 5 agosto 2010).
  11. ^ a b (EN) Killian, 8/13 OVW TV review: Heyman's fifth show featuring big Capotelli-Jeter "shoot" angle, Pro Wrestling Torch, 16 agosto 2005. URL consultato il 31 luglio 2019.
  12. ^ (EN) Mike Roe, Specialist – OVW: 1/14 OVW TV thoughts, Pro Wrestling Torch, 7 febbraio 2006. URL consultato il 31 luglio 2019.
  13. ^ (EN) Killian, 10/1 OVW TV review: Albright challenges Doane in TV Title classic, Pro Wrestling Torch, 9 ottobre 2005. URL consultato il 31 luglio 2019.
  14. ^ (EN) Adam Martin, Dark Match/Heat Tapings for WWE.com Webcast; Charlotte, NC, Wrestleview, 24 gennaio 2006. URL consultato il 31 luglio 2019.
  15. ^ (EN) Eric Hall, 2/1 OVW TV taping: Albright-Punk, Eugene video, Update on Cappotelli's health, Pro Wrestling Torch, 2 febbraio 2006. URL consultato il 31 luglio 2019.
  16. ^ (EN) Eric Hall, OVW News: TV taping info on Miz, C.M. Punk, Gunner "Brent Albright" Scott, Pro Wrestling Torch, 20 aprile 2006. URL consultato il 31 luglio 2019.
  17. ^ a b (EN) Nathan Hubbard, Heat and Velocity TV reports for 5/7 with Nathan Hubbard, Wrestling Observer/Figure Four Online, 6 maggio 2006. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 22 gennaio 2013).
  18. ^ (EN) Matt MacKinder, ECW: Big Show retains, su slam.canoe.ca, 11 luglio 2006. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2007).
  19. ^ (EN) Matt MacKinder, ECW: Battle of the giants, su slam.canoe.ca, 18 luglio 2006. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  20. ^ a b (EN) Matt MacKinder, ECW: Show wins, Sabu attacks, su slam.canoe.ca, 25 luglio 2006. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2013).
  21. ^ (EN) Matt MacKinder, ECW: Many matches, better show, su slam.canoe.ca, 22 agosto 2006. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  22. ^ (EN) Matt MacKinder, ECW: DX survives the Big Show, su slam.canoe.ca, 5 settembre 2006. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2014).
  23. ^ (EN) Matt MacKinder, ECW: Two debuts and a title match, su slam.canoe.ca, 12 settembre 2006. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  24. ^ (EN) Matt MacKinder, ECW: Royalty meets Extreme, su slam.canoe.ca, 19 settembre 2006. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  25. ^ (EN) Matt MacKinder, ECW: RVD and Holly steal show, su slam.canoe.ca, 26 settembre 2006. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  26. ^ (EN) Francine released, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 31 luglio 2019.
  27. ^ (EN) Matt MacKinder, ECW: Extreme Rules returns!, su slam.canoe.ca, 21 novembre 2006. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2013).
  28. ^ a b (EN) Matt MacKinder, Lashley has a December to remember, su slam.canoe.ca, 3 dicembre 2006. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale l'8 ottobre 2014).
  29. ^ (EN) Matt MacKinder, ECW: Lashley's first title defense, slam.canoe.ca, 5 dicembre 2006. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2011).
  30. ^ a b c d (EN) Matt MacKinder, ECW: Vince shows up again, su slam.canoe.ca, 6 febbraio 2007. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).
  31. ^ a b c d (EN) Matt MacKinder, ECW: New Breed dominance, slam.canoe.ca, 20 marzo 2007. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 3 novembre 2013).
  32. ^ (EN) Dale Plummer, Nick Tylwalk, Undertaker the champ, McMahon bald, su slam.canoe.ca, 14 aprile 2007. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 12 dicembre 2009).
  33. ^ (EN) Matt MacKinder, ECW: The New Breed crumbling, su slam.canoe.ca, 3 maggio 2007. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).
  34. ^ (EN) Ariel, Scotty 2 Hotty & Nick Mitchelle released, World Wrestling Entertainment, 18 maggio 2007. URL consultato il 31 luglio 2019.
  35. ^ (EN) Shelly 'Ariel' Martinez Discusses Who Got Her Fired By WWE And More, Pro Wrestling Insider, 26 ottobre 2013. URL consultato il 31 luglio 2019.
  36. ^ (EN) Chris Sokol, Angle gets stung at Bound For Glory, su slam.canoe.ca, 14 ottobre 2007. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2015).
  37. ^ (EN) Chris Sokol, Impact: Kaz gets his title shot, su slam.canoe.ca, 15 novembre 2007. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2014).
  38. ^ (EN) Chris Sokol, Impact: It's all about the briefcases, su slam.canoe.ca, 7 dicembre 2007. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2013).
  39. ^ (EN) Chris Sokol, Impact: Who poses as Rudolph?, slam.canoe.ca, 21 dicembre 2007. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2013).
  40. ^ (EN) Mark Xamin, Styles sides with Angle costing Cage at Final Resolution, su slam.canoe.ca, 5 gennaio 2008. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2014).
  41. ^ (EN) Chris Sokol, Impact: Styles dons the stripes, su slam.canoe.ca, 3 febbraio 2008. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2013).
  42. ^ (EN) Chris Sokol, Impact: Christian meets Judas, su slam.canoe.ca, 7 febbraio 2008. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2013).
  43. ^ (EN) Chris Sokol, Impact: Cage cornered in the cage, su slam.canoe.ca, 6 febbraio 2008. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 28 luglio 2012).
  44. ^ (EN) Chris Sokol, Impact: Lethal Lockdown begins to take shape, su slam.canoe.ca, 13 marzo 2008. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2012).
  45. ^ (EN) Chris Sokol, Impact: The Return of Sting, su slam.canoe.ca, 27 marzo 2008. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2012).
  46. ^ (EN) Chris Sokol, TNA Lockdown: Joe captures gold, su slam.canoe.ca, 12 aprile 2008. URL consultato il 31 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 17 luglio 2012).
  47. ^ (EN) Chris Sokol, Impact: Angle snaps and Steiner taps, su slam.canoe.ca, 8 maggio 2008. URL consultato il 1º agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2012).
  48. ^ a b c (EN) Chris Sokol, TNA Sacrifice: Joe retains; LAX regains, su slam.canoe.ca, 11 maggio 2008. URL consultato il 1º agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 30 giugno 2012).
  49. ^ (EN) Chris Sokol, mpact: A phenomenal reunion, su slam.canoe.ca, 19 giugno 2008. URL consultato il 1º agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2012).
  50. ^ (EN) Chris Sokol, Impact: Joe sends Booker for a ride, su slam.canoe.ca, 17 luglio 2008. URL consultato il 1º agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 30 giugno 2012).
  51. ^ (EN) Chris Sokol, Impact: Weapons galore en route to Hard Justice, su slam.canoe.ca, 7 agosto 2008. URL consultato il 1º agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 30 giugno 2012).
  52. ^ (EN) Phil Allely, Angle saves Hard going PPV, su thesun.co.uk, 14 agosto 2008. URL consultato il 1º agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 14 gennaio 2013).
  53. ^ (EN) Chris Sokol, Impact: Styles reaches gold again, su slam.canoe.ca, 21 agosto 2008. URL consultato il 1º agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2012).
  54. ^ (EN) Jason Clevett, No Surrender a bore, slam.canoe.ca, 13 settembre 2008. URL consultato il 1º agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2014).
  55. ^ (EN) Adam Martin, Report: Shelly "Salinas" Martinez quits TNA Wrestling; get the full details, su wrestleview.com, 15 settembre 2008. URL consultato il 1º agosto 2019.
  56. ^ (EN) Josh Boutwell, Viva La Raza! Lucha Weekly, su wrestleview.com, 30 luglio 2010. URL consultato il 1º agosto 2019.
  57. ^ (EN) Roster, su officialwild.blogspot.com. URL consultato il 1º agosto 2019.
  58. ^ (EN) Female Wrestlers, su wwfxperience.com. URL consultato il 1º agosto 2019.
  59. ^ (EN) Sean Radican, Radican's DGUSA "Open the Ultimate Gate 2012" iPPV Report 3/30 – Yoshino & Ricochet vs. Gargano & Taylor, PAC vs. Low Ki, su pwtorch.com, 30 marzo 2012. URL consultato il 1º agosto 2019.
  60. ^ (EN) Michael Simmons, Detailed NWA Hollywood Spoilers, Pro Wrestling Insider, 27 agosto 2010. URL consultato il 1º agosto 2019.
  61. ^ (EN) Steve Ronquillo, 11/3 Championship Wrestling Hollywood TV Report: Striker, Pearce, Shelly Martinez & More, su pwinsider.com, 6 novembre 2013. URL consultato il 1º agosto 2019.
  62. ^ (EN) Jason Namako, 5/10 WSU iPPV Results: Voorhees, NJ (New WSU Champion), su wrestleview.com, 10 maggio 2014. URL consultato il 1º agosto 2019.
  63. ^ (EN) Mike Johnson, TNA Knockouts Knockdown PPV debuting tonight, complete details, su pwinsider.com, 22 aprile 2016. URL consultato il 1º agosto 2019.
  64. ^ (EN) Mike Johnson, Former WWE & TNA star announces retirement plans, Lawler on the Randy Orton-indy wrestling situation, Total Bellas and more, su pwinsider.com, 17 maggio 2017. URL consultato il 1º agosto 2019.
  65. ^ (EN) American Pinups Vol. 2 cover (JPG), su ec1.images-amazon.com. URL consultato il 1º agosto 2019.
  66. ^ (EN) William J. Ashley, The Notorious Jewel De'Nyle & Shelly Martinez: A Pro Wrestling Review, F4W Online. URL consultato il 1º agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2011).
  67. ^ (EN) Adam Martin, Shelly Martinez gets nude for contest, Wrestleview, 10 ottobre 2009. URL consultato il 1º agosto 2019.
  68. ^ a b c (EN) Shelly Martinez, Girlie Girl Catfight Show. URL consultato il 1º agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2010).
  69. ^ (EN) Adam Martin, Smashing Pumpkins film new video with wrestlers, Wrestleview, 10 maggio 2011. URL consultato il 1º agosto 2019.
  70. ^ (EN) Seth Metoyer, MoreHorror welcomes Former Wrestler Shelly Martinez as Host and Reporter, su morehorror.com. URL consultato il 1º agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2016).
  71. ^ (EN) LAX (To Live and Die in LAX), The American Society of Composers, Authors and Publishers. URL consultato il 1º agosto 2019.
  72. ^ (EN) Dave Meltzer, March 6, 2017 Wrestling Observer Newsletter: 2016 Awards issue, talent departing TNA, more, Wrestling Observer Newsletter, 6 marzo 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica