Simtek S941

auto di Formula 1
Simtek S941
Ratzenberger.jpg
Roland Ratzenberger ai box sulla S941
Descrizione generale
Costruttore Regno Unito  Simtek
Categoria Formula 1
Squadra MTV Simtek Ford
Progettata da Nick Wirth
Paul Crooks
Sostituita da Simtek S951
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio monoscocca con fibre di carbonio
Motore Ford-Cosworth HBD 6, V8, 75°, 3497 cc, 700 CV
Trasmissione Simtek - Xtrac T; 6 marce e retromarcia (comando semiautomatico sequenziale a controllo elettronico)
Dimensioni e pesi
Larghezza 1698 mm
Passo 2880 mm
Peso 520 kg
Altro
Carburante Elf Aquitaine
Pneumatici Goodyear
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio del Brasile 1994
Piloti 31. Australia David Brabham
32. Austria Roland Ratzenberger
32. Francia Jean-Marc Gounon
32. Italia Domenico Schiattarella
32. Giappone Taki Inoue
32 + TD. Italia Andrea Montermini
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
16 0 0 0
Campionati costruttori 0
Campionati piloti 0

La Simtek S941 è la monoposto costruita dalla squadra inglese Simtek per competere nel campionato mondiale di Formula 1 1994.

La vetturaModifica

Il progetto della vettura fu realizzato da Nick Wirth (al contempo progettista e patròn della scuderia) e Paul Crooks, i quali negli anni precedenti avevano già lavorato al progetto di una monoposto per un eventuale sbarco in Formula 1 della BMW, poi mai avvenuto: da quel progetto prese tuttavia forma la Andrea Moda S921 del 1992 e in seguito la stessa Simtek del 1994.

Il progetto originario prevedeva l'impiego delle sospensioni attive, ma poco prima dell'inizio della stagione 1994 esse furono vietate: ciò costrinse Wirth a ridisegnare da capo la macchina, che risultò di aspetto molto convenzionale. Ciò, unito ai pochissimi test effettuati, a sponsor poco munifici (che ridussero via via il loro apporto durante l'anno) e ad un motore inaffidabile e poco potente come il Ford Cosworth HBD 6 V8, contribuì a rendere la vettura poco competitiva.

La livrea era blu-violetto; main sponsor era il canale televisivo MTV, affiancato da altri partners quali Würth e Russell Athletic.

La stagioneModifica

Come prima guida fu ingaggiato David Brabham, che fu l'unico pilota a guidare ininterrottamente per tutta la stagione. Il suo compagno di squadra, Roland Ratzenberger, perse infatti la vita in un grave incidente durante le qualifiche del GP di San Marino e fu sostituito da Andrea Montermini, che a sua volta subì un grave incidente nelle prove del GP di Spagna, rompendosi una gamba. A sostituirlo furono via via chiamati Jean-Marc Gounon, Domenico Schiattarella e il pilota pagante Taki Inoue.

Su 32 gran premi totali (16 gran premi per 2 piloti) le Simtek arrivarono al traguardo appena 12 volte. A "salvarle" dal fondo della classifica contribuì la ben peggiore inaffidabilità della diretta concorrente, la Pacific PR01, che mancò svariate volte la qualificazione e non terminò mai una gara. La Simtek S941 non ottenne alcun punto iridato; il miglior piazzamento annuale lo ottenne Jean-Marc Gounon classificandosi nono al GP di Francia, seppur doppiato di 4 giri.

Risultati completiModifica

Anno Team Motore Gomme Piloti Gare Punti Pos.
1994 Simtek Ford Cosworth HBD 6 V8 G BRA PAC SMR MON ESP CAN FRA GBR GER HUN BEL ITA POR EUR JPN AUS 0 NC
David Brabham 12 Rit Rit Rit 10 14 Rit 15 Rit 11 Rit Rit Rit Rit 12 Rit
Roland Ratzenberger NQ 11 NP
Andrea Montermini NQ
Jean-Marc Gounon 9 16 Rit Rit 11 Rit 15
Domenico Schiattarella 19 Rit
Taki Inoue Rit

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica


  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1