Apri il menu principale
Andrea Moda S921
Descrizione generale
Costruttore Italia  Andrea Moda Formula
Categoria Formula 1
Squadra Andrea Moda
Progettata da Nick Wirth e Michel Costa
Sostituisce Coloni CB4
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio monoscocca in fibra di carbonio
Motore Judd GV 3500 cm³ V10 72° aspirato
Trasmissione manuale Dallara a sei marce
Altro
Carburante Agip
Pneumatici Goodyear
Risultati sportivi
Piloti Perry McCarthy e Roberto Moreno
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
10 0 0 0
Campionati costruttori 0
Campionati piloti 0

La Andrea Moda S921 è una monoposto da competizione costruita dalla Andrea Moda per gareggiare nel campionato mondiale di Formula 1 1992. È ricordata come una delle vetture peggiori che abbiano mai partecipato ad un Gran Premio di Formula 1.

Il contestoModifica

La squadra doveva essere un veicolo promozionale per l'azienda Andrea Moda dell'imprenditore Andrea Sassetti, ma si rivelò un'esperienza fallimentare riuscendo a prendere parte ad un solo Gran Premio.

Dopo aver rilevato il materiale della squadra Coloni nel settembre precedente, Sassetti rilevò dalla Simtek Research il progetto di una vettura ideata nel 1990 per conto della BMW, equipaggiandola con motori Judd. La macchina non era però ancora pronta, così la squadra si presentò al Gran Premio inaugurale con le vecchie vetture Coloni e i piloti Alex Caffi e Enrico Bertaggia, ma non fu accettata per non aver pagato la tassa di iscrizione per le nuove squadre. Quest fatto scatenò le ire di Sassetti, che sosteneva invece di aver acquistato i diritti della Coloni. In Messico la squadra si presentò ma non corse e queste tensioni condussero al licenziamento di entrambi i piloti.

In occasione del Gran Premio del Brasile l'Andrea Moda si presentò con la nuova S921, ma Roberto Moreno non riuscì a qualificarsi mentre Perry McCarthy non prese parte all'evento in quanto gli fu negata la superlicenza. L'unica partecipazione in gara fu al Gran Premio di Monaco, dove Moreno si qualificò ultimo con il 26º tempo ritirandosi dopo 19 giri.

Da lì in poi la situazione, già piuttosto critica, continuò a peggiorare: i piloti non riuscirono mai ad andare oltre le prequalifiche e la scuderia si trovò suo malgrado protagonista di episodi alquanto spiacevoli. In Canada alcuni problemi di trasporto (forse dovuti ad un mancato pagamento) fecero sì che le vetture restassero prive dei motori forniti dalla Judd, mentre in Francia i camion della squadra restarono bloccati a causa di uno sciopero. L'epilogo giunse in occasione del Gran Premio del Belgio, quando Sassetti venne arrestato nei box per false fatturazioni relative alla sua attività imprenditoriale: di conseguenza, al successivo appuntamento di Monza, la squadra fu rifiutata con la motivazione di aver danneggiato la reputazione dello sport.

RisultatiModifica

Anno Vettura Motore Gomme Piloti                                 Punti Pos.
1992 C4B
S921
Judd GV G Alex Caffi ES NPR 0 16º
Roberto Moreno NPQ NPQ NPQ Rit NPQ NA NPQ NPQ NQ NQ NPR
Enrico Bertaggia ES NPR
Perry McCarthy NPR NPQ NPQ NPQ NPR NA NPQ ES NPQ NQ NPR

Altri progettiModifica