Apri il menu principale
ASD Albanova Calcio
Calcio Football pictogram.svg
"Leoni sanciprianesi"
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Azzurro e Bianco (Bordato).svg Bianco, azzurro
Simboli Leone con lingua di fuoco
Inno WE ARE ALBANOVA
Marco Sentieri
Dati societari
Città Casal di Principe (CE)
Nazione Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Eccellenza
Fondazione 1964
Scioglimento1998
Rifondazione2012
Presidente Italia Giuseppe Zippo
Allenatore Italia Antonio De Stefano
Stadio Angelo Scalzone
(2 000 posti)
Sito web www.albanovacalcio.it
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

La Associazione Sportiva Dilettantistica Comprensorio Alba Nuova, nota semplicemente come Albanova Calcio o Albanova, è una società calcistica italiana con sede nel comune di Casal di Principe, in provincia di Caserta. Prende il nome dal comune soppresso di Albanova, che in passato raggruppava i comuni di Casal di Principe, San Cipriano d'Aversa e Casapesenna ed ha sede in Corso Umberto I, 758, Casal di Principe.[1]

Indice

StoriaModifica

OriginiModifica

La nascita di rappresentanze calcistiche a Casal di Principe risale al lontano 1964. Negli anni 1980 venne fondata l'A.S. Casale Bonito, formazione che disputava le proprie gare interne presso lo Stadio Comunale di Casal di Principe, con una capienza che nel corso degli anni raggiungerà circa i 4000 posti. Il Casale Bonito militò nel Campionato di Promozione Campania-Molise per 7 anni, dal 1984 al 1991. Dal 1993 al 1998 ha disputato il Campionato di Serie C2. Negli anni della Serie C2 dimostrò grande solidità soprattutto in casa dove in 61 partite giocate al Comunale uscì sconfitta solo sei volte. Ha partecipato negli stessi anni a quattro edizioni della Coppa Italia Serie C.

Gli anni 1980Modifica

Dopo la fondazione nei primi anni 1980 dell'A.S.Casale Bonito, la squadra prese parte nella stagione 1984-1985 al Campionato di Promozione Campania-Molise dove si piazzò all'8º posto in classifica. Nella stagione seguente 1985-86 migliorò la posizione chiudendo il campionato al 7º posto. Nella stagione 1986-87 migliorò ancora ottenendo il 3º posto finale, ma il risultato migliore si registrò nella stagione 1988-1989 dove la formazione di Casal di Principe terminò il campionato al 2º posto con 43 punti, ad un solo punto dal Gladiator vincitore del girone. Dopo il 5º posto della stagione 1989-1990 nella stagione seguente si piazzò prima nel girone con 54 punti.

Gli anni 1990Modifica

Nella stagione 1990-1991 riuscì quindi ad ottenere la promozione nel Campionato Interregionale, grazie al 1º posto in classifica e alla vittoria degli spareggi, giocati a Benevento, tra le prime classificate dei tre gironi di cui all'epoca si componeva il Campionato di Promozione Campania-Molise. Nel primo anno di Interregionale, stagione 1991-1992, il Casale Bonito si piazzò 10º mentre nella stagione successiva la posizione venne migliorata con il 2º posto dietro il Trapani. Un campionato quello del 1992-1993 giocato punto a punto proprio con la formazione siciliana e deciso dagli scontri diretti.Casale Bonito e Trapani infatti a 6 giornate dalla fine del campionato arrivarono alla sfida del Provinciale (giocata la 29ª giornata) a pari punti, con la gara di andata finita 2-0 in favore dei casalesi. Il Trapani vinse 2-1 quella partita in uno stadio gremito,con reti di Barraco e Cavataio, facendo così svanire i sogni di promozione del Casale Bonito.

Ripescaggio in C2 e cambio di denominazione in SC AlbanovaModifica

 
Formazione dell'Albanova stagione 94-95

Nella stagione seguente, 1993-1994 il Casale Bonito cambiò la propria denominazione in S.C Albanova e in virtù del 2º posto dietro il Giulianova la squadra venne ripescata in Serie C2, dove l'anno successivo (stagione 1994-1995) si mise in evidenza raggiungendo il 5º posto in classifica e conseguentemente i play off, dove venne eliminata in semifinale dal Matera (0-0 e 1-0). Lo stesso anno fece il suo esordio nella Coppa Italia Serie C dove, dopo aver eliminato Ischia Isola Verde, Formia e Barletta venne eliminata agli ottavi dalla Juve Stabia (2-0/0-0). La posizione venne migliorata nella successiva stagione 1995-1996, infatti l'Albanova ancora 5ª classificata superò nella semifinale play-off il Frosinone (3-1 e 1-2) e sfiorò la promozione venendo sconfitta solo dopo i calci di rigore (3-0) contro il Giulianova, nella finale in gara unica di Foggia. In Coppa Italia dopo aver battuto il Nola al primo turno venne eliminata dalla Lodigiani nel turno successivo. La formazione di Casal di Principe costruì le sue fortune tra le mure amiche dove restò imbattuta dal 4 settembre 1994 fino al 30 dicembre 1995 quando venne sconfitta dal Frosinone per 2-0. In questo periodo infatti totalizzò una serie di 25 partite in casa senza sconfitte (16 vittorie e 9 pareggi).

Il declino e il fallimentoModifica

I risultati non vennero ripetuti nella stagione 1996-1997 quando la squadra finì 12ª. In Coppa Italia l'avventura si fermò nuovamente al secondo turno per mano della Juve Stabia. Nella stagione 1997-1998 la compagine di Casal di Principe retrocesse dopo aver perso l'incontro di play out contro il Frosinone. Anche in Coppa Italia, inserita nel girone O con Benevento, Avellino, Juve Stabia e Bisceglie, riuscì ad ottenere un solo punto qualificandosi ultima nel girone. La stagione 1997-1998 segnò anche il fallimento della società.

Gli anni 2000Modifica

Dopo il fallimento della società e varie retrocessioni,a partire dal 2000 in poi, ha militato nei campionati regionali di Prima, Seconda e Terza Categoria senza ottenere grandi risultati. La squadra assunse in questi anni vari nomi come Alba Casale, Real Casale, Don Peppe Diana, (in ricordo del prete vittima della camorra) e ASD Principe.

CronistoriaModifica

Cronistoria della Real Albanova (Casal di Principe)

Sanson Casale

  • 1964 : Viene fondata la Sanson Casale

Associazione Calcio Casale

  • 1978 : Cambia denominazione in A.C. Casale.

Associazione Sportiva Casale Bonito

  • 1984-1985 : 8º nel girone A Campano di Promozione.
  • 1985-1986 : 7º nel girone A Campano di Promozione.
  • 1986-1987 : 3º nel girone A Campano di Promozione.
  • 1987-1988 : 4º nel girone A Campano di Promozione.
  • 1988-1989 : 2º nel girone A Campano di Promozione.
  • 1989-1990 : 5º nel girone A Campano di Promozione.
  • 1990-1991 : 1º nel girone A Campano di Promozione.   Promosso nell'Interregionale dopo gli spareggi intergirone.
  • 1991-1992 : 10º nel girone H dell'Interregionale.
  • 1992-1993: 2º nel girone H del C.N.D.

Società Calcio Albanova

  • 1993 : Cambia denominazione in S.C. Albanova.
  • 1993-1994 : 2ª nel girone G del C.N.D.   Ripescata in Serie C2.
  • 1994-1995 : 5ª nel girone C di Serie C2.
  • 1995-1996 : 5ª nel girone C di Serie C2.
  • 1996-1997 : 11ª nel girone C di Serie C2.
  • 1997-1998 : 15ª nel girone C di Serie C2.   Retrocede nel Campionato Nazionale Dilettanti. Perde ai play-out contro il Frosinone.

Real Casale

  • 2003 : fondazione della nuova società Real Casale.
  • 2003-2004 : 6ª nel girone A di Promozione Campania.

Casale Promotion

  • 2006-2007 : 10ª nel girone A di Promozione Campania.
  • 2007-2008 : 8ª nel girone A di Promozione Campania.

Alba Casale

  • 2009-2010 : 2ª nel girone A di Seconda Categoria Campania.
  • 2010-2011 : 5ª nel girone A di Seconda Categoria Campania.

A.S.D. Principe

  • 2012 : fondazione della nuova società A.S.D. Principe.
  • 2012-2013 : 1ª nel girone A di Terza Categoria Campania.   Promossa in 2ª Categoria
  • 2013-2014 : 4ª nel girone A di Seconda Categoria Campania. Viene eliminata nella semifinale play-off .
  • 2014-2015 : 2ª nel girone A di Seconda Categoria Campania.   Promossa in 1ª Categoria. Si fonde con il Futsal Pietramelara, di cui assume il nome ufficiale.

Real Albanova (titolo F. Pietramelara)

  • 2015-2016 : 7ª nel girone A di Prima Categoria Campania.
  • 2016 : Rileva il titolo di Eccellenza del Gladiator.

A.S.D. Real Albanova (titolo Gladiator)

  • 2016-2017 : 10° nel girone A di Eccellenza Campania. Non si inscrive al successivo campionato.
Cronistoria della A.S.D. Albanova Calcio (San Cipriano d’Aversa)

A.S.D. Don Peppe Diana

  • Il percorso dell'attuale Albanova Calcio inizia in 3'Categoria. Disputa le partite casalinghe nello stadio comunale di San Cipriano d'Aversa. I primi colori principali sono rosso-blu anziché l'attuale bianco-azzurro.

A.S.D. Albanova Calcio

  • 2016/17   Promossa in Promozione . Cambia la denominazione in A.S.D. Albanova Calcio. Utilizza come Stadio il comunale di Casal di Principe (Angelo Scalzone). Sostituisce i colori principali (dal rosso-blu al bianco-azzurro).

  • 2017-2018:   Promossa in Eccellenza

  • 2018-2019: Milita in Eccellenza Campania Girone A.

StadioModifica

 
Tribuna Coperta
 
Tribuna scoperta del Comunale

Lo Stadio Comunale, situato a ridosso dell'uscita di Casal di Principe sulla strada provinciale Nola-Villa Literno, venne costruito a cavallo tra la fine degli anni 1980 e l'inizio degli anni 1990. La struttura è composta principalmente da una tribuna coperta e una tribuna scoperta dove un piccolo settore è riservato ai tifosi ospiti per un totale di circa 4 000 posti a sedere; è dotata di un impianto di illuminazione formato da quattro grandi riflettori capaci di illuminare tutto l'impianto. Inoltre la struttura comprende anche una pista atletica di 400 metri. Il piazzale antistante la struttura è stato intitolato il 7 giugno 2015 a Domenico Noviello, vittima della camorra. L'impianto ha ospitato le partite interne dell'Albanova e delle compagini di Casal di Principe che si sono susseguite ad essa fino al 2012, quando la struttura è stata dichiarata inagibile e quindi chiusa al pubblico. L'Albanova infatti è stata costretta a giocare le partite casalinghe negli impianti di San Cipriano, Casapesenna e Villa Literno. Con l'avvento della nuova amministrazione comunale nel 2014, grazie all'aiuto dei volontari, l'impianto è stato ripulito anche se l'agibilità fu limitata alla sola pista atletica. Nell'agosto 2015 l'amministrazione ha provveduto a garantire l'agibilità del terreno di gioco e a novembre è arrivata anche l'agibilità per gli spalti. La stessa amministrazione ha pensato di intitolare lo stadio di Casal di Principe ad Angelo Scalzone, campione olimpico casalese che conquistò la medaglia d'oro nel tiro a piattelli alle Olimpiadi di Monaco del 1972.

Organigramma SocietarioModifica

StaffModifica

Staff dell'area amministrativa
  •   Giuseppe Zippo - Presidente
  •   Bruna Improta - Vicepresidente
  •   carica vacante - Direttore generale
  •   carica vacante - Direttore Sportivo
  •   carica vacante - Segretario
  •   Nico Erbaggio - Addetto Stampa

L'Albanova nella cultura di massaModifica

La squadra dell'Albanova è citata nel libro Football Clan, scritto a quattro mani dal magistrato Raffaele Cantone e dal giornalista Gianluca Di Feo.

Allenatori e presidentiModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori della S.C. Albanova
Allenatori

Real Albanova (Casal di Principe)
  • 2012-2016   Pasquale Cavaliere
  • 2016-2017   Marco Miserini
      Vincenzo Potenza
Albanova (San Cipriano d'Aversa)
  • 2012-2013 carica vacante[6]
  • 2013-2017   Giuseppe Mazziotti

  • 2017-2018   Antonio De Stefano
  • 2018-2019   Savio Sarnataro
  • 2019-2020   Antonio De Stefano
Presidenti
  • 1964-1990 ...
  • 1990-1995   Dante Passarelli
  • 1995-1997   Mario Natale
  • 1997-1998   Nicola Cerullo (Amm. unico)
  • 1998-2012 carica vacante[6]

Real Albanova (Casal di Principe)
  • 2012-2016   Umberto Diana
  • 2016-2017   Pasquale Corvino
Albanova (San Cipriano d'Aversa)
  • 2012-2013 carica vacante[6]
  • 2013-2017   Giuseppe Zippo

  • 2017-2019   Francesco Petrillo
  • 2019-2020   Giuseppe Zippo

CalciatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori della S.C. Albanova

Alcuni tra i calciatori più rappresentativi dell'Albanova sono stati:

PalmarèsModifica

Competizioni regionaliModifica

1990-1991 2017-2018
2016-2017 2018-2019

Competizioni provincialiModifica

2012-2013 (girone A)

Competizioni giovaniliModifica

2016-2017 (Girone A)

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 1992-1993 (girone H), 1993-1994 (girone G)
Secondo posto: 2009-2010 (girone A), 2014-2015 (girone A)

Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionatiModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie C2 4 1994-1995 1997-1998 4
Campionato Interregionale 1 1991-1992 3
Campionato Nazionale Dilettanti 2 1992-1993 1993-1994

Campionati Regionali

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
III Terza Categoria 1 2012-2013 5
Seconda Categoria 4 2009-2010 2014-2015
II Prima Categoria 1 2015-2016 2015-2016 11
Promozione 11 1984-1985 2017-2018
I Eccellenza 2 2016-2017 2018-2019 2

Statistiche di squadraModifica

Di seguito sono riportati i primati del club nel corso della sua storia:

Migliori
Peggiori

TifoseriaModifica

StoriaModifica

 
La Gioventù Biancazzurra negli anni novanta.
 
Il Commando Ultras Albanova. Al centro, la pezza in ricordo di Dante Noviello, capo della Gioventù Biancazzurra prematuramente scomparso.
 
Il derby Real Albanova-Albanova del 9 gennaio 2016.

I due gruppi ultras che si distinsero nel periodo d'oro della società furono la Gioventù Biancazzurra Ultrà '94,[7] nata nel 1994 e guidata dallo storico capo Dante Noviello, il gruppo denominato Group rebels,[7] guidato da Mario della Gatta, che sfruttando l'onda dell'entusiasmo riuscì a mettere insieme più di 300 ultras, gli Skizzati[7] e gli irriducibili,[7] i quali si facevano sentire sempre forte quando la squadra scendeva in campo. Nel 1998 il tifo cessò la propria attività, seguendo così le sorti della squadra cancellata dai campionati.

Dopo la ricostituzione della società si formarono due diverse realtà di tifo organizzato, rispettivamente a sostegno di Real Albanova e Albanova. Al seguito della Real Albanova nacque nel 2015 il Commando Ultras Albanova (o sinteticamente C.U.A.), che incontrò anche il vecchio capo Dante Noviello. Dopo la morte di quest'ultimo il gruppo volle ricordarlo con una pezza recante la scritta "Dante vive". L'Albanova invece era inizialmente seguita da un gruppo anonimo. Le due tifoserie erano caratterizzate da una reciproca rivalità, che si manifestò in occasione del doppio derby di Prima categoria della stagione 2015-16. Nell'estate 2017 la sparizione della Real Albanova causò lo scioglimento del Commando Ultras Albanova, mentre contestualmente il tifo dell'Albanova, unica società a continuare la tradizione calcistica, diede vita al gruppo Mentalità paesana che è ancora al seguito dei biancazzurri.

Gemellaggi e rivalitàModifica

Gemellaggi
  •   Bacoli Sibilla: nell'ottobre del 2015 è stato siglato un gemellaggio con il gruppo Q.D.S. nato dalla condivisa rivalità con l'Aversa Normanna.
Amicizie
  • Campania: amicizia stretta nel 2015.
  •   Casalnuovo: tifoserie amiche a partire dal 2016.
Rispetto reciproco
Rivalità
  • Aversa Normanna: nota come derby dell'Agro Aversano, si tratta di una storica ed antica rivalità dovuta a motivi campanilistici. Negli anni '90 tali sfide erano caratterizzate da alta tensione, in seguito le due compagini non hanno avuto più modo di incontrarsi fino alla stagione 2018/2019.

NoteModifica

Voci correlateModifica