Apri il menu principale

Studio Aperto Meteo

rubrica meteorologica di Italia 1
Studio Aperto Meteo
Grafica meteo Studio Aperto 2000-2002.png
Immagine tratta dalle previsioni del 17 ottobre 2000
PaeseItalia
Anno1991 - 2013
Generemeteo
Edizioni23
Lingua originaleitaliano
Crediti
MusicheFabrizio Foschini, Marco Cimino, Luigi Venegoni, Roberto Colombo
Rete televisivaItalia 1

Studio Aperto Meteo era la rubrica meteorologica di Italia 1 andata in onda dal 16 gennaio 1991 al 13 gennaio 2013 a cura del Centro Epson Meteo.

StoriaModifica

Studio Aperto Meteo nasce nel 1991 contemporaneamente a Studio Aperto. Inizialmente la rubrica precedeva il notiziario, per poi andare in onda in coda e infine dopo il notiziario, collocazione mantenuta fino alla chiusura della rubrica.

Le previsioni del tempo erano lette da una speaker, così come usavano fare gli altri meteo Mediaset.

Verso la seconda metà degli anni novanta, la durata del meteo viene ridotta da 2-3 minuti a poco più di 1 minuto, mostrando solo la previsione per la giornata in questione e per il giorno seguente e le temperature. Tale impostazione rimane fino al 2009.

Dal 1999 al 2008, Studio Aperto Meteo andava in onda anche nell'intervallo dei film, sostituito nel 2008 da Meteo Mediaset.

Dal 2008 al 2013, Studio Aperto Meteo viene condotto dai meteorologi del Centro Epson Meteo e non più dagli speaker.

Dal 14 gennaio 2013, la rubrica viene chiusa e sostituita da Meteo.it.

Logo del meteoModifica

Dal 1994 al 2002, la rubrica possedeva un apposito logo in sovrimpressione visibile nel corso del meteo. Tuttavia, non si trattava di un vero logo in sovrimpressione (detto tecnicamente "luminosa", perché era parte integrante dello sfondo della grafica del Meteo e non degli elementi in sovrimpressione della rete come lo erano i loghi di Italia 1 e Studio Aperto). La stessa consuetudine fu mantenuta anche per i bollettini nell'intervallo dei film. Infatti la luminosa di rete scompariva per tutta la durata del Meteo, per poi riapparire durante la sigla di coda (anche se in qualche caso era capitato che è rimasta visibile anche durante la rubrica). Il logo era così strutturato: a sinistra era visibile una parte del logo di Italia 1, e dall'altra parte appariva la scritta "METEO" che stava per "Italia 1 METEO".

Dal 2002 al 2013, durante il meteo c'era il tradizionale logo di Italia 1.

Studio Aperto Meteo, insieme a Meteo 2 e a Meteo 4 dal 1995 al 2013, sono state le tre rubriche a possedere i loghi in sovrimpressione durante le previsioni. Comunque Meteo 4, a differenza delle rubriche di Rai 2 e di Italia 1, utilizzava il logo solo nei bollettini trasmessi dopo il TG4, visto che per l'intervallo dei film utilizzava il tradizionale logo di Rete 4. La stessa cosa accadde solo per Meteo 5 che dal 1992 al 1995 usava il logo del TG5 per le previsioni e dal 1995 al 2013 usava il tradizionale logo di Canale 5.

SiglaModifica

La sigla del meteo usata dal 1991 al 2002 era suonata con il pianoforte di Fabrizio Foschini mentre quella usata dal 2002 al 2013, dal titolo 2001 meteo a, era suonata con un sintetizzatore. La combinazione di pianoforte della sigla del meteo è usata anche prima del ritornello della canzone Splende, interpretata dalla cantante Annalisa.

La musica di sottofondo usata dal 1991 al 2002 era Meteo di Luigi Venegoni e Marco Cimino, mentre quella usata dal 2002 al 2013 era 2001 Sottosotto A, realizzata sempre da Roberto Colombo.

ParodieModifica

Nel 1993, c'era una versione comica della rubrica con Enzo Braschi, dal nome di Unometeo).

Voci correlateModifica