Apri il menu principale

Tessa Worley

sciatrice alpina francese

BiografiaModifica

Stagioni 2005-2008Modifica

Figlia di madre francese e padre australiano,[1] e residente a Le Grand-Bornand, ha iniziato la carriera agonistica nella stagione 2004-2005, quando ha esordito in gare FIS e in Coppa Europa. Ai Mondiali juniores di Formigal 2008 ha ottenuto il primo risultato importante della carriera, vincendo la medaglia di bronzo nello slalom gigante, preceduta di pochi decimi[2] da Anna Fenninger e Viktoria Rebensburg.

L'esordio in Coppa del Mondo è del 4 febbraio 2006 in occasione del gigante di Ofterschwang, nel quale si è piazzata 29ª. Il 27 ottobre 2007 è arrivata quinta, sempre in gigante, sulle nevi di Sölden: un piazzamento significativo sia perché ottenuto a diciotto anni, sia perché la Worley partiva col pettorale n. 46[3].

Stagioni 2009-2012Modifica

Il 29 novembre 2008 nel gigante di Aspen ha conquistato la prima vittoria in Coppa del Mondo, nonché primo podio, grazie soprattutto ad un'ottima seconda manche che le ha permesso di recuperare otto posizioni (era infatti 9ª dopo la prima frazione di gara)[4]; nella stessa stagione ai Mondiali di Val-d'Isère, sua prima presenza iridata, sempre in slalom gigante è stata 7º.

Ha esordito ai Giochi olimpici invernali a Vancouver 2010, classificandosi 16ª nello slalom gigante. L'anno dopo ai Mondiali di Garmisch-Partenkirchen ha vinto l'oro iridato nella gara a squadre e il bronzo in slalom gigante.

Stagioni 2013-2019Modifica

Nel 2013 ai Mondiali di Schladming ha vinto l'oro iridato in slalom gigante e si è classificata 27ª nel supergigante. In dicembre, cadendo nello slalom speciale di Courchevel, si è infortunata gravemente ai legamenti crociati[5]. Ai Mondiali di Vail/Beaver Creek 2015 è stata 24ª nel supergigante e 13ª nello slalom gigante, mentre a quelli Sankt Moritz 2017 ha vinto la medaglia d'oro nello slalom gigante e nella gara a squadre e si è classificata 8ª nel supergigante.

Ai XXIII Giochi olimpici invernali di Pyeongchang 2018 si è classificata 28ª nel supergigante, 7ª nello slalom gigante e 4ª nella gara a squadre, mentre ai Mondiali di Åre 2019 è stata 16ª nel supergigante, 6ª nello slalom gigante e 5ª nella gara a squadre.

PalmarèsModifica

MondialiModifica

Mondiali junioresModifica

Coppa del MondoModifica

Coppa del Mondo - vittorieModifica

Data Località Paese Specialità
29 novembre 2008 Aspen   Stati Uniti GS
12 dicembre 2009 Åre   Svezia GS
27 novembre 2010 Aspen   Stati Uniti GS
12 dicembre 2010 Sankt Moritz   Svizzera GS
28 dicembre 2010 Semmering   Austria GS
21 gennaio 2012 Kranjska Gora   Slovenia GS
12 febbraio 2012 Soldeu   Andorra GS
15 dicembre 2013 Sankt Moritz   Svizzera GS
26 novembre 2016 Killington   Stati Uniti GS
10 dicembre 2016 Sestriere   Italia GS
7 gennaio 2017 Maribor   Slovenia GS
27 gennaio 2018 Lenzerheide   Svizzera GS
27 ottobre 2018 Sölden   Austria GS

Legenda:
GS = slalom gigante

Coppa del Mondo - gare a squadreModifica

  • 1 podio:
    • 1 secondo posto

Coppa EuropaModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 56ª nel 2008
  • 2 podi:
    • 2 terzi posti

Nor-Am CupModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 49ª nel 2008
  • 1 podio:
    • 1 secondo posto

South American CupModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 22ª nel 2008
  • 2 podi:
    • 1 vittoria
    • 1 terzo posto

South American Cup - vittorieModifica

Data Località Paese Specialità
2 settembre 2007 El Colorado   Cile GS

Legenda:

GS = slalom gigante

Campionati francesiModifica

NoteModifica

  1. ^ "La mia vita" sul sito personale [collegamento interrotto], su tessaworley.net. URL consultato il 17 febbraio 2011.
  2. ^ Referto della gara, su data.fis-ski.com. URL consultato il 16 dicembre 2010.
  3. ^ Referto della gara, su data.fis-ski.com. URL consultato il 12 luglio 2010.
  4. ^ Referto della gara, su data.fis-ski.com. URL consultato il 12 luglio 2010.
  5. ^ Tessa Worley, si teme un infortunio grave al ginocchio destro, su neveitalia.it, 17 dicembre 2013. URL consultato il 17 dicembre 2013.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica