Apri il menu principale

The O.C.

serie televisiva statunitense
(Reindirizzamento da The OC)
The O.C.
The OC.png
Immagine dalla sigla della serie
Titolo originaleThe O.C.
PaeseStati Uniti d'America
Anno2003-2007
Formatoserie TV
Generedramma adolescenziale
Stagioni4
Episodi92
Durata42 min (episodio)
Lingua originaleInglese (Usa)
Rapporto4:3 (st. 1)
16:9 (st. 2-4)
Crediti
IdeatoreJosh Schwartz
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
MusicheChristopher Tyng, Richard Marvin
Casa di produzioneCollege Hill Pictures
Wonderland Sound and Vision
Hypnotic Films
Warner Bros. Television
Prima visione
Prima TV originale
Dal5 agosto 2003
Al22 febbraio 2007
Rete televisivaFox
Prima TV in italiano
Dal7 settembre 2004
Al31 maggio 2007
Rete televisivaItalia 1 (st. 1-2)
Mediaset Premium (st. 3-4)

The O.C. è una serie televisiva teen drama statunitense, creata da Josh Schwartz, originariamente trasmessa dal canale televisivo Fox negli Stati Uniti dal 5 agosto 2003 al 22 febbraio 2007, per un totale di quattro stagioni. "O.C." è l'abbreviazione di Orange County, la località della California in cui è ambientata la serie.

In Italia è stata trasmessa dal 2004 al 2007 da Italia 1.

La serie è incentrata sul personaggio di Ryan Atwood, un giovane problematico, introverso, ma dal carattere forte, proveniente da una famiglia disagiata. Ryan viene adottato dai ricchi e filantropi Sandy e Kirsten Cohen. Ryan e il suo fratello adottivo Seth, un adolescente intelligente ma insicuro, affrontano la vita come outsider nel mondo di alta classe di Newport Beach. Nel corso della serie, Ryan e Seth intrecciano relazioni con la ragazza della porta accanto, Marissa Cooper, la cotta d'infanzia di Seth, Summer Roberts, e la solitaria Taylor Townsend. Un elemento che caratterizza la serie, è lo scontro culturale tra la famiglia Cohen, idealista, magnanima e sempre pronta ad aiutare il prossimo, e la comunità di Newport Beach, superficiale, materialista e bigotta. Nella serie sono inclusi elementi del postmodernismo, e funzioni mischiate di melodramma e commedia.[1]

The O.C. è stato trasmesso in più di 50 paesi in tutto il mondo ed è stata una delle serie più famose nel 2003.[2] È stata definita un fenomeno culturale ed ha ricevuto un'accoglienza prevalentemente positiva da parte della critica.[3] Dopo il successo iniziale, nelle successive stagioni la serie ha subito una calo di audience, che ha portato alla cancellazione della serie all'inizio del 2007, nonostante una petizione online che aveva ottenuto oltre 700 000 firme.[4] La serie è stata anche pubblicata su DVD, oltre che su iTunes.[5]

Indice

TramaModifica

La prima stagione si concentra sull'arrivo di Ryan Atwood a Newport Beach per vivere con Sandy, un avvocato, e Kirsten Cohen che lo prendono con loro dopo che la madre lo abbandona e dopo essere finito in galera per aver aiutato il fratello a rubare una macchina. Uno dei temi principali della prima stagione è lo shock culturale che Ryan prova nell'adeguarsi, dopo una vita di abusi domestici e povertà, a vivere in una società superficiale di ricchi. Diventa presto amico di Seth Cohen, ed inizia ad avere una relazione con Marissa Cooper. Benché proveniente da contesti molto diversi, Ryan scopre presto di affrontare problemi simili ai suoi nuovi amici, come il conflitto d'identità e l'alienazione familiare. La relazione tra Ryan e Marissa cresce quando lui l'aiuta ad affrontare il divorzio dei genitori della ragazza. Mentre la serie continua, Ryan assume un ruolo molto protettivo nei confronti di Marissa, mostrando Ryan come una persona più stabile e controllata di quanto non fosse stata ritratta in origine. Altre storie includono la trasformazione di Seth da ragazzo solitario senza amici ad avere due ragazze, Summer ed Anna, così come gli arrivi di Oliver Trask, un adolescente tormentato che fa amicizia con Marissa durante le sedute di terapia, e Theresa Diaz, amica intima di Ryan e sua ex fidanzata proveniente dalla sua città natale, Chino. Nello stesso tempo, Sandy entra in conflitto con Caleb Nichol, il padre di Kirsten e ricco industriale che si dice essere "fondamentalmente il proprietario di Newport".

La seconda stagione continua a seguire le tumultuose storie d'amore tra Ryan e Marissa, tra Seth e Summer e tra Sandy e Kirsten. Josh Schwartz, il creatore della serie ha dichiarato che nella seconda stagione, la serie "non avrebbe più riguardato il passato di Ryan, ora riguarderà il futuro di Ryan", e che in questa stagione "avrebbe rallentato un po' la narrazione... ed i personaggi si sarebbero evoluti."[6] Ad esempio, la storia segue da vicino Ryan nella classe di fisica avanzata, dove si crea tensione tra lui ed un'altra studentessa, Lindsay, che penserà che Ryan sarà inutile come compagno di laboratorio, e quindi gli impedisce di contribuire al lavoro per la presentazione. Il personaggio di Ryan inizia a crescere quando davanti a tutti ammette di non aver partecipato alla presentazione e convince Lindsay a lasciarlo contribuire,ciò li costringe a lavorare insieme per finire il compito. Vengono introdotti un certo numero di personaggi ricorrenti, come D.J., Linsday Gardner, Zach Stevens e Alex Kelly, con i quali i personaggi principali formano una varietà di relazioni. Il fratello di Ryan, Trey Atwood, esce di prigione minacciando di portare la vecchia vita di Ryan nella nuova e la stagione termina con Marissa che spara a Trey dopo che Ryan lo affronta per aver tentanto di abusare sessualmente di Marissa.

Nella terza stagione ci sono molti cambiamenti, per quanto riguarda le relazioni e il potere all'interno della società dei personaggi: Marissa viene espulsa dalla Harbour School e la famiglia Cooper, rimasta con pochi soldi, è costretta a trasferirsi in un parcheggio per roulotte, mentre Marissa inizia a perdere il controllo, abusando di alcol e droghe. Gli altri personaggi pensano al college, con Seth e Summer in competizione per un posto alla Brown University e Ryan che accarezza l'idea di un'educazione post-secondaria, incoraggiato da Sandy e Kirsten ad andare a Berkeley. I progetti di Ryan vengono però messi da parte quando, nel finale della stagione, mentre accompagna Marissa all'aeroporto, finisce fuori strada a causa di Kevin Volchok (l'ultima storia d'amore di Marissa andata storta): nell'incidente Ryan si salva, ma Marissa gli muore tra le braccia.

La quarta e ultima stagione inizia cinque mesi dopo la morte di Marissa: Ryan, distrutto e in lutto, ha lasciato sia casa Cohen che i sogni universitari, e spera in una vendetta su Volchok. L'amore continuo della famiglia Cohen e la compagnia dell'eccentrica Taylor Townsend lo riportano però alla luce, mentre Seth e Summer affrontano i problemi di una relazione a distanza (Summer è infatti via per frequentare il college).

ProduzioneModifica

Josh Schwartz, il creatore della serie che ha inventato i suoi personaggi basandosi su quelli della sua scuola del passato, la Wheeler School nella Rhode Island, ha usato una cosiddetta strategia "Cavallo di Troia" per attirare l'attenzione dei telespettatori americani alla serie. Si incontrò così con i produttori McG e Stephanie Savage e gli sceneggiatori che delinearono la storia di Ryan Atwood, che si sarebbe dovuto innamorare di una bella ragazza di nome Toni Klamut, che avrebbe presto sposato e avrebbe successivamente messo al mondo due figli con lei, e di una adolescente che avrebbe vissuto la sua vita tra fama e gente ricca della contea di Orange. Schwartz però richiamò i produttori e disse che l'idea non era buona e che considerava il filo della storia troppo scontato. In una intervista infatti, Schwartz dichiarò, "Credo che, probabilmente dalle prime pubblicità, la gente pensava che avrebbe assistito ad un altro melodramma scontato. Quello che invece abbiamo prodotto è un genere più ironico e sdolcinato quanto basta per essere definito "melodramma" e forse è proprio per questo che la serie piace."[7]

CastingModifica

Melinda Clarke, che interpreta il ruolo di Julie Cooper, doveva in realtà vestire i panni della madre perfetta, Kirsten Cohen. Nell'episodio pilota, non c'era abbastanza materiale per lei come Julie, così dovette recitare la parte di Kirsten.[8] Più tardi il ruolo di Kirsten invece fu aggiudicato dall'attrice Kelly Rowan. Peter Gallagher e Mischa Barton furono i primi attori ad essere scritturati per lo show. Il ruolo più difficile da assegnare per i produttori fu quello di Ryan Atwood, che venne dato a Benjamin McKenzie all'ultimo minuto. Quando Adam Brody fece il provino per Ryan Atwood, decise di improvvisare tutto. Non destò una buona impressione a Josh Schwartz tanto che quest'ultimo disse ai produttori che non voleva "mai più vedere quel ragazzino". Il mese successivo, quando non avevano ancora trovato nessuno che interpretasse Seth Cohen, i produttori richiamarono Brody per un altro provino. Nonostante Schwartz fosse infastidito dal fatto che l'attore non si attenesse al copione, ammise che poteva dargli una parte. Successivamente Schwartz rivelò che Brody gli ricordava la sua personalità in certi aspetti, cosa che lo rese perfetto per la parte di Seth.

RipreseModifica

The O.C. è in realtà filmata in diverse città balneari della California del sud (40 miglia dalla vera Newport Beach) per ridurre i costi. Molte parti all'interno delle abitazioni e degli uffici, inclusa la casa dei Cohen, sono filmate a Manhattan Beach in California,[9] mentre le parti esterne (come i negozi o i locali) vengono filmate a Redondo Beach[10] e Hermosa Beach.[11]

La piscina dei Cohen è poco profonda e infatti il cast è costretto a girare le scene in ginocchio. Il Newport Group invece è lo stesso che viene usato per il commissariato di Polizia nella serie americana CSI: Miami.[12]

CancellazioneModifica

Negli Stati Uniti The O.C., partito benissimo in termini di ascolti, è crollato dalla terza stagione, fino ad arrivare alla quarta con meno della metà dei telespettatori originari, scendendo dai 10 milioni del debutto, ai 4 milioni circa e terminato quindi per pochi fondi.

Il sedicesimo episodio della quarta stagione in onda il 22 febbraio 2007 negli Stati Uniti, è stato l'ultimo della serie. La FOX decise di cancellare il telefilm. Finite le riprese del telefilm Josh Schwartz ha così dichiarato: "Questo era il momento migliore per chiudere lo show, grazie al cast per il duro lavoro profuso, agli autori e allo staff per aver prodotto con l'ultima la migliore stagione in assoluto, lasciamo adesso che siamo al top della creatività".

Alcuni mesi dopo, uscì la notizia che la rete avversaria americana The CW Television Network avrebbe potuto far traslocare la serie nei suoi palinsesti e che quindi The O.C. avrebbe potuto avere una quinta stagione. Persino il creatore della serie sembrava mandare segnali riguardo al trasloco. In una intervista all'Entertainment Weekly, Josh Schwartz disse: "Questa potrebbe anche non essere l'ultima stagione di sempre. C'è stata qualche speculazione riguardo ad una possibile quinta stagione su un altro network televisivo ma stiamo bene così come siamo al momento."[13] Dopo essere stato intervistato invece da Michael Ausiello di TV Guide, Schwartz replicò, "Mai dire mai, perché poi magari ad un certo punto la situazione potrebbe cambiare. A dir la verità mi piacerebbe creare uno show che abbia per protagoniste Julie e Kaitlin".[14]

Ma il 19 gennaio 2007, il presidente dell'intrattenimento della CW Television Network Dawn Ostroff affermò con chiarezza che non ci sarebbe stato nessun trasloco sulle loro reti. "Ovviamente è venuta fuori la notizia, ma non avrebbe senso per noi registrare diverse stagioni di questa serie."[15] Peter Gallagher, Rachel Bilson, Benjamin McKenzie e Adam Brody[16] condivisero i loro pensieri sulla fine della serie ed erano d'accordo sul destino che avrebbe avuto.

EpisodiModifica

La prima stagione di The O.C. andò in onda sul canale Fox dal 5 agosto 2003 al 22 febbraio 2004. In Italia, Italia 1 trasmise in prima TV le prime due stagioni (dal 7 settembre 2004 al 22 marzo 2006), mentre la terza e la quarta vennero mandate in onda su Mediaset Premium (dal 3 maggio 2006 al 31 maggio 2007).

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 27 2003-2004 2004
Seconda stagione 24 2004-2005 2006
Terza stagione 25 2005-2006 2006
Quarta stagione 16 2006-2007 2007

DVDModifica

The O.C. The Complete Series è uscita negli Stati Uniti e in Canada il 27 novembre 2007 e contiene 28 dischi con 92 episodi (4050 minuti/67 ore e mezza). Gli episodi sono in 16:9 e sono in lingua inglese (Dolby 2.0 Surround) con sottotitoli in inglese disponibili. Il set è contenuto in un cofanetto sfogliabile e include tutti gli speciali contenuti nei DVD di ogni singola stagione. L'uscita del DVD segna anche la prima volta della serie nel formato panoramico poiché ogni episodio è stato rimasterizzato per questa eventualità. Il DVD è anche uscito in Regno Unito il 19 novembre 2007. In Italia sono usciti i cofanetti separati di tutte e quattro le stagioni della serie.

Dopo essersi conclusa, la quarta e ultima stagione uscì su iTunes, insieme allo spinoff animato dello show "Atomic County". Il cofanetto delle quattro stagioni (con tutti gli episodi) è stato reso disponibile in DVD negli Stati Uniti, El Salvador, Belgio, Paesi Bassi, Brasile, Germania, Austria, Canada, Regno Unito, Repubblica Sudafricana, Svizzera, Francia, Messico, Danimarca, Finlandia, Svezia, Australia, Nuova Zelanda, Italia, India, Portogallo, Norvegia, Taiwan e Grecia.

Personaggi e interpretiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di The O.C..

Il cast iniziale della prima stagione era composto da sette attori: Ben McKenzie, Peter Gallagher, Kelly Rowan, Mischa Barton, Adam Brody, Chris Carmack e Tate Donovan. A partire dal quattordicesimo episodio vengono aggiunte al cast fisso le attrici Melinda Clarke e Rachel Bilson, i cui personaggi erano stati concepiti come ricorrenti, ma in seguito resi più centrali grazie al responso del pubblico.

Con la seconda stagione, Chris Carmack viene rimosso dal cast regolare e compare per l'ultima volta nel primo episodio della stagione, mentre viene aggiunto al cast fisso l'attore Alan Dale, dopo essere apparso come ricorrente per buona parte della stagione precedente. Di contro Tate Donovan abbandona la serie dopo il settimo episodio per poi tornare come ospite nel finale di stagione.

Nella terza stagione il cast regolare subisce la sola variazione dell'estromissione di Alan Dale dopo gli eventi del finale della stagione precedente, mentre la quarta vede l'aggiunta delle attrici Autumn Reeser e Willa Holland che erano apparse in modo ricorrente durante la stagione precedente, mentre Mischa Barton non appare più dopo il finale della terza stagione.

Ci sono anche personaggi ricorrenti che, pur non essendo apparsi nel cast regolare, hanno partecipato a diversi episodi interagendo con i personaggi "giovani" della serie e sono: Navi Rawat (Theresa Diaz), Samaire Armstrong (Anna Stern), Taylor Handley (Oliver Trask) e Amanda Righetti (Haley Nichol) nella prima stagione; Olivia Wilde (Alex Kelly), Michael Cassidy (Zach Stevens), Shannon Lucio (Lindsey Gardner), Nicholas Gonzalez (DJ) e Logan Marshall-Green (Trey Atwood) nella seconda; Cam Gigandet (Kevin Volchok) nella terza e quarta; Ryan Donowho (Johnny Harper) e Nikki Reed (Sadie Campbell) nella terza; Chris Pratt (Che) nella quarta stagione.

Colonna sonoraModifica

La colonna sonora principale della serie è California dei Phantom Planet alla sigla di apertura, ma come dichiarato dallo stesso creatore, Josh Schwartz, tutta la serie deve riuscire a trasmettere le emozioni che in quelle occasioni i protagonisti della vicenda stanno provando.

Alcuni dei brani più rappresentativi della colonna sonora del telefilm sono stati inclusi in 6 CD:

La serie in realtà contiene un repertorio di oltre cinquecento brani diversi - suonati in vari momenti e a volte solamente per pochi istanti - ma che tendono a caratterizzare l'universo in cui la serie è ambientata.

RemakeModifica

A settembre 2013[17], esattamente 10 anni dopo l'inizio della serie, è stato annunciato che la Warner Bros. International Television Production decise di creare un riadattamento per Sky Tv Turkey di The O.C. dal titolo Medcezir[18]. La prima stagione, di 38 episodi, è andata in onda su Star TV dal 13 settembre 2013 al 13 giugno 2014[19], mentre la seconda e ultima dal 12 settembre 2014 al 12 giugno 2015.

NoteModifica

  1. ^ (EN) 'Soapedy' a prime-time hit, in tribunedigital-chicagotribune. URL consultato il 21 gennaio 2018.
  2. ^ Associated Press, La serie più vista della Fox viene cancellata. (Regina Leader-Post), 5 gennaio 2007. URL consultato il 10 febbraio 2007 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2007).
  3. ^ Ryan, Seth and co. shine in pop culture phenomenon - Scene - The Observer - University of Notre Dame and Saint Mary's College, su web.archive.org, 3 novembre 2013. URL consultato il 17 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 3 novembre 2013).
  4. ^ (EN) Plagued by low ratings, ‘The O.C.’ gets canceled, in TODAY.com. URL consultato il 21 gennaio 2018.
  5. ^ (EN) The O.C., Season 1 on iTunes, su iTunes. URL consultato il 21 gennaio 2018.
  6. ^ (EN) Brian Linder, The O.C. Strikes Back, su IGN, 26 ottobre 2004. URL consultato il 28 aprile 2019.
  7. ^ Daniel Robert Epstein, Josh Schwartz parla di The O.C., UnderGroundOnline. URL consultato l'8 gennaio 2007 (archiviato dall'url originale il 30 aprile 2005).
  8. ^ Patrick Rush: Il cast per "The O.C."
  9. ^ Seeing Stars: The O.C. -> Studio
  10. ^ Seeing Stars: The O.C. -> Redondo Beach
  11. ^ Seeing Stars: The O.C. -> Hermosa Pier
  12. ^ Seeing Stars: The O.C. -> Newport Group
  13. ^ EW.com: Fox cancella 'The O.C.'!
  14. ^ Josh Schwartz dice ad Ausiello: O.C. su CW? Mai dire mai! Archiviato il 18 maggio 2009 in Internet Archive.
  15. ^ The O.C. su CW? No, grazie![collegamento interrotto]
  16. ^ Il cast nella puntata finale della serie | poponthepop.com
  17. ^ 'The O.C.' Gets Turkish Adaptation - Hollywood Reporter
  18. ^ Celebrity Gossip, foto, video e notizie - Yahoo Celebrity Italia - Yahoo
  19. ^ Un adattamento turco per The O.C. - BadTv.it

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN174322313 · LCCN (ENn2003042639 · GND (DE4811087-5 · WorldCat Identities (ENn2003-042639
  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione