Una pallottola spuntata 2½ - L'odore della paura

film del 1991 diretto da David Zucker
Una pallottola spuntata 2½ - L'odore della paura
Una pallottola spuntata 2½.jpg
Leslie Nielsen e Priscilla Presley mentre simulano la celeberrima scena del film Ghost - Fantasma.
Titolo originaleThe Naked Gun 2½: The Smell of Fear
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1991
Durata85 min
Generecomico
RegiaDavid Zucker
SoggettoDavid Zucker, Pat Proft
SceneggiaturaDavid Zucker, Pat Proft
ProduttoreRobert K. Weiss
Produttore esecutivoJim Abrahams, Jerry Zucker, Gil Netter
FotografiaRobert M. Stevens
MontaggioChristopher Greenbury, James R. Symons
Effetti specialiRoy Arbogast
MusicheIra Newborn
ScenografiaJohn J. Lloyd, Mickey S. Michaels
CostumiTaryn De Chellis
TruccoStephen Abrums, James R. Scribner
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Una pallottola spuntata 2½ - L'odore della paura (The Naked Gun 2½: The Smell of Fear) è un film comico statunitense del 1991 diretto da David Zucker, sequel di Una pallottola spuntata. Gli attori principali sono Leslie Nielsen, Priscilla Presley, George Kennedy e Robert Goulet.

TramaModifica

«L'amore è come la fascia di ozono! Ti accorgi di lui solo quando non c'è più!»

(Frank Drebin)

Frank Drebin è onorato alla Casa Bianca, dove il presidente George HW Bush annuncia che baserà la sua raccomandazione per il programma energetico del paese sul consiglio del dottor Albert Meinheimer, che sarà rivelato durante il discorso del dottore alla cena del National Press Club la settimana successiva . I responsabili delle industrie del carbone e del petrolio (combustibili fossili) e del nucleare sono angosciati da questo fatto, poiché il dottor Meinheimer è un sostenitore delle energie rinnovabili. Jane Spencer, ora separata da Frank e che lavora per il dottor Meinheimer, sta lavorando fino a tardi all'istituto di ricerca di Meinheimer quando vede un uomo che se ne va in un furgone. Un addetto alla manutenzione scopre un orologio con della dinamite attaccata e lo porta alle guardie di sicurezza, che lo attivano accidentalmente.

La mattina dopo, Frank fa conoscenza con Jane mentre la intervista sull'esplosione. Viene mostrato in giro per l'istituto e incontra il fidanzato di Jane, Quentin Hapsburg, dirigente della Hexagon Oil, di cui diventa estremamente geloso. Il capo di Frank, Ed Hocken, trova lui e Jane in un solitario bar blues, dove Frank perde subito l'occasione di fare pace con lei. Nel frattempo, in una riunione dei leader dell'industria "dell'energia", Hapsburg rivela di aver rapito il dottor Meinheimer e di aver trovato un esatto doppio per lui, Earl Hacker, che sosterrà i combustibili fossili e nucleari alla cena del Press Club.

La squadra di polizia rintraccia l'autista del furgone, Hector Savage. Una volta scoperto che la polizia gli sta addosso, Savage si nasconde in una casa, chiedendo soldi e un'auto. Frank guida un carro armato SWAT dentro e attraverso la casa, permettendo inavvertitamente a Savage di scappare, e provoca più danni quando perde il controllo del carro armato e si schianta contro lo zoo cittadino, permettendo agli animali di scappare. A una festa quella sera, Frank nota che il dottor Meinheimer non lo ricorda all'istante, nonostante Jane gli abbia detto che Meinheimer aveva una memoria fotografica. Frank lo affronta nel suo appartamento dopo la festa, ma viene licenziato. Qualche istante dopo, Savage entra in casa e cerca di uccidere Jane. Frank si accorge di Savage e lo uccide ficcandogli in bocca una manichetta antincendio e aprendola al massimo. Jane si rende conto che Frank aveva ragione e i due riaccendono la loro storia d'amore.

Il giorno successivo, la squadra di polizia controlla il quartier generale della Hexagon Oil dove è detenuto il dottor Meinheimer. Frank cerca di entrare sotto copertura nell'edificio, ma invece viene scoperto e legato dagli scagnozzi di Hapsburg. Frank e il dottor Meinheimer vengono infine liberati e la squadra di polizia procede alla cena del club della stampa. Trovando la loro unica strada chiusa a chiave, Frank, Ed, Nordberg e il dottor Meinheimer requisiscono i costumi di una banda di mariachi e si dirigono all'interno, dove alla fine Hacker viene intercettato, permettendo a Meinheimer di pronunciare il suo discorso. Hapsburg fugge dalla cena e porta Jane con sé. Dopo una sparatoria sul tetto dell'edificio, Hapsburg informa Frank di aver truccato l'edificio con un piccolo ordigno nucleare che ucciderà tutti tranne lui e renderà inutile il discorso del dottor Meinheimer. Dopo un combattimento, Frank tenta di estorcere il codice di disarmo della bomba da Hapsburg, ma Ed entra e lancia Hapsburg da una finestra. Hapsburg colpisce una tenda da sole sottostante e riesce a raggiungere il marciapiede illeso, ma viene immediatamente ucciso da un leone fuggito dallo zoo.

Frank e Jane tentano di disarmare la bomba mentre Ed e Nordberg tornano nella sala da ballo per evacuare. Dopo diversi tentativi falliti, Frank riesce finalmente a disarmare la bomba all'ultimo secondo inciampando nel suo cavo di alimentazione, scollegandolo. Frank è elogiato dal Presidente, che gli offre un posto speciale come capo del Federal Bureau of Police Squad. Frank rifiuta, chiedendo invece a Jane di sposarlo, cosa che lei accetta.

AccoglienzaModifica

BotteghinoModifica

Una pallottola spuntata 2½ - L'odore della paura ha battuto Robin Hood - Principe dei ladri dal primo posto al botteghino. Ha incassato $ 86,9 milioni negli Stati Uniti e in Canada e ha fatto anche meglio a livello internazionale, incassando $ 105 milioni per un totale mondiale di $ 192 milioni contro un budget dichiarato di $ 23 milioni. È stato il decimo film con le migliori prestazioni del 1991 negli Stati Uniti.[1]

CriticaModifica

Su Rotten Tomatoes, il film ha un indice di gradimento del 57% basato su 42 recensioni, con una valutazione media di 5,9/10. Il consenso critico del sito web recita: "Una pallottola spuntata 2½ - L'odore della paura offre una manciata di risate moderate, ma nel complesso, le sue buffonate tese impallidiscono in confronto al suo predecessore spaccacuore."[2] Su Metacritic, il film ha un punteggio medio ponderato di 65 su 100, sulla base di 21 critici, indicando "recensioni generalmente favorevoli".[3]

Owen Gleiberman di Entertainment Weekly gli ha assegnato una B+, ma ha osservato che in qualche modo era "il più prevedibile dei film ZAZ. Anche l'incoerente Top Secret! (1984), un ibrido folle di film di Elvis e thriller di spionaggio della seconda guerra mondiale, ha avuto passaggi molto più selvaggi. Eppure prenderò meno ZAZ sulla maggior parte della concorrenza ogni giorno. Le loro commedie non solo ti fanno ridere. Ti mettono all'interno di un nuovo mondo a specchio, un mondo in cui nessun dettaglio è troppo piccolo per il ridicolo, e dove Leslie Nielsen (che lo benedica) può essere una star del cinema".[4] Kenneth Turan ha scritto sul Los Angeles Times che si dovrebbe "considerare Una pallottola spuntata 2½ - L' odore della paura. Il titolo è abbastanza divertente, così come i titoli di coda ("Un Film de David Zucker"), e la grafica chiave, che mostra l'impavido tenente Frank Drebin a gambe aperte su un paio di proiettili in corsa, fa bene anche a una risatina. Ma è qui che finiscono le risate, amico. Perché l'unica cosa di Una pallottola spuntata che non ti farà ridere è il film stesso."[5]

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema