Vladimir Petrović

allenatore di calcio e ex calciatore serbo
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Vladimir Petrović (disambigua).
Vladimir Petrović
Petrovich.JPG
Nazionalità   Jugoslavia
  Jugoslavia (dal 1992)
  Serbia e Montenegro (dal 2003)
  Serbia (dal 2006)
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Termine carriera 1988 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1972-1982Stella Rossa257 (49)
1983Arsenal13 (2)
1983-1985Anversa48 (10)
1986-1987Standard Liegi31 (5)
1987-1988Nancy29 (1)
1988Nancy 22 (0)
Nazionale
1973-1982  Jugoslavia34 (5)
Carriera da allenatore
1996-1997Stella Rossa
1999Bor
1999-2000Atromītos
2004  Serbia e Montenegro U-21
2005-2007Dalian Shide
2007-2008  Cina
2009-2010Stella Rossa
2010Timișoara
2010-2011  Serbia
2013  Iraq
2013-2014  Yemen
2015OFK Belgrado
Palmarès
  Jugoslavia
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Oro 1978
  Serbia e Montenegro
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Argento Germania 2004
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Vladimir Petrović detto Pižon (Belgrado, 1º luglio 1955) è un allenatore di calcio ed ex calciatore serbo.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Nato a Belgrado, in Serbia, dopo aver militato nelle giovanili, debuttò a 16 anni, nel 1971, con la prima squadra della Stella Rossa. Con questa formazione giocò ufficialmente in 526 gare vincendo quattro campionati di Jugoslavia, due Coppe di Jugoslavia oltre a raggiungere la finale della Coppa UEFA 1978-1979 persa contro il Borussia Mönchengladbach.

Nel dicembre 1982 si trasferì per un breve periodo all'Arsenal, totalizzando 13 apparizioni con la formazione londinese. Nel giugno 1983 si trasferì in Belgio, dapprima al Anversa e poi allo Standard Liegi, prima di chiudere la carriera in Francia, al Nancy.

Con la Nazionale jugoslava vanta 34 presenze e la partecipazione ai Mondiali di calcio Spagna 1982.

AllenatoreModifica

Appese le scarpette al chiodo, come vice-allenatore, vinse la Coppa dei Campioni 1990-1991 con la Stella Rossa, e come suo allenatore la Coppa di Jugoslavia del 1996.

Trasferitosi alla guida della nazionale serba under-21 raggiunse la finale del Campionato europeo di calcio under-21 2004, perdendo contro l'Italia. Ha guidato la spedizione serbo-montenegrina ai Giochi olimpici di Atene 2004.

Dal 2005 è l'allenatore della squadra cinese del Dalian Shide, con cui ha vinto il campionato e la Coppa della Cina del 2005.

Nel settembre del 2007 viene nominato allenatore della nazionale cinese, ma dopo aver fallito le qualificazioni ai Mondiali del 2010 viene licenziato.

Il 3 giugno 2009 viene ingaggiato dalla Stella Rossa, dove rimane per una sola stagione. Passa quindi al Timişoara fino a quando, il 14 settembre 2010, viene chiamato alla guida della Serbia al posto dell'esonerato Radomir Antić. Il 14 ottobre 2011 viene però esonerato dopo la clamorosa eliminazione nel girone di qualificazione a Euro 2012.

Nel 2013 guida per poco tempo l'Iraq, per poi assumere le redini dello Yemen nel dicembre 2013. Si dimette nel maggio 2014, alla scadenza del contratto.

Nel 2015 guida per alcuni mesi l'OFK Belgrado.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Stella Rossa: 1972-1973, 1976-1977, 1979-1980, 1980-1981
Stella Rossa: 1971, 1982

NazionaleModifica

1978

IndividualeModifica

1980

AllenatoreModifica

Stella Rossa: 1997
Dalian Shide: 2005
Dalian Shide: 2005

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica