Apri il menu principale
8 Mile
Trailer 8 Mile.jpg
La celebre sfida finale tra Papa Doc e B-Rabbit
Titolo originale8 Mile
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2002
Durata110 min
Rapporto2,35:1
Generebiografico, drammatico, musicale
RegiaCurtis Hanson
SceneggiaturaScott Silver
Casa di produzioneUniversal Pictures
Distribuzione in italianoUniversal
FotografiaRodrigo Prieto
MontaggioCraig Hitson, Jay Rabinowitz
Effetti specialiGrace & Wild Digital Studios
MusicheDr. Dre, Eminem, Jay-Z, Nas, Rakim, Kid Rock, Xzibit, Tupac, Biggie, Mobb Depp, Method Man, Lynyrd Skynyrd, Show & AG, Junior Mafia, Wu Tang Clan, South Central Cartel
ScenografiaPhilip Messina
CostumiMark Bridges
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

8 Mile è un film del 2002 diretto da Curtis Hanson, con protagonista il celebre rapper Eminem. Il film è ispirato alla vera storia del cantante statunitense con le numerose difficoltà che ha dovuto affrontare prima di diventare famoso. La pellicola è uscita nelle sale americane il 6 novembre 2002, mentre nelle sale italiane il 14 marzo 2003.

Nel 2012 la rivista Billboard ha stilato una classifica dei migliori film sulla cultura hip hop e 8 Mile è stato messo in seconda posizione.[1] Il personaggio di Lil Tic è interpretato dal rapper Proof, grande amico di Eminem deceduto nel 2006.

Lose Yourself, tratta dal film, è stata la prima canzone rap ad aver vinto un premio Oscar per la migliore canzone.

TramaModifica

Detroit, 1995. Sulla 8 Mile Road, una strada malfamata della città che divide il quartiere bianco da quello nero, Jimmy Smith Jr. (Eminem), detto B-Rabbit, è uno dei pochi ragazzi bianchi che vivono nel quartiere nero che cerca di sfondare nel mondo dell'hip hop, ma deve fronteggiare problemi familiari, specialmente con la madre alcolizzata, il suo compagno Greg, la sua amata sorellina Lily e l'avviso di sfratto. Jimmy viene iscritto ad una sfida freestyle che non riesce ad affrontare per la sua timidezza e per il suo imbarazzo di essere l'unico bianco a fronteggiare solo neri. Successivamente riuscirà a prendersi la sua rivincita allo Shelter, il locale dove si sfidavano alcuni aspiranti rapper, e a tirare fuori il suo talento battendo Papa Doc, il "capo" del Free World che spesso aveva colto l'occasione per umiliare lui e i suoi amici.

RiconoscimentiModifica

AccoglienzaModifica

CriticaModifica

Il sito aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes riporta che il 76% delle 206 recensioni professionali ha dato un giudizio positivo sul film, con una media di voto del 7 su 10. Su Metacritic il film detiene un punteggio del 77 su 100, basato sul parere di 38 critici.

IncassiModifica

Il film ha incassato negli USA circa $ 116.750.901, mentre in Italia circa € 7.167.558.

CuriositàModifica

Il rap a cappella finale con cui Jimmy batte Papa Doc fu improvvisato sul momento da Eminem. Il fatto che tale parte non fosse prevista nel copione rese ancora più credibile la scena.[senza fonte]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Erika Ramirez, Top 10 Best Hip-Hop Movies Ever, Billboard, 8 novembre 2012. URL consultato il 12 novembre 2012.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica