Apri il menu principale

Agnese Dubbini

attrice e mezzosoprano italiana

CarrieraModifica

CinemaModifica

Dall'esordio in Il pirata sono io! di Mario Mattoli del 1940, inizia la carriera di attrice di secondo o terzo piano. Va citata la sua partecipazione in L'onorevole Angelina di Luigi Zampa del 1947 con Anna Magnani[1] e I bambini ci guardano di Vittorio De Sica del 1944[2].

È Adriana nel film Al diavolo la celebrità del 1949, la storia del Faust di Goethe in chiave comica, il secondo film, dopo Totò cerca casa, diretto dalla coppia Mario Monicelli e Steno.

Recita nel ruolo di Madama Botti nel film del 1954 interpretato da Ingrid Bergman e diretto da Roberto Rossellini, Giovanna d'Arco al rogo, basato sull'omonima opera musicale con la musica di Arthur Honegger e il libretto di Paul Claudel. La pellicola è la trasposizione cinematografica dello spettacolo teatrale diretto da Gianandrea Gavazzeni, messo in scena il 5 dicembre 1953 al Teatro San Carlo di Napoli con Ingrid Bergman, Tullio Carminati, Marcella Pobbe, Miriam Pirazzini, Giacinto Prandelli e Piero De Palma[3].

Interpreta la madre di Mimì nel film Siamo uomini o caporali del 1955 diretto da Camillo Mastrocinque con Totò, Paolo Stoppa, Fiorella Mari, Nerio Bernardi e Vincent Barbi[4].

OperaModifica

Reciterà fino a metà anni cinquanta, alternando la carriera di attrice a quella di mezzosoprano. Con quest'ultimo ruolo si contano alcune incisioni una delle quali, il Gianni Schicchi di Puccini, con l'Orchestra RAI di Torino. Nel 1937 interpreta Beatrice[5] nell'opera Le donne curiose di Ermanno Wolf-Ferrari su libretto di Luigi Sugana tratto dalla commedia omonima di Carlo Goldoni.

Al fianco di Pia Tassinari (Rosaura), Margherita Carosio (Colombina), Giovanni Malipiero (Florindo) e Iris Adami Corradetti (Eleonora) e sotto la direzione di Vincenzo Bellezza[6]. Il 22 marzo 1938 interpreta Berta ne Il barbiere di Siviglia, dramma comico in 2 atti di Gioachino Rossini, sul libretto di Cesare Sterbini (da Le barbier de Séville ou La précaution inutile di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais), insieme a Margherita Carosio (Rosina), Tito Schipa/Bruno Landi (Almaviva), Carlo Galeffi (Figaro), Giacomo Vaghi (Don Basilio)[7]. Lo spettacolo viene replicato quattro giorni dopo sulla scena del Teatro dell'Opera di Roma, con Gianna Perea Labia nel ruolo di Rosina, Giulio Gari che impersona Almaviva, Carlo Galeffi che interpreta Figaro, con la regia di Marcello Govoni, la scenografia di Camillo Parravicini, dirittore d'orchestra Vincenzo Bellezza[7].

Lo stesso Vincenzo Bellezza che dirige nel 1939 Boris Godunov op.58, dramma musicale in 4 atti di Modest Petrovič Musorgskij con Agnese Dubbini nel ruolo dell'ostessa, insieme al soprano Claudia Saghin (Ksenija), al mezzosoprano Ebe Stignani (Marina), al tenore Giuseppe Nessi (Vasilij Šujskij) e al baritono Tito Gobbi (Šcelkalov)[7].

Nel 1947, assieme a Adriana Perris, Alvinio Misciano, Ferdinando Li Donni è tra gli interpreti principali nell'opera presentata presso l'Auditorium RAI di Roma e diretta da Riccardo Santarelli (rappresentato l'anno successivo al Teatro Municipale di San Gallo). Presso lo stesso auditorium, nel 1948, insieme a Boris Cristoff, Alessandro Wesselowski e Mascia Predit viene diretta da Carlo Maria Giulini[8].

FilmografiaModifica

Repertorio operistico[11]Modifica

Ruolo Opera Compositore Stagione
Bersi Andrea Chénier Umberto Giordano 1933-34 1935-36 1938-39
L'ostessa Boris Godunov Modest Petrovič Musorgskij 1936-37 1938-39 1946-47
Mercedes Carmen Georges Bizet 1933-34 1937-38
Lucia Cavalleria rusticana Pietro Mascagni 1937-38
Madre di Conchita Conchita Riccardo Zandonai 1939-40
La governante Cyrano de Bergerac Franco Alfano 1935-36
Marta Faust Charles Gounod 1934-35 1947-48
Una delle suplici Fedra Ildebrando Pizzetti 1934-35
La schiava Francesca da Rimini Riccardo Zandonai 1936-37
Zita Gianni Schicchi Giacomo Puccini 1935-36 1946-47
Ringraziata Ginevra degli Almieri Mario Peragallo 1936-37
Un'ostessa I cavalieri di Ekebù Riccardo Zandonai 1937-38
Berta Il barbiere di Siviglia[12] Gioachino Rossini 1934-35 1937-38
Un'altra donna Il Dibuk Lodovico Rocca 1935-36 1937-38
Tetamanzia Il Dottor Oss Annibale Bizzelli 1935-36
L'intendente Amelfa Il gallo d'oro Nikolaj Rimskij-Korsakov 1939-40
L'astrologa Il re[13] Umberto Giordano 1937-38 1939-40
La Frugola Il Tabarro Giacomo Puccini 1935-36
La Regina Caterina L'uomo nero Norbert Schultze 1939-40
Wowkle La fanciulla del west Giacomo Puccini 1936-37
Orsola La farsa amorosa Riccardo Zandonai 1932-33 1934-35
Prima madre - La padrona del caffè La favola del figlio cambiato Gian Francesco Malipiero 1933-34
La cieca La Gioconda Amilcare Ponchielli 1937-38
Beatrice Le donne curiose Ermanno Wolf-Ferrari 1937-38
Marcellina Le nozze di Figaro Wolfgang Amadeus Mozart 1933-34 1938-39 1945-46
La spazzina Luisa (Louise) Gustave Charpentier 1947-48
Una voce Lumawig e la saetta Adriano Lualdi 1936-37
Suzuki Madama Butterfly Giacomo Puccini 1935-36
La rossa Madame Sans-Gêne Umberto Giordano 1936-37
Marta Mefistofele Arrigo Boito 1935-36 1937-38 1948
La balia levantina Orséolo Ildebrando Pizzetti 1935-36
Anna Risurrezione Franco Alfano 1932-33 1946-47

NoteModifica

  1. ^ Dubbini Agnese, su tototruffa2002.it.
  2. ^ Jacek Klinowski, Jacek Klinowski e Adam Garbicz, Feature Cinema in the 20th Century: Volume One: 1913-1950: a Comprehensive Guide, Planet RGB Limited, 2012, ISBN 9781624075643.
  3. ^ Giovanna d'Arco al rogo, su filmtv.it.
  4. ^ a b Orio Caldiron, Totò, Gremese Editore, 2001, p. 88, 169, ISBN 9788877424136.
  5. ^ Le donne curiose (1937), su teatronovecento.it.
  6. ^ Rivista nazionale di musica, Ausonia, 1938.
  7. ^ a b c Almanacco di Gherardo Casaglia, su almanac-gherardo-casaglia.com.
  8. ^ Mario Morini, Nandi Ostali e Piero Ostali, Casa musicale Sonzogno: cronologie, saggi, testimonianze, Casa musicale Sonzogno, University of Minnesota, 2010.
  9. ^ Mirko Riazzoli, Cronologia del cinema italiano dalle origini ai giorni nostri, su books.google.it, 2018, ISBN 9788827810415.
  10. ^ Roberto Chiti, Roberto Poppi, Dizionario del cinema italiano: Dal 1945 al 1959, Gremese Editore, 1991, ISBN 9788876055485.
  11. ^ Agnese Dubbini, Teatro dell'Opera di Roma
  12. ^ Il Barbiere di Siviglia 1937-38 marzo, su archiviostorico.operaroma.it.
  13. ^ Il re 1939-40, su archiviostorico.operaroma.it.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN79759710 · ISNI (EN0000 0000 5691 0354 · LCCN (ENno2013008920 · GND (DE134747429 · BNF (FRcb141733613 (data) · WorldCat Identities (ENno2013-008920