Almaty

città del Kazakistan
(Reindirizzamento da Alma-Ata)

Almaty (in kazako Алматы?; in russo Алма-Ата?, Alma-Ata) è la città più popolosa del Kazakistan, con 1948800 abitanti[1]. Situata sulle pendici dei monti Trans-Ili Alatau, presso la frontiera con il Kirghizistan, fu la capitale dello Stato fino al 1997[2].

Almaty
città autonoma
Алматы
Almaty – Stemma
Almaty – Bandiera
Almaty – Veduta
Almaty – Veduta
Localizzazione
StatoBandiera del Kazakistan Kazakistan
RegioneAlmaty
DistrettoNon presente
Amministrazione
SindacoBauyrzhan Baybek
Territorio
Coordinate43°14′24″N 76°54′54″E
Altitudine785 m s.l.m.
Superficie682 km²
Abitanti1 948 800[1] (7-6-2019)
Densità2 857,48 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale050000–050063
Prefisso+7 (727)
Fuso orarioUTC+6
ISO 3166-2KZ-75
Targa02 e A
Cartografia
Almaty – Localizzazione
Almaty – Localizzazione
Sito istituzionale

Geografia fisica

modifica

Importante nodo ferroviario, presenta un tessuto economico sviluppato (industrie agricole, alimentari, meccaniche)[2]. È sede di un'università e di un'Accademia delle scienze[2].

 
La cattedrale ortodossa dell'Ascensione

La città venne fondata ai piedi delle montagne del Tien Shan con il nome di Forte Zailiysky da un gruppo di cosacchi proveniente da Omsk nel 1854[2]. Un anno dopo fu ribattezzata Vernyj e mantenne tale nome fino al 1921[2]. A causa di un devastante terremoto nel 1887 la città venne quasi completamente rasa al suolo: solo la cattedrale russo-ortodossa rimase in piedi. Negli anni venti, dopo il completamento della ferrovia tra la Siberia e il Turkestan[2], Alma-Ata, il nome con cui era conosciuta all'epoca, conobbe un certo benessere economico in quanto stazione importante della tratta sopracitata. Nel 1929 Alma-Ata divenne la capitale della Repubblica Socialista Sovietica Kazaka.

Il nome "Almaty" significa "il posto con le mele" in kazako, la versione più formale del nome, Alma-Ata, significa "il padre della mela". Infatti nella regione circostante la città, la grande diversità genetica tra le mele selvatiche (alma) suggerisce che la mela "domestica" sia originaria del Kazakistan sud-orientale.

Nel 1978 Alma-Ata fu sede della conferenza internazionale sull'assistenza sanitaria al termine della quale venne adottata la dichiarazione di Alma Ata sull'assistenza sanitaria primaria, organizzata da OMS e UNICEF e patrocinata dall'Unione Sovietica.

Nel 1991 il trattato che pose fine all'Unione Sovietica e istituì la Comunità degli Stati Indipendenti venne firmato ad Alma-Ata: alla fine di quello stesso anno la città, che acquisì la denominazione kazaka di Almaty, divenne capitale della nuova repubblica e rimase tale fino al 1997, quando le funzioni furono trasferite ad Astana.

Almaty rimane comunque la più grande città kazaka e il più grande centro commerciale della nazione[2].

Almaty
(1991-2020)
Fonte:[3]
Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic InvPriEst Aut
T. max. media (°C) 0,52,79,917,822,927,930,529,724,516,98,12,01,716,929,416,516,1
T. media (°C) −4,6−2,44,512,117,122,124,423,318,010,62,9−2,7−3,211,223,310,510,4
T. min. media (°C) −8,1−6,2−0,26,811,516,418,617,312,05,3−1,0−6,1−6,86,017,45,45,5
T. max. assoluta (°C) 16,8
(1940)
21,9
(2016)
29,8
(2018)
33,2
(1946)
35,8
(2014)
39,3
(1977)
41,7
(1997)
40,5
(1944)
38,1
(1998)
31,4
(2015)
26,5
(2017)
19,2
(1989)
21,935,841,738,141,7
T. min. assoluta (°C) −30,1
(1969)
−37,7
(1951)
−24,8
(1920)
−10,9
(2003)
−7,0
(1931)
2,0
(1927)
7,3
(1926)
4,7
(1978)
−3,0
(1969)
−11,9
(1987)
−34,1
(1952)
−31,8
(1952)
−37,7−24,82,0−34,1−37,7
Nuvolosità (okta al giorno) 6,66,77,06,56,65,95,64,64,05,26,26,56,66,75,45,16,0
Precipitazioni (mm) 3443731139959433428495544121285136132674
Giorni di pioggia 451114151515109108615404027122
Nevicate (cm) 151450000001283750345
Giorni di neve 1113820,20,00,00,10,12,06,011,035,010,20,18,153,4
Giorni di nebbia 66510,20,10,10,10,21,05,08,020,06,20,36,232,7
Umidità relativa media (%) 77777159564946454964747977,76246,762,362,2
Vento (direzione-m/s) N
0,8
N
0,8
N
1,0
N
1,2
S
1,2
S
1,1
S
1,2
S
1,1
SE
1,0
SE
0,9
N
0,8
N
0,8
0,81,11,10,91,0

Società

modifica

Evoluzione demografica

modifica

Gruppi etnici (2019):

Infrastrutture e trasporti

modifica

La città è servita dall'aeroporto di Almaty e ha una metropolitana aperta nel 2011 con una linea.

 
Bandy ai VII Giochi asiatici invernali

Nel 2005 la città si è candidata per ospitare la XXII edizione dei Giochi olimpici invernali nel 2014 che, nella votazione tenutasi in Guatemala il 4 luglio 2007, sono stati invece aggiudicati alla città russa di Soči. Nell'occasione sono stati realizzati vari impianti sportivi rendendo Almaty una stazione sciistica specializzata nello sci nordico, tra i quali il trampolino Gorney Gigant; in seguito la città ha ospitato, assieme ad Astana, i VII Giochi asiatici invernali nel 2011. La città si è ricandidata, senza successo, per ospitare le Olimpiadi invernali del 2022.

La squadra principale è il Qaýrat Fwtbol Klwbı.

Amministrazione

modifica

Gemellaggi

modifica

Onorificenze

modifica
  1. ^ a b (ENKK) Almaty city, su Stat.gov.kz, 7 giugno 2019. URL consultato il 17 settembre 2020 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2021).
  2. ^ a b c d e f g Almaty, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.  
  3. ^ (RU) Погода и климат

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN312795957 · LCCN (ENn79134880 · GND (DE4084985-5 · BNF (FRcb119699718 (data) · J9U (ENHE987007554933305171