Apri il menu principale
Andi Langenhan
2018-01-11 Olympiaeinkleidung Deutschland 2018 by Sandro Halank–16.jpg
Langenhan a Monaco di Baviera durante la presentazione del team tedesco che ha preso parte a Pyeongchang 2018
Nazionalità Germania Germania
Altezza 181 cm
Peso 84 kg
Slittino Luge pictogram.svg
Specialità Singolo
Squadra RC Zella-Mehlis
Ritirato 2018
Palmarès
Mondiali 0 2 2
Europei 1 2 0
Campionati tedeschi 2 2 1
Coppa del Mondo - Singolo sprint 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 17 marzo 2018

Andi Langenhan (Suhl, 1º ottobre 1984) è un ex slittinista tedesco.

Indice

BiografiaModifica

Iniziò a gareggiare per la nazionale tedesca nelle varie categorie giovanili nella specialità del singolo, ottenendo un terzo posto nella classifica finale della Coppa del Mondo giovani nel singolo nella stagione 2000/01 ed altri due terzi posti in quella juniores nel 2001/02 e nel 2003/04, sempre nella specialità individuale.

A livello assoluto esordì in Coppa del Mondo nella stagione 2004/05, conquistò il primo podio, nonché la prima vittoria, il 30 novembre 2008 nel singolo a Igls. In classifica generale come miglior risultato ottenne il secondo posto nel singolo in tre occasioni: nel 2011/12, nel 2012/13 e nel 2014/15, inoltre vinse la Coppa nella specialità del singolo sprint nel 2014/15.

Prese parte a tre edizioni dei Giochi olimpici invernali, tutte le volte nel singolo: a Vancouver 2010 concluse al quinto posto, a Soči 2014 giunse in quarta posizione ed a Pyeongchang 2018, in quella che fu la sua ultima competizione a livello internazionale[1], colse la decima piazza.

Prese parte altresì a nove edizioni dei campionati mondiali in cui ottenne quattro medaglie: due d'argento, nel singolo a Whistler 2013 e nel singolo sprint a Schönau am Königssee 2016, e due di bronzo, entrambe nel singolo, a Oberhof 2008 e a Cesana Torinese 2011.

Nelle rassegne continentali conquistò una medaglia d'oro ed una d'argento nel singolo, rispettivamente a Paramonovo 2012 e a Oberhof 2013; nell'edizione di Paramonovo 2012 ottenne anche la medaglia d'argento nella gara a squadre. Vinse inoltre due titoli nazionali nella specialità individuale.

PalmarèsModifica

MondialiModifica

EuropeiModifica

Coppa del MondoModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale nel singolo: 2° nel 2011/12, nel 2012/13 e nel 2014/15.
  • Vincitore della Coppa del Mondo nella specialità del singolo sprint nel 2014/15.
  • 33 podi (26 nel singolo, 2 nel singolo sprint e 5 nelle gare a squadre):
    • 11 vittorie (7 nel singolo e 4 nella gara a squadre);
    • 11 secondi posti (9 nel singolo, 1 nel singolo sprint e 1 nella gara a squadre);
    • 11 terzi posti (10 nel singolo, 1 nel singolo sprint).

Coppa del Mondo - vittorieModifica

Data Luogo Paese Disciplina
30 novembre 2008 Igls   Austria Singolo
17 gennaio 2010 Oberhof   Germania Singolo
28 novembre 2010 Igls   Austria Gara a squadre
con Tatjana Hüfner, Tobias Wendl e Tobias Arlt
17 dicembre 2011 Calgary   Canada Singolo
29 gennaio 2012 Sankt Moritz   Svizzera Singolo
26 febbraio 2012 Paramonovo   Russia Singolo
2 dicembre 2012 Schönau am Königssee   Germania Singolo
24 febbraio 2013 Soči   Russia Singolo
24 febbraio 2013 Soči   Russia Gara a squadre
con Tatjana Hüfner, Tobias Wendl e Tobias Arlt
29 novembre 2015 Igls   Austria Gara a squadre
con Dajana Eitberger, Toni Eggert e Sascha Benecken
19 febbraio 2017 Pyeongchang   Corea del Sud Gara a squadre
con Natalie Geisenberger, Toni Eggert e Sascha Benecken

Coppa del Mondo junioresModifica

Coppa del Mondo giovaniModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale nel singolo: 3° nel 2000/01.

Campionati tedeschiModifica

  • 5 medaglie:
    • 2 ori (singolo ad Oberhof 2015; singolo ad Altenberg 2018);
    • 2 argenti (singolo a Schönau am Königssee 2009; singolo a Schönau am Königssee 2013);
    • 1 bronzo (singolo ad Oberhof 2011).

NoteModifica

  1. ^ (EN) Andi Langenhan joins Erin Hamlin and Sam Edney by announcing his retirement, Federazione Internazionale Slittino, 20 febbraio 2018. URL consultato il 17 marzo 2018 (archiviato il 28 febbraio 2018).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica