Apri il menu principale

Gran Premio d'Italia 1992

corsa automobilistica
Italia Gran Premio d'Italia 1992
529º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 13 di 16 del Campionato 1992
Autodromo Nazionale di Monza
Autodromo Nazionale di Monza
Data 13 settembre 1992
Nome ufficiale LXIII Gran Premio d'Italia
Luogo Autodromo Nazionale di Monza
Percorso 5.800 km
Circuito permanente
Distanza 53 giri, 307.400 km
Clima Sereno
Risultati
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Nigel Mansell Regno Unito Nigel Mansell
Williams - Renault in 1'22"221 Williams - Renault in 1'26"119
(nel giro 39)
Podio
1. Brasile Ayrton Senna
McLaren - Honda
2. Regno Unito Martin Brundle
Benetton - Ford
3. Germania Michael Schumacher
Benetton - Ford

Il Gran Premio d'Italia 1992 si è svolto domenica 13 settembre 1992 sul circuito di Monza. La gara è stata vinta da Ayrton Senna su McLaren seguito da Martin Brundle su Benetton e da Michael Schumacher su Benetton.

Prima della garaModifica

QualificheModifica

Mansell conquista l'undicesima pole position stagionale, precedendo Senna e Alesi, alla guida di una Ferrari più competitiva del solito. Quarto è Patrese, seguito da Berger, Schumacher, Capelli, Boutsen, Brundle e Gachot.

ClassificaModifica

Pos No Pilota Costruttore Tempo Distacco
1 5   Nigel Mansell Williams - Renault 1:22.221
2 1   Ayrton Senna McLaren - Honda 1:22.822 +0.601
3 27   Jean Alesi Ferrari 1:22.976 +0.755
4 6   Riccardo Patrese Williams - Renault 1:23.022 +0.801
5 2   Gerhard Berger McLaren - Honda 1:23.112 +0.891
6 19   Michael Schumacher Benetton - Ford 1:23.629 +1.408
7 28   Ivan Capelli Ferrari 1:24.321 +2.100
8 25   Thierry Boutsen Ligier - Renault 1:24.413 +2.192
9 20   Martin Brundle Benetton - Ford 1:24.551 +2.330
10 29   Bertrand Gachot Venturi Larrousse - Lamborghini 1:24.654 +2.433
11 11   Mika Häkkinen Lotus - Ford 1:24.807 +2.586
12 24   Gianni Morbidelli Minardi - Lamborghini 1:24.912 +2.691
13 12   Johnny Herbert Lotus - Ford 1:25.140 +2.919
14 21   Jyrki Järvilehto Scuderia Italia - Ferrari 1:25.145 +2.924
15 26   Érik Comas Ligier - Renault 1:25.178 +2.957
16 9   Michele Alboreto Footwork - Mugen-Honda 1:25.234 +3.013
17 16   Karl Wendlinger March - Ilmor 1:25.343 +3.122
18 3   Olivier Grouillard Tyrrell - Ilmor 1:25.354 +3.133
19 10   Aguri Suzuki Footwork - Mugen-Honda 1:25.374 +3.153
20 15   Gabriele Tarquini Fondmetal - Ford 1:25.420 +3.199
21 4   Andrea De Cesaris Tyrrell - Ilmor 1:25.425 +3.204
22 22   Pierluigi Martini Scuderia Italia - Ferrari 1:25.528 +3.307
23 30   Ukyo Katayama Venturi Larrousse - Lamborghini 1:26.174 +3.953
24 17   Emanuele Naspetti March - Ilmor 1:26.279 +4.058
25 14   Eric van de Poele Fondmetal - Ford 1:26.407 +4.186
26 33   Maurício Gugelmin Jordan - Yamaha 1:26.463 +4.242
NQ 23   Christian Fittipaldi Minardi - Lamborghini 1:26.510 +4.289
NQ 32   Stefano Modena Jordan - Yamaha 1:27.331 +5.110

GaraModifica

 
Il podio finale, con Senna vincitore davanti a Brundle e Schumacher.

Al via Mansell mantiene la testa della corsa, guadagnando immediatamente un enorme vantaggio sugli inseguitori; l'inglese rallenta poi improvvisamente, facendo passare il compagno di squadra Patrese. Mansell tallona l'italiano fino al 36º giro, quando si deve ritirare per un problema idraulico. Patrese sembra avere la vittoria in pugno, nonostante Senna stia rimontando su di lui, fino a quando a quattro tornate dal termine è costretto a rallentare per via di un problema idraulico simile a quello capitato al compagno di squadra. Senna conquista così la vittoria davanti a Brundle, Schumacher, Berger, Patrese e De Cesaris. Per la prima volta dal 1974 entrambe le Ferrari si ritirano nel Gran Premio d'Italia.

ClassificaModifica

Pos N. Pilota Costruttore/Motore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 1   Ayrton Senna   McLaren - Honda 53 1:18'15.349 2 10
2 20   Martin Brundle   Benetton - Ford 53 +17.050 9 6
3 19   Michael Schumacher   Benetton - Ford 53 +24.373 6 4
4 2   Gerhard Berger   McLaren - Honda 53 +1'25.490 5 3
5 6   Riccardo Patrese   Williams - Renault 53 +1'33.158 4 2
6 4   Andrea De Cesaris   Tyrrell - Ilmor 52 +1 giro 21 1
7 9   Michele Alboreto   Footwork - Mugen-Honda 52 +1 giro 16
8 22   Pierluigi Martini   Scuderia Italia - Ferrari 52 +1 giro 22
9 30   Ukyo Katayama   Venturi Larrousse - Lamborghini 50 Trasmissione 23
10 16   Karl Wendlinger   March - Ilmor 50 +3 giri 17
11 21   Jyrki Järvilehto   Scuderia Italia - Ferrari 47 Motore 14
Ritirato 33   Maurício Gugelmin   Jordan - Yamaha 46 Trasmissione 26
Ritirato 5   Nigel Mansell   Williams - Renault 41 Impianto elettrico 1
Ritirato 25   Thierry Boutsen   Ligier - Renault 41 Acceleratore 8
Ritirato 26   Érik Comas   Ligier - Renault 35 Testacoda 15
Ritirato 15   Gabriele Tarquini   Fondmetal - Ford 30 Cambio 20
Ritirato 3   Olivier Grouillard   Tyrrell - Ilmor 26 Motore 18
Ritirato 12   Johnny Herbert   Lotus - Ford 18 Motore 13
Ritirato 17   Emanuele Naspetti   March - Ilmor 17 Testacoda 24
Ritirato 27   Jean Alesi   Ferrari 12 Impianto carburante 3
Ritirato 28   Ivan Capelli   Ferrari 12 Testacoda 7
Ritirato 24   Gianni Morbidelli   Minardi - Lamborghini 12 Motore 12
Ritirato 29   Bertrand Gachot   Venturi Larrousse - Lamborghini 11 Motore 10
Ritirato 11   Mika Häkkinen   Lotus - Ford 5 Motore 11
Ritirato 10   Aguri Suzuki   Footwork - Mugen-Honda 2 Sospensione 19
Ritirato 14   Eric van de Poele   Fondmetal - Ford 0 Frizione 25
NQ 23   Christian Fittipaldi   Minardi - Lamborghini
NQ 32   Stefano Modena   Jordan - Yamaha

Classifiche MondialiModifica

FontiModifica

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1992
                               
   

Edizione precedente:
1991
Gran Premio d'Italia
Edizione successiva:
1993
  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1