Billboard 200

classifica musicale per gli album pubblicati negli USA
(Reindirizzamento da Billboard Top 200)
Billboard200.jpg

La Billboard 200 è la classifica dei 200 nuovi album discografici e EP più venduti negli Stati Uniti, pubblicata ogni settimana dalla rivista Billboard. Questa viene spesso utilizzata per trasmettere popolarità su uno o più artisti.

Il grafico si basa principalmente sulle vendite (sia retail che in digitale) degli album statunitensi. La settimana delle vendite è nata originariamente dal lunedì alla domenica, anche se dal luglio 2015 è stata spostata dal venerdì (in coincidenza con la data di rilascio globale dell'industria musicale) al giovedì. Il martedì successivo invece viene rilasciato un nuovo grafico che determina i dati di vendita dei giorni precedenti. I nuovi prodotti vengono rilasciati sul mercato americano sempre il venerdì.

Nella Billboard 200 ci sono anche i dati dei download digitali degli album. Gli album che non sono concessi in licenza per la vendita al dettaglio negli Stati Uniti (ma acquistati tramite importazione) non sono idonei alla classifica.

A partire dal 13 dicembre 2014, Billboard ha aggiornato la metodologia del loro grafico, includendo anche le vendite on-demand streaming e digitali.

StoriaModifica

Billboard ha iniziato la classificazione degli album dal 1945, includendo solo cinque posizioni e il grafico degli album non veniva pubblicato su base settimanale, ma da tre a sette settimane, prima di essere aggiornato. Per due settimane, nel 1955, fu rilasciato un grafico con ben 15 posizioni. Dieci anni dopo fu inaugurata una nuova classifica, la Best-Selling Popular Albums che, con l'esplosione del rock and roll, dal 24 marzo 1956 iniziò ad essere diffusa settimanalmente; il primo album numero uno della sua storia è stato Belafonte di Harry Belafonte.

Da allora la classifica è evoluta notevolmente, cambiando più volte nome e dividendosi anche in classifiche complementari; il numero di album certificato raggiunse le 200 unità nel 1967, mentre l'attuale nome Billboard 200 risale al 14 marzo 1992.

Classifica di fine annoModifica

Billboard 200 provvede anche una classifica annuale del singolo disco più venduto, che tiene conto di tutte le vendite settimanali dalla prima settimana di dicembre all'ultima di novembre, stilando la classifica tramite un sistema di punti che prevede la somma di tutti i punti totalizzati dall'album nelle varie settimane (1 punto per una settimana alla posizione 200, 2 punti per una posizione 199, ecc.fino ai 200 punti per una posizione numero uno).

PrimatiModifica

Record per artistiModifica

Maggior numero di album nella top 10Modifica

Maggior numero di album alla numero unoModifica

Maggior numero consecutivo di album in studio che hanno raggiunto la numero unoModifica

Maggior numero consecutivo di album in studio che hanno debuttato alla numero unoModifica

Maggior numero di settimane totali alla numero unoModifica

Artisti femminili col maggior numero di settimane totali nella top 10Modifica

  • Barbra Streisand (270)
  • Taylor Swift (226)
  • Mariah Carey (224)
  • Whitney Houston (165)
  • Madonna (150)
  • Celine Dion (144)
  • Janet Jackson (128)
  • Adele (125)
  • Britney Spears (107)
  • Lady Gaga (102)
  • Shania Twain (101)
  • Carole King (100)

Maggior numero di album simultanei nella top 10Modifica

Maggior numero di album simultanei nella top 200Modifica

Record per albumModifica

Maggior numero di settimane alla numero unoModifica

Maggior numero di settimane in classificaModifica

Sono calcolate solo le settimane in classifica dall'inaugurazione della Billboard 200

Sono presenti gli album che hanno speso almeno 300 settimane in classifica[1]

Artista Album Settimane in classifica
Pink Floyd The Dark Side of the Moon 958
Bob Marley Legend 672 *
Journey Greatest Hits 662 *
Metallica Metallica 601 *
Guns N' Roses Greatest Hits 523 *
Eminem Curtain Call: The Hits 522 *
Nirvana Nevermind 518 *
Creedence Clearwater Revival ft. John Fogerty Chronicle the 20 Greatest Hits 517 *
Bruno Mars Doo-Woops & Hooligans 513 *
Adele 21 508 *
Johnny Mathis Johnny's Greatest Hits 490
Artisti Vari My Fair Lady 480
The Beatles 1 466 *
Michael Jackson Thriller 464 *
AC/DC Back In Black 457 *
Kendrik Lamar good kid, m.A.A.d. city 440 *
Queen Greatest Hits 432 *
Drake Take Care 422 *
Fleetwood Mac Rumours 418 *
Imagine Dragons Night Visions 408
The Beatles Abbey Road 405 *
Tom Petty And The Heartbreakers Greatest Hits 403 *
Eminem The Eminem Show 396
Lana Del Rey Born to Die 387 *
Bob Seger & The Silver Bullet Band Greatest Hits 369 *
Drake Nothing Was The Same 368 *
2Pac Greatest Hits 364 *
Eagles Their Greatest Hits 1971-1975 357 *
The Rolling Stones Hot Rocks 1964-1971 352 *
Michael Jackson The Essential Michael Jackson 350 *
Artisti Vari Highlights from the Phantom of the Opera 332
J. Cole 2014 Forest Hills Drive 330 *
Taylor Swift 1989 329 *
Sam Smith In The Lonely Hour 325 *
Carole King Tapestry 318
La presenza di un "*" indica che l'album è ancora in classifica
Maggior numero di settimane in classifica per artiste femminiliModifica
Artista Album Settimane in classifica
1 Adele 21 508 *
2 Lana Del Rey Born to Die 387 *
3 Taylor Swift 1989 329 *
4 Carole King Tapestry 318
5 Taylor Swift Taylor Swift 275
6 Rihanna Anti 262 *
7 Taylor Swift Fearless 260
8 Katy Perry Teenage Dream 241
9 Lady Gaga The Fame 239 *
10 Enya Shepherd Moons 238
La presenza di un "*" indica che l'album è ancora in classifica

Album più venduti di sempre negli Stati UnitiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Album più venduti negli Stati Uniti d'America.

Maggior numero di vendite certificate dalla RIAA.

Altri recordModifica

EPModifica

L'EP Jar of Flies del gruppo grunge statunitense Alice in Chains, pubblicato nel 1994, è stato il primo EP della storia a raggiungere la posizione numero uno nella classifica Billboard.

Classifiche annualiModifica

NoteModifica

  1. ^ Top 200 Albums | Billboard 200 chart, su Billboard. URL consultato il 21 gennaio 2019.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

(EN) Top 200 Albums - Billboard 200 chart, su Billboard.