Camillo da Correggio

condottiero italiano

Camillo da Correggio d'Austria (Correggio, 22 giugno 1533Milano, 3 giugno 1605) è stato un condottiero italiano, conte sovrano di Correggio.

Antico stemma Da Correggio

BiografiaModifica

Era figlio di Manfredo e di Lucrezia d'Este, dei marchesi di San Martino.

Nel 1551 ottenne dall'imperatore Carlo V l'investitura della contea di Correggio assieme ai fratelli Fabrizio e Giberto, dopo la morte di Giangaleazzo da Correggio. Fu al servizio del re di Spagna, combattendo a Parma nel 1551, a Siena nel 1554 e nelle Fiandre. Nel 1556, abbandonata la Spagna, fu al servizio della lega di papa Paolo IV. L'azione fu dichiarata nulla perché contro l'Impero e Camillo dovette accettare un presidio militare spagnolo a Correggio, che nel 1557 venne assediata e saccheggiata dalle truppe pontificie di Alfonso II d'Este. Camillo e il fratello Giberto si difesero strenuamente e vennero premiati dall'imperatore nel 1559 con una nuova investitura ed autorizzati a battere moneta.

Camillo passò al servizio della Repubblica di Venezia venendo eletto governatore di Corfù, combattendo nel 1571 nella battaglia di Lepanto. Al suo ritorno in patria iniziarono i diverbi con Alessandro, figlio naturale del cardinale Girolamo, compreso nella investitura imperiale del feudo nel 1580 dall'imperatore Rodolfo II d'Asburgo. A sua difesa Camillo chiese aiuto nel 1584 al governatore di Milano Carlo d'Aragona, che pose il presidio al feudo. Nel 1592, alla richiesta di togliere il presidio, il nuovo governatore si oppose e Camillo fu costretto a recarsi alla corte spagnola per fare sentire le proprie ragioni. Recatosi a Milano, il governatore si oppose al volere del re e Camillo qui morì nel 1605.[1]

DiscendenzaModifica

Camillo sposò in prime nozze Maria di Collalto (?-1583), dalla quale ebbe quattro figli:

  • Manfredo (?-1575)
  • Eleonora, sposò Francesco Spinola
  • Gioberto (?-1585)
  • Lucrezia (?-1637), sposò Rodolfo Pio

Sposò in seconde nozze nel 1592 Francesca Millini, dalla quale un figlio, Siro (1590-1645), ultimo conte di Correggio.

Camillo ebbe anche tre figli naturali:

  • Cosimo (?-1623), sposò Claudia Franchetti
  • Angela, sposò Silvio Selvatico
  • Bianca, sposò il conte Giacomo Bernieri di Parma

NoteModifica

  1. ^ Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Da Correggio, Torino, 1835.

BibliografiaModifica

  • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Da Correggio, Torino, 1835. ISBN non esistente.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica