Apri il menu principale
MotoAmerica Superbike
CategoriaSuperbike
NazioneStati Uniti Stati Uniti
Prima edizione1976
Pilota campione
(2018)
Stati Uniti Cameron Beaubier
Sito web ufficialemotoamerica.com

Il Campionato MotoAmerica Superbike (conosciuto fino al 2014 come AMA Superbike Championship) è il campionato Superbike degli Stati Uniti d'America. Gestito dalla AMA, a partire dal 2014 viene organizzato da Wayne Rainey.[1] Le radici del campionato vengono fatte risalire al 1934, quando l'AMA organizzò la prima corsa di motociclette su strada in USA.

Indice

StoriaModifica

(EN)

«It was like a light came on when he said the word Superbike. Even though it came from Australia, it was uniquely American sounding. It described perfectly the new powerful motorcycles that were coming out at the time and it ultimately proved to be easily translatable in languages around the world[2]

(IT)

«Dire la parola "Superbike" fu come l'accendersi di una luce. Sebbene fosse di origine australiana, aveva un suono tipicamente americano. Descriveva perfettamente le nuove e potenti motociclette che venivano lanciate in quel periodo e infine si dimostrò essere facile da tradurre in tutte le lingue del mondo»

(Steve McLaughlin, pilota motociclistico statunitense)

Nei primi anni settanta il pilota statunitense Steve McLaughlin, rappresentante dei piloti AMA ed esperto di corse con le moto derivate dalla serie, propose la creazione di una nuova categoria di moto, detta "Superbike Production", da usare in gare di supporto agli "AMA roadrace nationals" e promosse la sua idea presso vari organizzatori, finché nel 1973 si tenne una competizione di "Superbike Production" a supporto della gara "Laguna Seca AMA National" a Monterey, in California: l'idea prese piede e negli anni a seguire la categoria si espanse e nel 1976 ottenne il riconoscimento nazionale grazie all'interessamento di Jim France del Daytona International Speedway e di Ed Youngblood, dirigente dell'AMA[3], facendo così dell'"AMA Superbike" il campionato di questa categoria corso da più tempo.

Negli anni successivi la categoria ottenne sempre più consensi, tanto che dal 1985 la prestigiosa 200 miglia di Daytona si corse con le Superbike, attirando anche i migliori piloti europei[3] e convincendo anche la FIM della fattibilità di un campionato mondiale riservato a questi mezzi che si tenne a partire dal 1988[3][4].

Col tempo il regolamento tecnico si è discostato da quello del mondiale e nel campionato AMA vengono permesse modifiche al motore vietate in altri campionati. L'australiano Mat Mladin è il pilota con più titoli in questo campionato, avendolo vinto 7 volte tra il 1999 e il 2009. Nicky Hayden ha vinto il titolo nel 2002, laureandosi campione del mondo della MotoGP nel Motomondiale 2006. Ben Spies è stato campione del 2006, 2007 e 2008 in sella a una Suzuki GSX-R1000 del team Yoshimura.

Tra i piloti che hanno vinto questo campionato figurano anche Doug Chandler, Scott Russell e Miguel Duhamel. Quattro non statunitensi hanno vinto il titolo, il britannico Reg Pridmore, gli australiani Troy Corser e Mat Mladin, e il canadese Miguel Duhamel.

A partire dalla stagione 2015 il campionato cambia denominazione diventando MotoAmerica Superbike (denominazione ufficiale "MotoAmerica Superbike Championship").

Albo d'oroModifica

NoteModifica

  1. ^ Alex Dibisceglia, AMA SBK diventa MotoAmerica: il rilancio affidato a Wayne Rainey, su motociclismo.it, Edisport Editoriale srl, 6 settembre 2014.
  2. ^ AMA Motorcycle Hall of Fame, su motorcyclemuseum.org. URL consultato il 2 luglio 2012.
  3. ^ a b c (EN) Scheda di Steve McLaughlin, www.motorcyclemuseum.org. URL consultato il 2 luglio 2012.
  4. ^ Simone Valtieri, Superbike a tutta velocità con moto di serie, www.instoria.it, marzo 2009. URL consultato il 2 luglio 2012.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moto