Apri il menu principale
Motomondiale 2006
Edizione nº 58 del Motomondiale
Dati generali
Inizio26 marzo
Termine29 ottobre
Prove17 (MotoGP), 16 (250 e 125)
Titoli in palio
MotoGPStati Uniti Nicky Hayden
su Honda RC211V
Classe 250Spagna Jorge Lorenzo
su Aprilia RSV 250
Classe 125Spagna Álvaro Bautista
su Aprilia RS 125 R
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

Il Motomondiale 2006 è stata la 58ª edizione del motomondiale e si è sviluppato sulla base di 17 gran premi, gli stessi dell'edizione precedente. Con il GP di Germania durante la stagione si raggiunsero anche i 700 gran premi nella storia del motomondiale.

Il contestoModifica

Le prove furono tutte corse di domenica con le solite eccezioni del Gran Premio del Qatar e del Gran Premio d'Olanda che si corsero di sabato.

L'inizio di stagione fu nuovamente con la disputa del Gran Premio motociclistico di Spagna il 26 marzo a Jerez de la Frontera; vi fu però un nuovo mescolamento dei restanti gran premi con le prove di Turchia, Qatar e Cina che precedettero 6 prove europee prima della nuova trasferta negli Stati Uniti d'America. Si ritornò quindi in Europa per la disputa del Gran Premio motociclistico della Repubblica Ceca, seguito a sua volta dalle trasferte in Asia e Oceania. Nel mese di ottobre si tornò nuovamente nel vecchio continente e, dopo la prova in Portogallo la stagione si chiuse il 29 ottobre con quella che ormai stava diventando la prova classica di chiusura, il Gran Premio motociclistico della Comunità Valenciana.

Al termine del campionato si sono laureati campioni: nella MotoGP Nicky Hayden, nella classe 250 Jorge Lorenzo e nella classe 125 Álvaro Bautista. Per quanto riguarda i titoli costruttori si imposero la Honda in MotoGP e la Aprilia nelle altre due classi.

Il calendarioModifica

Data Gran Premio Circuito Vincitore MotoGP Vincitore 250 Vincitore 125 Resoconto
26 marzo   GP di Spagna Jerez   Loris Capirossi   Jorge Lorenzo   Álvaro Bautista Resoconto
8 aprile   GP del Qatar Losail   Valentino Rossi   Jorge Lorenzo   Álvaro Bautista Resoconto
30 aprile   GP di Turchia Istanbul   Marco Melandri   Hiroshi Aoyama   Héctor Faubel Resoconto
14 maggio   GP di Cina Shanghai   Daniel Pedrosa   Héctor Barberá   Mika Kallio Resoconto
21 maggio   GP di Francia Le Mans   Marco Melandri   Yūki Takahashi   Thomas Lüthi Resoconto
4 giugno   GP d'Italia Mugello   Valentino Rossi   Jorge Lorenzo   Mattia Pasini Resoconto
18 giugno   GP di Catalogna Catalunya   Valentino Rossi   Andrea Dovizioso   Álvaro Bautista Resoconto
24 giugno   GP d'Olanda Assen   Nicky Hayden   Jorge Lorenzo   Mika Kallio Resoconto
2 luglio   GP di Gran Bretagna Donington Park   Daniel Pedrosa   Jorge Lorenzo   Álvaro Bautista Resoconto
16 luglio   GP di Germania Sachsenring   Valentino Rossi   Yūki Takahashi   Mattia Pasini Resoconto
23 luglio   GP degli USA Laguna Seca   Nicky Hayden No 250 e 125 Resoconto
20 agosto   GP della Repubblica Ceca Brno   Loris Capirossi   Jorge Lorenzo   Álvaro Bautista Resoconto
10 settembre   GP della Malesia Sepang   Valentino Rossi   Jorge Lorenzo   Álvaro Bautista Resoconto
17 settembre   GP d'Australia Phillip Island   Marco Melandri   Jorge Lorenzo   Álvaro Bautista Resoconto
24 settembre   GP del Giappone Motegi   Loris Capirossi   Hiroshi Aoyama   Mika Kallio Resoconto
15 ottobre   GP del Portogallo Estoril   Toni Elías   Andrea Dovizioso   Álvaro Bautista Resoconto
29 ottobre   GP della Comunità Valenciana Valencia   Troy Bayliss   Alex De Angelis   Héctor Faubel Resoconto

Sistema di punteggio e legendaModifica

Pos. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 >
Punti 25 20 16 13 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 0

Le classiModifica

MotoGPModifica

 
La Honda RC211V di Nicky Hayden

L'assegnazione del titolo piloti avvenne solo all'ultima gara dell'anno, il GP della Comunità Valenciana, con Nicky Hayden sulla Honda RC211V che precedette Valentino Rossi sulla Yamaha YZR-M1 e Loris Capirossi sulla Ducati Desmosedici.

Hayden si impose nonostante avesse ottenuto solo due successi nei singoli gran premi; meglio di lui fecero Rossi vittorioso in 5 occasioni, Capirossi in 3, Marco Melandri in 3; due vittorie come il pilota iridato le ottenne anche Daniel Pedrosa mentre gli ultimi due successi furono di Toni Elías e di Troy Bayliss. Per quest'ultimo la partecipazione con relativa vittoria nella prova conclusiva del campionato fu l'unica partecipazione stagionale: la Ducati Corse lo schierò in sostituzione dell'infortunato Sete Gibernau quasi come un premio per aver ottenuto la vittoria nel Campionato mondiale Superbike di quello stesso anno.

Per quanto riguarda la classifica riservata ai costruttori il titolo fu della Honda che precedette Yamaha e Ducati; tra i team prevalse la squadra Honda Racing Corporation formata da Hayden e Daniel Pedrosa.

Fu questa del 2006 l'ultima stagione in cui erano ammesse moto di cilindrata fino a 1.000 cm³, dal motomondiale 2007 la cilindrata massima verrà portata a 800 cm³.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 2006.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto                                   P.ti
1   Nicky Hayden Honda 3 2 3 2 5 3 2 1 7 3 1 9 4 5 5 Rit 3 252
2   Valentino Rossi Yamaha 14 1 4 Rit Rit 1 1 8 2 1 Rit 2 1 3 2 2 13 247
3   Loris Capirossi Ducati 1 3 6 8 2 2 NP 15 9 5 8 1 2 7 1 12 2 229
4   Marco Melandri Honda 5 7 1 7 1 6 NP 7 3 2 3 5 9 1 3 8 5 228
5   Daniel Pedrosa Honda 2 6 14 1 3 4 Rit 3 1 4 2 3 3 15 7 Rit 4 215
Pos. Pilota Moto                                   P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.
Classifica costruttori (prime tre posizioni)
Pos Costruttore                                   P.ti
1   Honda 2 2 1 1 1 3 2 1 1 2 1 3 3 1 3 1 3 360
2   Yamaha 11 1 4 3 6 1 1 8 2 1 7 2 1 3 2 2 9 289
3   Ducati 1 3 6 8 2 2 10 12 9 5 8 1 2 4 1 11 1 248
Classifiche squadre (prime tre posizioni)
Pos Squadra Pilota                                   P.ti
1   Repsol Honda Hayden 3 2 3 2 5 3 2 1 7 3 1 9 4 5 5 Rit 3 467
Pedrosa 2 6 14 1 3 4 Rit 3 1 4 2 3 3 15 7 Rit 4
2   Camel Yamaha Rossi 14 1 4 Rit Rit 1 1 8 2 1 Rit 2 1 3 2 2 13 371
Edwards 11 9 9 3 6 12 5 13 6 12 9 10 10 Rit 8 4 9
3   Ducati Marlboro Capirossi 1 3 6 8 2 2 Rit 15 9 5 8 1 2 7 1 12 2 356
Gibernau Rit 4 11 9 8 5 Rit Inf Inf 8 10 Inf 5 4 4 Rit Inf
Bayliss 1
Hofmann 12 13 16
Pos Squadra Pilota                                   P.ti

Classe 250Modifica

 
L'Aprilia RSV 250 del team Fortuna Aprilia, con la quale Lorenzo vinse il titolo mondiale

Come in diverse occasioni precedenti, il detentore del titolo dell'anno precedente, Daniel Pedrosa, era passato a competere nella categoria di cilindrata superiore e si ebbe un nuovo campione del mondo: il titolo piloti fu ottenuto da Jorge Lorenzo in sella ad una Aprilia che ottenne anche 8 vittorie e precedette in classifica Andrea Dovizioso su una Honda (vincitore di due gran premi) e Alex De Angelis su Aprilia (vittorioso in una occasione).

La classifica riservata ai costruttori vide prevalere Aprilia su Honda e KTM.

In occasione del GP di Germania la Honda ottenne con Yūki Takahashi la 200ª vittoria in questa classe.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 2006.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto                                   P.ti
1   Jorge Lorenzo Aprilia 1 1 Rit 4 Rit 1 2 1 1 3 NE 1 1 1 3 5 4 289
2   Andrea Dovizioso Honda 3 2 3 2 2 3 1 3 6 4 NE 2 2 4 4 1 7 272
3   Alex De Angelis Aprilia 2 Rit 12 Rit 5 2 3 2 2 2 NE Rit 3 2 2 3 1 228
4   Hiroshi Aoyama KTM 6 5 1 3 4 Rit 6 9 3 8 NE 3 Rit 3 1 2 Rit 193
5   Roberto Locatelli Aprilia 7 3 4 7 6 6 4 5 4 6 NE 4 5 7 5 4 2 191
Pos. Pilota Moto                                   P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.
Classifica costruttori (prime tre posizioni)
Pos Costruttore                                   P.ti
1   Aprilia 1 1 2 1 5 1 2 1 1 2 NE 1 1 1 2 3 1 357
2   Honda 3 2 3 2 1 3 1 3 6 1 NE 2 2 4 4 1 6 290
3   KTM 6 5 1 3 4 12 6 9 3 8 NE 3 Rit 3 1 2 8 205

Classe 125Modifica

In questa classe si arrivò al fornitore unico di penumatici: tutte le moto erano equipaggiate dall'azienda britannica Dunlop.

Il vincitore del titolo del 2005, Thomas Lüthi, arrivò quest'anno all'ottavo posto e il titolo piloti fu conquistato da Álvaro Bautista su una Aprilia che ottenne anche 8 vittorie e precedette Mika Kallio su KTM (3 vittorie nei singoli GP) e Héctor Faubel su Aprilia (vittorioso due volte).

Il titolo costruttori andò ad Aprilia che precedette KTM e Honda.

Sia il GP della Malesia che il GP d'Australia vennero interrotti a causa di un incidente e venne data una seconda partenza con percorrenza ridotta.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati del motomondiale 2006.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto                                   P.ti
1   Álvaro Bautista Aprilia 1 1 2 3 4 2 1 3 1 2 NE 1 1 1 2 1 4 338
2   Mika Kallio KTM 4 2 Rit 1 2 6 Rit 1 2 8 NE 2 2 2 1 3 2 262
3   Héctor Faubel Aprilia 6 6 1 7 14 5 2 6 4 4 NE Rit 3 13 6 2 1 197
4   Mattia Pasini Aprilia 3 4 17 2 Rit 1 4 7 3 1 NE 6 7 3 4 Rit 9 192
5   Sergio Gadea Aprilia 7 3 3 11 8 4 3 2 5 10 NE 4 6 Rit 20 15 3 160
Pos. Pilota Moto                                   P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.
Classifica costruttori (prime tre posizioni)
Pos Costruttore                                   P.ti
1   Aprilia 1 1 1 2 4 1 1 2 1 1 NE 1 1 1 2 1 1 373
2   KTM 4 2 11 1 2 6 Rit 1 2 8 NE 2 2 2 1 3 2 267
3   Honda 8 8 6 4 1 8 6 8 8 6 NE 3 8 4 8 7 8 170

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica