Celso Morga Iruzubieta

arcivescovo cattolico spagnolo
Celso Morga Iruzubieta
arcivescovo della Chiesa cattolica
Mons. Morga (34350652174).jpg
Coat of arms of Celso Morga Iruzubieta.svg
Monstra Te Matrem
 
TitoloMérida-Badajoz
Incarichi attualiArcivescovo metropolita di Mérida-Badajoz (dal 2015)
Incarichi ricoperti
 
Nato28 gennaio 1948 (74 anni) a Huércanos
Ordinato presbitero24 giugno 1972 dal vescovo Abilio del Campo y de la Bárcena
Nominato arcivescovo29 dicembre 2010 da papa Benedetto XVI
Consacrato arcivescovo5 febbraio 2011 da papa Benedetto XVI
Firma
Firma de Celso Morga Iruzubieta.svg
 

Celso Morga Iruzubieta (Huércanos, 28 gennaio 1948) è un arcivescovo cattolico spagnolo, dal 21 maggio 2015 arcivescovo metropolita di Mérida-Badajoz.

BiografiaModifica

Celso Morga Iruzubieta è nato a Huércanos, nella diocesi di Calahorra e La Calzada-Logroño, il 28 gennaio 1948.

Formazione e ministero sacerdotaleModifica

Ha compiuto gli studi ecclesiastici nel seminario diocesano di Logroño. Nel 1978 ha conseguito il dottorato in diritto canonico presso l'Università di Navarra a Pamplona con una tesi su predicazione e catechesi nei sinodi di Calahorra-La Calzada e Logroño.

Il 24 giugno 1972 è ordinato presbitero per la diocesi di Calahorra e La Calzada-Logroño da monsignor Abilio del Campo y de la Bárcena. In seguito è stato parroco di Anguiano e Viguera e vicario giudiziale aggiunto dal 1974 al 1980.

Nel 1980 tramite la Obra de Cooperación Sacerdotal Hispanoamericana si è trasferito nell'arcidiocesi di Córdoba, in Argentina. Lì ha prestato servizio come vicario giudiziale aggiunto; professore di diritto canonico; giudice del tribunale ecclesiastico; confessore nel seminario arcidiocesano e cappellano di un collegio religioso femminile. Nel 1984 è tornato in patria per assumere l'incarico di parroco della parrocchia di San Michele a Logroño.

Nel 1987 è entrato in servizio come aiutante di studio nella Congregazione per il clero. Il 14 ottobre 2000 papa Giovanni Paolo II lo ha nominato capo ufficio dello stesso dicastero.[1] Il 10 novembre 2009 papa Benedetto XVI lo ha promosso a sottosegretario.[2]

A Roma ha prestato servizio pastorale come collaboratore nella parrocchia dei Santi Protomartiri Romani, e nel contempo, a scadenza mensile si è occupato della direzione spirituale di alcuni membri dell'Opus Dei nella parrocchia Santa Maria del Carmine e San Giuseppe al Casaletto.

Ministero episcopaleModifica

Il 29 dicembre 2010 papa Benedetto XVI lo ha nominato segretario della Congregazione per il clero e arcivescovo titolare di Alba Marittima;[3] è succeduto a Mauro Piacenza, precedentemente nominato prefetto del medesimo dicastero. Ha ricevuto l'ordinazione episcopale il 5 febbraio 2011 con gli arcivescovi Marcello Bartolucci, Antonio Guido Filipazzi, Savio Hon Tai-Fai e Edgar Peña Parra, nella basilica di San Pietro in Vaticano, dallo stesso pontefice, co-consacranti i cardinali Angelo Sodano, decano del Collegio cardinalizio, e Tarcisio Bertone, segretario di Stato di Sua Santità.

Il 21 settembre 2013 papa Francesco lo ha confermato nell'incarico.[4]

L'8 ottobre 2014 lo stesso pontefice lo ha nominato arcivescovo coadiutore di Mérida-Badajoz.[5] Il 15 novembre ha preso possesso dell'arcidiocesi con una celebrazione nella cattedrale di Badajoz.[6] Il 21 maggio 2015 è succeduto alla medesima sede.[7] Il 29 giugno successivo, nella basilica di San Pietro in Vaticano, ha ricevuto da papa Francesco il pallio, che gli è stato imposto dal nunzio apostolico Renzo Fratini il 26 settembre seguente nella cattedrale di Badajoz.[8]

Il 21 giugno 2021 papa Francesco lo ha nominato membro del Supremo tribunale della Segnatura apostolica.[9]

In seno alla Conferenza episcopale spagnola è membro della commissione per il clero e i seminari dal marzo del 2017 e della commissione permanente. In precedenza è stato membro della commissione permanente in rappresentanza della provincia ecclesiastica di Mérida-Badajoz dal 2014 al 2017.

Genealogia episcopaleModifica

La genealogia episcopale è:

NoteModifica

  1. ^ Nomina di capo ufficio nella Congregazione per il clero, in bollettino della Sala stampa della Santa Sede, 14 ottobre 2000. URL consultato il 26 gennaio 2016.
  2. ^ Nomina del sotto-segretario della Congregazione per il clero, in bollettino della Sala stampa della Santa Sede, 10 novembre 2009. URL consultato il 26 gennaio 2016.
  3. ^ Nomina del segretario della Congregazione per il clero, in Bollettino della Sala stampa della Santa Sede, 29 dicembre 2010. URL consultato il 26 gennaio 2016.
  4. ^ Nomine nella Congregazione per il clero, in Bollettino della Sala stampa della Santa Sede, 21 settembre 2013. URL consultato il 26 gennaio 2016.
  5. ^ Nomina dell'arcivescovo coadiutore di Mérida-Badajoz (Spagna), in Bollettino della Sala stampa della Santa Sede, 8 ottobre 2014. URL consultato il 26 gennaio 2016.
  6. ^ (ES) Monseñor Celso Morga tomó posesión como Arzobispo coadjutor de Mérida-Badajoz, su meridabadajoz.net, 15 novembre 2014. URL consultato il 26 gennaio 2016.
  7. ^ Rinuncia e successione dell'arcivescovo di Mérida-Badajoz (Spagna), in Bollettino della Sala stampa della Santa Sede, 21 maggio 2015. URL consultato il 26 gennaio 2016.
  8. ^ (ES) El Nuncio en España impone el Palio arzobispal a Mons. Celso Morga, su meridabadajoz.net, 26 settembre 2015. URL consultato il 26 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 29 agosto 2021).
  9. ^ Nomina di Membri del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, in Bollettino della Sala stampa della Santa Sede, 21 giugno 2021. URL consultato il 21 giugno 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN87258175 · ISNI (EN0000 0000 6076 0723 · BNE (ESXX1535432 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-87258175