Apri il menu principale

Circondario di Crema

circondario del Regno d'Italia
Circondario di Crema
ex circondario
Localizzazione
StatoItalia Italia
ProvinciaProvincia di Cremona-Stemma.png Cremona
Amministrazione
CapoluogoCrema
Data di istituzione1859
Data di soppressione1926
Territorio
Coordinate
del capoluogo
45°22′N 9°41′E / 45.366667°N 9.683333°E45.366667; 9.683333 (Circondario di Crema)Coordinate: 45°22′N 9°41′E / 45.366667°N 9.683333°E45.366667; 9.683333 (Circondario di Crema)
Abitanti?
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Circondario di Crema – Localizzazione

Il circondario di Crema era uno dei tre circondari in cui era suddivisa la provincia di Cremona.

StoriaModifica

In seguito all'annessione della Lombardia dal Regno Lombardo-Veneto al Regno di Sardegna (1859), fu emanato il decreto Rattazzi, che riorganizzava la struttura amministrativa del Regno, suddiviso in province, a loro volta suddivise in circondari.

Il circondario di Crema fu creato come suddivisione della provincia di Cremona, comprendendo parte della soppressa provincia di Lodi e Crema (il Cremasco con alcuni comuni della Gera d'Adda [N 1]), più i comuni intorno a Soncino,[N 2] che anche sotto il Regno Lombardo-Veneto erano in provincia di Cremona.

Con l'Unità d'Italia (1861) la suddivisione in province e circondari fu estesa all'intera Penisola, lasciando invariate le suddivisioni stabilite dal decreto Rattazzi.

Il circondario di Crema venne soppresso nel 1926[1] e il territorio assegnato al circondario di Cremona.[2]

Suddivisione amministrativa all'atto dell'istituzione (1859)Modifica

All'atto dell'istituzione, il circondario era diviso in 4 mandamenti, a loro volta suddivisi in 68 comuni:

Variazioni amministrativeModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica