Crunchyroll

piattaforma streaming di anime
Crunchyroll
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Forma societariaSocietà controllata
Fondazione14 maggio 2006 a Berkeley
Fondata daKun Gao
James Lin
Brandon Ooi
Vu Nguyen
Sede principaleSan Francisco
GruppoSony
Aniplex
ControllateCrunchyroll EMEA
Crunchyroll Games
Crunchyroll Studios
VRV
Persone chiave
  • Rahul Purini (amministratore delegato)
  • Asa Seuhira (responsabile dei contenuti)
  • Brady McCollum (ufficiale capo operazioni)
SettoreMedia
Prodotti
Slogan«The official source for anime & drama»
Sito webwww.crunchyroll.com/

Crunchyroll è un servizio streaming di video on demand statunitense di proprietà di Sony attraverso una joint venture tra Sony Pictures e Aniplex di Sony Music Entertainment Japan. La società si concentra sulla distribuzione, produzione e licenza di anime e dorama giapponesi.

È una delle più importanti piattaforme streaming di film e serie TV insieme a Netflix, Prime Video, Disney+, HBO Max, Hulu, Paramount+ e Peacock.

StoriaModifica

Crunchyroll viene fondata nel 2006 da un gruppo di laureati della UC Berkeley[1] come sito di upload e streaming di video a scopo di lucro specializzato nell'hosting di contenuti video dell'Asia orientale.

Dal 2009 Crunchyroll si è impegnata a rimuovere tutto il materiale che viola il copyright dal sito e ad ospitare solo i contenuti per i quali disponeva dei diritti di distribuzione.[2]

Il 9 settembre 2015 viene annunciato ufficialmente il lancio del servizio in Italia e in lingua italiana.[3]

Nel gennaio 2018, Otter Media ha completato l'acquisizione di Crunchyroll.[4] Nell'agosto 2018, AT&T ha acquisito il controllo di Otter Media; la società e Crunchyroll sono state quindi cedute a WarnerMedia.[5]

Il 4 marzo 2019 è stato annunciato che Otter Media sarebbe stata posta sotto la Warner Bros. come parte di una riorganizzazione. A seguito di tale riorganizzazione, la società e Crunchyroll sono diventate sorelle aziendali del canale via cavo statunitense Cartoon Network.[6] A causa di una successiva riorganizzazione, Crunchyroll è stata trasferita sotto la divisione WarnerMedia Entertainment nel maggio 2019.[7]

Il 6 settembre 2019,[8] la società ha annunciato di aver siglato un accordo con il Gruppo Hitotsubashi per associare la sua piattaforma alla rete di soci, distributori e licenziatari del VIZ Media Europe Group con l'obiettivo di diventarne l'investitrice di maggioranza.[9] Crunchyroll ha consolidato questo accordo il 4 dicembre 2019, diventando il proprietario di maggioranza di VIZ Media Europe Group mentre il Gruppo Hitotsubashi è rimasto come socio di minoranza.[10]

Il 2 aprile 2020, Crunchyroll ha annunciato ufficialmente di aver rinominato VIZ Media Europe come Crunchyroll EMEA.[11]

Il 9 dicembre 2020, Funimation, sussidiaria di Sony Pictures Television, ha annunciato di aver raggiunto un accordo con AT&T e WarnerMedia per acquisire Crunchyroll per circa 1,175 miliardi di dollari[12] e il 9 agosto 2021, Sony ha annunciato di aver completato l'acquisizione di Crunchyroll.[13][14][15]

The Anime AwardsModifica

Gli Anime Awards, noti anche come Crunchyroll Anime Awards, sono premi annuali assegnati per riconoscere gli anime dell'anno precedente. I premi si sono tenuti per la prima volta nel gennaio 2017 e sono stati restituiti per il 2018. Crunchyroll seleziona venti giudici provenienti da background diversi che poi creano un elenco di sei candidati all'interno di ciascuna categoria. Questo elenco viene quindi messo a disposizione del pubblico tramite votazione online per la scelta dei vincitori.[16]

AccessibilitàModifica

Crunchyroll è accessibile liberamente da browser desktop e mobile. Attraverso la sottoscrizione di un abbonamento, è possibile utilizzarlo mediante un'apposita applicazione anche dalle console Xbox 360[17], Xbox One[18], Wii U[19], PS4[20], PS3[21], PS Vita[22] e su tutti i dispositivi con sistema operativo Windows Phone, Windows 10, Windows 10 Mobile, iOS e Android che possono connettersi a una rete Wi-Fi. Nel giugno 2013 è stato reso disponibile anche per Apple TV[23]. È stato inoltre pubblicato sul WiiWare di Wii nell'ottobre 2015[24], diventando l'ultima applicazione ad essere pubblicata su tale negozio virtuale.

Alcuni contenuti richiedono un abbonamento a pagamento mensile, mentre altri diventano gratuiti a distanza di un periodo di tempo predefinito dalla pubblicazione. A seconda dei contratti di licenza, i titoli possono essere riservati agli utenti abbonati e possono essere resi disponibili solo in alcune parti del mondo.

Produzioni e co-produzioniModifica

Prima del 2020Modifica

Nel 2015 Crunchyroll annunciò una collaborazione con Sumitomo Corporation, che portò l'azienda a co-produrre diversi anime, tra cui The Rising of the Shield Hero.[25]

Crunchyroll OriginalsModifica

Il 25 febbraio 2020, Crunchyroll annunciò diverse serie sotto la sua nuova etichetta "Crunchyroll Originals".[26] Si tratta di anime o altre serie animate (non solo di produzione giapponese) coprodotte o prodotte direttamente dalla società. Questo elenco includerà solo quelli che Crunchyroll stesso colloca ufficialmente sotto l'etichetta:

Titolo Pubblicazione Studio d’animazione
In/Spectre 11 gennaio 2020 Brain's Base
Tower of God 1º aprile 2020 Telecom Animation Film
The God of High School 6 luglio 2020 MAPPA
Gibiate 15 luglio 2020 Lunch Box

Studio Elle

TONIKAWA: Over The Moon For You 3 ottobre 2020 Seven Arcs
Noblesse 7 ottobre 2020 Production I.G
Onyx Equinox 21 novembre 2020 Crunchyroll Studios
So I'm A Spider, So What? 8 gennaio 2021 Millepensee
Dr. Ramune -Mysterious Disease Specialist- 10 gennaio 2021 Platinum Vision
Ex-Arm 11 gennaio 2021 Visual Flight
Fena: Pirate Princess 15 agosto 2021 Production I.G
Blade Runner: Black Lotus TBA Sola Digital Arts
FreakAngels TBA Crunchyroll Studios
High Guardian Spice TBA Crunchyroll Studios
Meiji Gekken: Swords & Guns TBA Crunchyroll Studios

NoteModifica

  1. ^ (EN) Crunchyroll CEO: Making Online Anime Pay, su icv2.com, ICv2, 15 dicembre 2008. URL consultato il 15 dicembre 2008.
  2. ^ (EN) Egan Loo, TV Tokyo to Stream Naruto via Crunchyroll Worldwide (Update 2), in Anime News Network, 17 novembre 2008. URL consultato il 10 agosto 2021.
  3. ^ (EN) CRUNCHYROLL LAUNCHES ITS SERVICE IN ITALY, su Crunchyroll, 9 settembre 2015. URL consultato il 10 agosto 2021.
  4. ^ (EN) Geoff Weiss, Majority Owner Otter Media Buys Remaining Shares Of Fullscreen, Ellation, su Tubefilter, 25 gennaio 2018. URL consultato il 10 agosto 2021.
  5. ^ (EN) Patrick Hipes, AT&T Acquires Rest Of Otter Media To Fold Into New WarnerMedia, su Deadline, 7 agosto 2018. URL consultato il 10 agosto 2021.
  6. ^ (EN) Allegra Frank, Adult Swim and Crunchyroll are hooking up to bring more anime to TV, su Polygon, 12 marzo 2019. URL consultato il 10 agosto 2021.
  7. ^ (EN) WarnerMedia Reorg Gives Otter Media’s Tony Goncalves Oversight of Streaming Service Development, su Variety, 31 maggio 2019. URL consultato il 10 agosto 2021.
  8. ^ (IT) Francesco Ventura, È stato stretto un nuovo legame tra Crunchyroll e VIZ Media Europe Group, su Crunchyroll, 6 settembre 2019. URL consultato il 19 gennaio 2022.
  9. ^ (EN) Cayla Coats, Crunchyroll and VIZ Media Europe Group Enter a New Relationship, su Crunchyroll, 6 settembre 2019. URL consultato il 10 agosto 2021.
  10. ^ (EN) Crunchyroll Becomes Majority Owner of VIZ Media Europe Group, su Crunchyroll, 4 dicembre 2019. URL consultato il 10 agosto 2021.
  11. ^ (EN) Alex Mateo, Viz Media Europe SAS Changes Name to Crunchyroll SAS, su Anime News Network, 2 aprile 2020. URL consultato il 10 agosto 2021.
  12. ^ Sony ha comprato il sito di streaming di “anime” Crunchyroll, su Il Post, 10 dicembre 2020. URL consultato il 10 agosto 2021.
  13. ^ Giovanni Panzano, Sony x Crunchyroll: l'acquisizione è ora ufficiale, su Everyeye.it, 10 agosto 2021. URL consultato il 10 agosto 2021.
  14. ^ (EN) Alex Mateo, Sony's Funimation Global Group Completes Acquisition of Crunchyroll from AT&T (Updated), in Anime News Network, 9 agosto 2021. URL consultato il 10 agosto 2021.
  15. ^ Roberto Addari, Crunchyroll: Sony ha perfezionato l’acquisizione, in MangaForever, 10 agosto 2021. URL consultato il 10 agosto 2021.
  16. ^ Miles Thomas, How Did the #AnimeAwards Nominees Get Picked?, su Crunchyroll. URL consultato il 10 dicembre 2020.
  17. ^ (EN) Forum - Crunchyroll is on Xbox LIVE now!, su crunchyroll.com, Crunchyroll, 19 marzo 2013. URL consultato il 27 marzo 2013.
  18. ^ (EN) Forum - Crunchyroll Now on Xbox One!, su crunchyroll.com, Crunchyroll, 19 novembre 2014. URL consultato il 24 novembre 2014.
  19. ^ (EN) Crunchyroll Wii U, su crunchyroll.com, Crunchyroll, 25 dicembre 2014. URL consultato il 25 dicembre 2014.
  20. ^ (EN) Crunchyroll App Available on PlayStation 4 at Launch, su crunchyroll.ca, Crunchyroll, 7 novembre 2013. URL consultato il 16 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 17 dicembre 2013).
  21. ^ (EN) Forum - Crunchyroll is on PS3™ Now!, su crunchyroll.com, Crunchyroll, 18 marzo 2013. URL consultato il 27 marzo 2013.
  22. ^ (EN) Crunchyroll App Available for PlayStation Vita Starting Today!, su crunchyroll.com, Crunchyroll, 18 marzo 2014. URL consultato il 14 giugno 2014.
  23. ^ (EN) HBO GO & WatchESPN Come to Apple TV, su apple.com, Apple Inc., 19 giugno 2013. URL consultato il 19 giugno 2013.
  24. ^ (EN) Crunchyroll App Now Available on Nintendo Wii, su crunchyroll.com, Crunchyroll, 15 ottobre 2015.
  25. ^ Crunchyroll Originals Have Been A Disaster, su animenewsnetwork.com.
  26. ^ (EN) Crunchyroll Unveils 7 'Crunchyroll Originals' Works Including Tower of God, Noblesse, God of High School, su Anime News Network. URL consultato il 30 novembre 2020.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN170821817 · LCCN (ENno2011070532 · WorldCat Identities (ENlccn-no2011070532