Apri il menu principale
Wii U
console
WiiU.svg
Wii U Console and Gamepad.png
ProduttoreNintendo
TipoConsole
GenerazioneOttava
Presentazione
alla stampa
7 giugno 2011
In venditaGiappone 8 dicembre 2012
Flags of Canada and the United States.svg 18 novembre 2012
Flag of Europe.svg 30 novembre 2012
[1][2]
DismissioneMondo/non specificato 31 gennaio 2017
[3]
Unità vendute13,56 milioni (31 marzo 2018)[4]
Gioco più diffusoMario Kart 8
8,42 milioni (30 settembre 2018)[5]
PredecessoreWii
SuccessoreNintendo Switch
Caratteristiche tecniche
Supporto di
memoria
iDensity[6], Disco ottico Wii
Dispositivi
di controllo
Wii U GamePad, Wii U Pro Controller, Wii Remote, Nunchuck, Wii Classic Controller, Wii Classic Controller Pro, Wii Balance Board
CPUEspresso
Servizi onlineNintendo Network

Wii U (ウィー・ユー Wī Yū?, pronunciato come i pronomi inglesi we [wiː] "noi" e you [juː] "tu" o "voi") è una console per videogiochi prodotta da Nintendo. Succede a Wii pur non sostituendolo in alcuni paesi ed è stata la prima console da tavolo dell'ottava generazione ad essere immessa sul mercato. I suoi principali concorrenti sono PlayStation 4 di Sony e Xbox One di Microsoft.

Indice

StoriaModifica

SviluppoModifica

Nintendo iniziò lo sviluppo del Wii U nel 2008[7], dopo aver riconosciuto alcuni limiti intrinseci del Wii, vista dal pubblico come console troppo "casual" rispetto alle principali concorrenti sia da un punto di vista ludico che tecnico. Le critiche più comuni rivolte al sistema riguardavano ad esempio l'assenza del supporto per l'alta definizione e di una consistente modalità multigiocatore in rete[8]. Attraverso Wii U, Nintendo intendeva quindi riportare i giocatori "hardcore" sulla sua piattaforma e per far ciò decise che un nuovo hardware era necessario. Vennero discusse diverse idee relative alla strada da seguire per realizzare l'obiettivo e per questo il progetto ripartì da zero in più occasioni[9]. Infine, dopo aver pensato anche di installare un piccolo schermo sul controller per indicare alcune informazioni al giocatore (idea simile al VMU del Sega Dreamcast), venne sviluppato un modello di gamepad con schermo di dimensioni generose che inizialmente si era pensato non economicamente realizzabile.[10]

Annuncio al pubblicoModifica

Wii U venne mostrato agli utenti per la prima volta il 7 giugno 2011 a Los Angeles durante l'E3[11][12], con più di un anno di anticipo sulle principali concorrenti e a distanza di quasi sei anni dal sistema predecessore Wii, console più venduta della generazione precedente che iniziava a risentire di una saturazione del mercato[13]. I primi giochi furono annunciati al successivo E3 2012 e furono New Super Mario Bros. U, Nintendo Land, Pikmin 3, Assassin's Creed III e ZombiU, mentre grossa sorpresa destò l'annuncio di Bayonetta 2, seguito di uno degli action-game più acclamati della scorsa generazione, in esclusiva per la macchina Nintendo.[14] Per la prima volta nella storia delle console casalinghe di Nintendo la vendita al pubblico di Wii U partì prima nei mercati occidentali rispetto alla madrepatria: precisamente, la console fu messa in vendita il 18 novembre 2012 negli Stati Uniti e in Canada, il 30 novembre in Europa e l'8 dicembre in Giappone.

Cessazione della produzioneModifica

Nell'aprile del 2016 Nintendo annunciò che la dismissione della console era prevista per marzo 2018, in vista del lancio del Nintendo Switch.[15] In seguito, il 31 gennaio 2017 l'azienda comunicò la cessazione della produzione di Wii U.[3]

PanoramicaModifica

CaratteristicheModifica

 
Wii U in versione da 32 GB

La caratteristica immediatamente distintiva di questa console rispetto alle precedenti console risiede nel suo sistema di controllo, chiamato Wii U GamePad, il cui nome è una evidente citazione al controller del Nintendo Entertainment System. L'accessorio, completamente wireless, è dotato di touch screen resistivo capace di visualizzare informazioni completamente diverse rispetto a quelle visualizzate sul TV. Tale sistema permette quindi una modalità asimmetrica di gioco nella quale l'immagine trasmessa sul GamePad integra e completa quella presente sul televisore. In alternativa ed a seconda dei giochi è possibile permettere all'utenza di slegarsi dall'obbligo di occupare un TV durante l'uso del sistema, visualizzando sul Wii U gamepad la medesima immagine presente sul televisore. Il Wii U è inoltre la prima console Nintendo ad offrire una grafica in alta definizione Full-HD 1080p, anche se i giochi supportavano soltanto il 720p. Per fare in modo che l'utenza potesse sfruttare immediatamente tale caratteristica la casa di Kyoto ha deciso di includere un cavo HDMI nella confezione di vendita. Il lettore ottico interno supporta, oltre ai dischi NOD da 12 cm di Wii, anche dischi proprietari denominati "iDensity" capaci di ospitare 25 GB per layer dati. La console è fornita di quattro porte USB capaci di leggere periferiche di memorizzazione fino a 2 TB di memoria, come hard disk esterni, ma utili anche per la ricarica dei controller. Al sistema possono essere connessi fino a due Wii U GamePad. Tale possibilità tuttavia non è mai stata concretamente attivata nel sistema operativo stante la mancanza di software che preveda l'utilizzo contemporaneo di due gamepad.[16] È previsto altresì l'utilizzo di un GamePad più altri quattro controller alternativi come il Wii U Pro Controller e tutti i controller del predecessore Nintendo Wii per un totale di massimo cinque controller attivi in contemporanea. Sul retro della macchina sono presenti una porta HDMI, una porta AV Multi Out compatibile con i connettori video del sistema predecessore, una porta dedicata alla barra sensore ed infine l'ingresso per l'alimentazione. Wii U permette di creare fino a dodici account Nintendo Network ID sulla stessa macchina, legati alla piattaforma online Nintendo Network che permette di accedere a diversi servizi online integrati nel sistema.

Design e dimensioniModifica

Nintendo decise di basare l'aspetto di Wii U sul fortunato predecessore Wii, smussando soltanto le forme più spigolose, pur avendo testato durante lo sviluppo del sistema configurazioni differenti[17]. Gli sforzi della casa di Kyoto si concentrarono soprattutto sulla compattezza del sistema senza sacrificare le prestazioni[18]. Nonostante ciò la maggiore prestanza hardware rese comunque necessario un aumento del peso e della lunghezza della console che arrivarono rispettivamente a 1,5 kg circa e 17,5 cm. Larghezza e spessore sono invece state lasciate pressoché invariate rispetto a Wii[19]. Le variazioni secondarie più rilevanti riguardarono i pulsanti "POWER" e "EJECT", più grandi, forniti di led blu/rosso/arancione e bianco e disposti verticalmente (posizionando la console in orizzontale). Da segnalare altresì l'accensione continua della luce bianca del pulsante "EJECT" anche a console spenta, per indicare la presenza di un disco all'interno della console. Fu rimosso altresì il pulsante "RESET" e il pulsante "SYNC" sul fronte della console. Anche nel Wi U è presente un vano anteriore che nel Wii conteneva il suddetto tasto, chiuso con uno sportellino. Il suddetto vano è stato nel Wii utilizzato per ospitare due dei quattro slot USB (gli altri due sono posti nel retro) e l'ingresso per le schede SD.

 
Tipica interazione a due schermi con mappa di gioco sul controller

MultimedialitàModifica

La console si connette ad internet tramite tecnologia Wi-Fi oppure tramite LAN con apposito adattatore[20] da collegarsi in una delle prese USB posteriori. Attraverso la connessione ad internet è possibile scaricare aggiornamenti per il sistema operativo oppure navigare tramite browser integrato dotato di navigazione a schede che permette di aprire più pagine contemporaneamente per la prima volta su una console da casa. La funzione del multitasking è presente per quasi tutte le applicazioni della console. È possibile quindi, tramite il menu visualizzabile con il tasto Home del GamePad, aprire in contemporanea una delle applicazioni unitamente al gioco caricato senza interrompere la partita in corso. Il browser integrato offre la possibilità di navigare e vedere video in maniera innovativa grazie al touch screen del controller, oltre alla possibilità di vedere un video sul TV ma nel contempo di continuare a navigare sullo schermo del GamePad senza aprire una seconda pagina browser, possibilità data dall'interazione di due schermi.

Sistemi di controlloModifica

Wii U GamePadModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Wii U GamePad.
 
Wii U GamePad

Il principale controller della console è il Wii U GamePad, provvisto di touch screen resistivo da 6,2 pollici (15,7 cm), altoparlanti stereo surround, microfono, giroscopio, accelerometro, sensore fotografico frontale, force feedback e Near Field Communication.[21] Insieme al controller viene fornito un apposito stilo. Il nuovo GamePad offre la possibilità di essere usato come telecomando del TV per qualsiasi marca di apparecchi televisivi, con la possibilità di cambiare canale, accendere e spegnere l'apparecchio e cambiare l'entrata video da visualizzare sullo schermo[22]. Il GamePad mantiene tutte le caratteristiche tecniche dei sensori di movimento del controller della precedente console Wii (il Wii Remote) e grazie allo schermo integrato rende la console del tutto indipendente dal TV, grazie alla possibilità di visualizzare informazioni diverse dallo schermo del televisore (come mappe di gioco, impostazioni o altri comandi in aggiunta a quelli assegnati ai tasti), e di continuare la partita solo sul GamePad senza usufruire della tv, ma quest'ultima caratteristica è utilizzabile solo se sviluppata nativamente nei giochi. La batteria del controller può durare dalle 3 alle 4 ore di gioco, ma insieme alla console è incluso il carica batteria per il GamePad. La Nintendo ha altresì prodotto e messo in vendita una batteria da 2550mAh /9,2 Wh con voltaggio 3,6 V (offre fino ad 8 ore d'uso)[23]. Un altro accessorio per il Wii U Game pad prodotto direttamente dalla Nintendo è un kit che comprende una stilo, una protezione per lo schermo ed un panno per la sua pulizia[24].

Wii U Pro ControllerModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Wii U Pro Controller.
 
Wii U Pro Controller

Il Wii U dispone anche di un secondo controller disponibile separatamente (integrato invece nella versione "ZombiU Pack" e "Monster Hunter 3 Ultimate Pack" della console), chiamato Wii U Pro Controller. Questo controller è stato creato per offrire un'esperienza di gioco più classica rispetto all'innovativo Wii U GamePad. Il controller non è però compatibile con tutti i giochi ma solo per quelli che lo supportano. La durata della batteria si aggira sulle 80 ore, e il controller può essere ricaricato collegandolo alla console tramite cavo USB.

Wii Remote e sistemi di controllo di WiiModifica

Il Wii U è compatibile con tutti i sistemi di controllo della precedente console Wii come Wii Remote, Nunchuk, Wii Balance Board, Wii Zapper, Wii Classic Controller Pro.

Servizi onlineModifica

La console permette di collegarsi alla rete via Wi-Fi e di giocare partite in multiplayer online per i giochi che lo supportano. I servizi online integrati della console sono:

 
Logo Nintendo Network

Nintendo NetworkModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Nintendo Network.

Nintendo Network è un servizio online della Nintendo completamente gratuito introdotto in ambito casalingo con questo sistema. Il suo scopo è permettere all'utenza l'uso della modalità multiplayer online nei titoli che lo prevedono. A differenza del Nintendo Wi-Fi Connection, permette ai consumatori di collegarsi attraverso la rete a una piattaforma in cui i vari servizi offerti sono disponibili alla comunità Nintendo Network. Inoltre i vari servizi offerti sono più completi per soddisfare i consumatori e gli stessi consumatori possono richiedere modifiche ai servizi. Nintendo Network supporta anche la tecnologia NFC, che permette ai consumatori di pagare i prodotti offerti.

Nintendo Network Premium[25]Modifica

Nintendo Network Premium (interrotto il 31 dicembre 2014[26]) era uno speciale programma fedeltà disponibile in esclusiva per i proprietari di Wii U "Premium Pack" che avevano registrato un Nintendo Network ID. Con ogni acquisto di software e/o contenuti scaricabili, oppure con l'inserimento di un codice download per ottenere software e/o contenuti scaricabili nel Nintendo eShop, si guadagnavano 8 punti per ogni euro speso per gli acquisti sopraccitati. Dopo aver guadagnato almeno 500 punti, eseguendo il login nel sito dedicato a Nintendo Network Premium con i dati del proprio Nintendo Network ID, era possibile ottenere il codice di attivazione per aggiungere fondi pari a 5€ al Nintendo Network ID su una console Wii U, o ad un account Nintendo eShop su un Nintendo 3DS o Nintendo 3DS XL.

Caratteristiche softwareModifica

MiiverseModifica

 
Logo Miiverse

Miiverse è stato un forum integrato creato da Nintendo che permetteva ad utenti di tutto il mondo di condividere post scritti a mano libero o con testo digitale su gruppi dedicati ad un singolo gioco. Nei gruppi erano raccolti tutti i post degli utenti su quello specifico titolo, con la possibilità di selezionare un "mi piace" denominato "Sii" e di commentare qualsiasi post scritto dagli utenti, come rispondere a richieste di aiuto per superare uno specifico punto di un gioco (potendo inoltre allegare uno screenshot qualsiasi del gioco in questione insieme al post), in maniera del tutto simile ai più affermati social network come Facebook e Twitter. Su Miiverse era possibile inoltrare richieste di amicizia a qualsiasi utente, seguire le discussioni e i post di chiunque e intraprendere discussioni private con gli amici. Il servizio è terminato l'8 novembre 2017.[27]

Nintendo eShopModifica

 
Logo Nintendo eShop

È lo store di distribuzione digitale di Nintendo. Disponibile dal lancio della console lo store permette di scaricare titoli Wii U in formato retail, giochi creati per lo shop stesso, titoli Virtual Console ed applicazioni. Lo shop permette altresì di scaricare patch, contenuti aggiuntivi per i giochi (DLC) sia per i giochi retail che quelli per lo store. È accessibile anche tramite multitasking e cioè senza interrompere la partita o altre applicazioni. È inoltre possibile visionare video (per esempio i Nintendo Direct), vedere schede informative sui singoli giochi e dare valutazioni a quelli a cui si è giocato. Nel Nintendo e-shop versione PAL gli acquisti possono essere effettuati direttamente in euro. Nel precedente canale Wii shop per il Wii era invece necessario acquistare Nintendo Points. Nell'eshop i contenuti a pagamento possono essere acquistati tramite carta di credito o le Nintendo eShop Cards acquistabili nei negozi e catene specializzati. È possibile scaricare nel Nintendo eShop anche giochi usciti per il Nintendo Entertainment System, Super Nintendo Entertainment System, Nintendo 64, Game Boy Advance, Nintendo DS, Wii e Turbografx-16.

Browser internetModifica

Il browser integrato permette di navigare per la rete usando i controlli digitali e touch del controller. Da segnalare la possibilità di aprire più pagine contemporaneamente grazie alla funzione multitasking e di visionare un video sullo schermo della tv pur continuando a navigare su secondo schermo del controller.[28]

Nintendo TVii[29]Modifica

 
Logo Nintendo TVii

Nintendo TVii era un servizio gratuito che offriva contenuti dedicati a ciò che si sta guardando in TV grazie al secondo schermo posizionato sul Wii U GamePad. Nei territori coinvolti (Giappone e Stati Uniti d'America) Nintendo TVii era disponibile con i canali via cavo, satellitari e sui servizi di video on-demand di Amazon e Hulu Plus (al lancio) e Netflix e TiVo all'inizio del 2013. Gli utenti erano in grado di consultare una guida TV sul GamePad e condividere i loro momenti preferiti attraverso l'integrazione del Miiverse, dei social network Facebook e Twitter. Durante la visione dei propri show preferiti si sarebbe potuto avere accesso ad informazioni aggiuntive tramite il Wii U GamePad, tra cui dettagli sul cast di un film, le recensioni della critica, e informazioni per i programmi sportivi come statistiche in diretta e punteggi. Il servizio fu lanciato il 20 dicembre 2012 in Nord America e nel corso del 2014 in Giappone. Venne terminato in data 11 agosto 2015. Nintendo annunciò inoltre sul suo sito che la predetta applicazione non sarebbe stata lanciata per il mercato europeo.[30]

Wii U ChatModifica

Il software del Wii U Chat permetteva di fare videochiamate ad utenti amici usando il Wii U GamePad grazie alla fotocamera e al microfono integrati. Si potevano inoltre disegnare doodle e scrivere "addosso" a colui che sta conversando con noi. Il servizio è terminato in data 8 novembre 2017, unitamente al forum Miiverse.

YouTubeModifica

Questa applicazione creata ad hoc per la console presenta una grafica diversa dalla classica controparte via browser, ed è ottimizzata per l'uso tramite Wii U GamePad.

RetrocompatibilitàModifica

Seguendo le orme di Wii, Wii U è completamente retrocompatibile via hardware con la console, gli accessori e gli applicativi digitali WiiWare e Virtual Console della precedente generazione e via software tramite Virtual console Wii U con i sistemi, sia Nintendo che concorrenti, più datati.

Virtual ConsoleModifica

Virtual Console è un servizio presente su Wii, Wii U e 3DS che, tramite eShop, permette il download da Internet di alcuni videogames delle generazioni precedenti di console. Gli utenti possono così trasferire e giocare sui nuovi sistemi giochi creati originariamente per altri, sia Nintendo (ad esempio NES, SNES e Nintendo 64) che di altri produttori (ad esempio Master System, Mega Drive e TurboGrafx 16). Novità inserita nella versione Wii U del servizio è la possibilità di utilizzare l'Off Tv Screen, permettendo quindi l'uso degli applicativi sul GamePad[31]. Questa implementazione però non ha permesso di utilizzare gli stessi file già presenti nel servizio Wii, che quindi andranno riacquistati sulla nuova console anche se già in proprio possesso per la vecchia, ad un prezzo comunque inferiore rispetto all'acquisto senza precedente possesso[32]. Nel caso non si voglia seguire tale strada, è possibile trasferire i giochi Virtual Console acquistati per Wii su una console Wii U ed eseguirli in modalità emulativa, ma non saranno utilizzabili sul GamePad. Ulteriore fattore di differenziazione tra i servizi dei vari sistemi è la disponibilità delle console emulabili: ad esempio, i giochi per Nintendo DS fanno parte del catalogo Virtual Console solo su Nintendo Wii U[33][34] e in futuro anche i giochi per GameCube potrebbero diventare una simile esclusiva[35]. Dal 14 gennaio del 2015 è possibile scaricare su Wii U anche i giochi per Wii, mentre dal 2 aprile quelli per Nintendo 64 e Nintendo DS.

Retrocompatibilità hardwareModifica

Wii U è provvisto di retrocompatibilità nativa per giochi, accessori e applicativi digitali di Wii tramite un sistema di emulazione chiamato "Modalità Wii". In tale modalità, l'ingresso SD non utilizzabile in modalità Wii U riprende a funzionare ma le porte USB utilizzabili si riducono a 2, quantità originariamente presente sulla console ora emulata. Anche in tale modalità risultano inoltre compatibili con la Console i cavi SCART, component e composite (AV) per Wii. Unica differenza rispetto alla console originaria è l'impossibilità di giocare online ai titoli emulati, in quanto i server di gioco dei titoli Wii sono stati spenti il 20 maggio 2014[36]. Per giocare con l'emulatore risulta altresì possibile utilizzare lo schermo del Wii U Game Pad. Tuttavia non sarà possibile utilizzare i suoi pulsanti ma sarà necessario abbinare un Wii remote

Versioni disponibiliModifica

Wii U Basic Pack[37]Modifica

 
Wii U Basic Pack

Contiene:

  • Console Wii U bianca con memoria flash interna da 8 GB espandibile
  • Wii U GamePad bianco
  • Cavo HDMI 1.4
  • Alimentatore per Wii U GamePad

Prezzo consigliato al lancio: 299,99 €

Wii U Premium Pack[38]Modifica

 
Wii U Premium Pack

Contiene:

  • Console Wii U nera con memoria flash interna da 32 GB espandibile
  • Wii U GamePad nero
  • Cavo HDMI 1.4
  • Alimentatore per Wii U GamePad
  • Sensor Bar
  • Stand per mantenere la console in verticale
  • Stand per Wii U GamePad
  • Abbonamento al servizio Nintendo Network Premium
  • Gioco Nintendo Land

Prezzo consigliato al lancio: 349,90 €

ZombiU Premium Pack[39]Modifica

Contiene:

  • Console Wii U nera con memoria flash interna da 32 GB espandibile
  • Wii U GamePad nero
  • Cavo HDMI 1.4
  • Alimentatore per Wii U GamePad
  • Sensor Bar
  • Stand per mantenere la console in verticale
  • Stand per Wii U GamePad
  • Abbonamento al servizio Nintendo Network Premium
  • Wii U Pro Controller
  • Gioco ZombiU

Prezzo consigliato al lancio: 389,90 €

Monster Hunter 3 Ultimate Premium PackModifica

Contiene:

  • Console Wii U nera con memoria flash interna da 32 GB espandibile
  • Wii U GamePad nero
  • Cavo HDMI 1.4
  • Alimentatore per Wii U GamePad
  • Sensor Bar
  • Stand per mantenere la console in verticale
  • Stand per Wii U GamePad
  • Abbonamento al servizio Nintendo Network Premium
  • Wii U Pro Controller
  • Gioco Monster Hunter 3 Ultimate

Prezzo consigliato al lancio: 389,90 €

[39]

Specifiche tecnicheModifica

 
Il modulo MCM della console dove sono visibili la CPU (chip più piccolo) e la GPU (chip più grande).

Di seguito sono riportate le specifiche tecniche di Wii U, basate sulla CPU "Espresso" e la GPGPU Latte. Le specifiche ufficiali non sono mai state divulgate da Nintendo.

Processore:

  • CPU: IBM PowerPC 750 (Power 6) IBM Power basato su tecnologia 3-core 64 bit 1,24 GHz[40], Multi Chip Module (modulo MCM) con processo produttivo a 45 nm.
  • GPGPU Latte Derivata dalla AMD Radeon HD E6760 a 800 MHz a 40 nm Floating Point Performance (single precision, peak): 576 GFLOPs, DirectX® 11, Shader Model 5.0,OpenGL 4.1, 6 SIMD engines x 80 processing elements = 480 unità shaders.[41]
  • Precisione complessiva: 1 TFLOPS.

Memoria:

  • Memoria principale: 2 GB RAM DDR3L 1 600 SDRAM (512 MB × 4) 12,8 Gbytes/s  di bandwidth (1 GB dedicato al sistema operativo).[42]
  • Memoria eDRAM: 32 MB (embedded Dynamic RAM) ad alta velocità integrati nella GPGPU.

Slot e periferiche di controllo:

  • Wii U GamePad, Wii U Pro Controller (fino a quattro contemporaneamente Gamepad escluso), Wii Remote Plus (fino a quattro contemporaneamente Gamepad escluso), compatibile con sistemi e periferiche di controllo Nintendo Wii (inclusa Wii Balance Board).
  • Porta HDMI, component, composita per risoluzioni da 480p a 1080p.
  • Quattro porte USB 2.0 per chiavette USB e un lettore schede SD.
  • Porta per Sensor Bar (Nintendo Wii).

Memoria non volatile:

  • Memoria flash da 8 GB Wii U bianco (Basic Pack); 32 GB Wii U nero (Premium Pack); espandibile con HDD e supporti USB fino a 2 TB.

Video:

  • 480p/480i/720p/1080i/1080p (tramite cavo HDMI).

Audio:

  • Supporta l'uscita lineare PCM a sei canali mediante presa HDMI o l'uscita analogica tramite presa AV MULTI OUT.[42]

Connettività:

  • Wi-Fi 802.11 b/g/n (Broadcom BCM43237KMLG) per collegamento ad Internet, compatibile con adattatore LAN Nintendo Wii, connettività Wi-Fi 802.11n (Broadcom BCM43362KUB6) dedicata al GamePad, Bluetooth 4.0 (Broadcom BCM20702) dedicata agli accessori Nintendo Wii.[42]

Lettore e supporto di memorizzazione:

  • Lettore ottico con velocità di 22,5 MB al secondo.
  • Dischi proprietari Nintendo contenenti fino a 25 GB di dati nel single layer e 50 GB nel dual layer.

Considerazioni tecnicheModifica

Il Wii U ha una potenza computazionale più di trenta volte superiore al predecessore Wii (30 GigaFLOPS), grazie ad un'architettura di moderna concezione e dai ridottissimi consumi in rapporto alle prestazioni reali e teoriche; inoltre la console presenta un'inedita architettura GPU-centrica, che si serve di una GPGPU, una tecnologia introdotta per la prima volta nel mercato videoludico e capace di offrire prestazioni migliori di una normale GPU.

Difatti vi è un pieno supporto alle librerie con effetti equivalenti alle DirectX 11 e ai motori grafici di nuova generazione come per esempio l'Unreal Engine 4, anche se Epic Games ha deciso di non supportare tale piattaforma[43]. In più il lettore ottico con una velocità di 22,5 MB al secondo permette una velocità nel caricamento dei dischi notevole che riduce sensibilmente i tempi di attesa sui caricamenti rispetto a quelli di Xbox 360 (10,57 MB/s) e PlayStation 3 (9 MB/s), inoltre possiede il quadruplo della memoria principale RAM della precedente generazione Xbox 360 e PlayStation 3, potendo contare su un numero di unità shader più elevato (480 shaders), e supportando DirectX® 11, Shader Model 5.0,OpenGL 4.1.

Il Wii U è compatibile con i videogiochi e le periferiche per il Wii ma non con quelli del GameCube. Tuttavia, Nintendo annunciò che all'E3 2014 avrebbe presentato un accessorio per usare un controller Nintendo GameCube con il videogioco picchiaduro Super Smash Bros. for Wii U: il "Nintendo GameCube Controller Adapter for Wii U"[24].

LancioModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Wii U basic and premium SKUs coming to Japan on December 8
  2. ^ (EN) Nintendo Wii U release date is November 18th in US, starting at $299.99, November 30th in Europe
  3. ^ a b (EN) Eddie Makuch, Wii U Production Ends Worldwide, su GameSpot, 31 gennaio 2017.
  4. ^ (EN) Dedicated Video Game Sales Units, su Nintendo, 31 marzo 2018. URL consultato il 29 giugno 2018.
  5. ^ (EN) Top Selling Title Sales Units, su Nintendo, 30 settembre 2018. URL consultato il 7 novembre 2018.
  6. ^ (ES) Agora é oficial: Wii U utilizará discos iDensity de 25GB
  7. ^ Iwata Chiede: Edizione Speciale E3 2011 - Wii U, pagina 1: "Iwata: Poco prima di iniziare quest'intervista, ho dato un'occhiata al mio calendario, e mi sono reso conto che sono trascorsi più o meno tre anni da quando abbiamo iniziato a tenere dei meeting su questo argomento."
  8. ^ Iwata Chiede: Edizione Speciale E3 2011 - Wii U, pagina 7: "Iwata: L'altro fattore riguarda il fatto che, dopo non molto tempo dal lancio della console Wii, le persone che lavorano nei media dedicati e i fan dei videogiochi hanno iniziato a definire la console Wii come una macchina "casual" rivolta ad un target familiare, e hanno posto su un altro livello le console di gioco di Microsoft e Sony, sostenendo che queste ultime sono macchine rivolte ai veri appassionati di videogiochi. Era una distinzione che discriminava fra giochi rivolti ad un target di giocatori "core" e quelli destinati ai giocatori "casual". Mi sono sentito subito in disaccordo con queste affermazioni, perché credo che la definizione di "core gamer" sia molto più ampia, individuando una persona che ha una gamma di interessi molto più ampia, che si diverte con entusiasmo con molti tipi di giochi diversi che seguono differenti orientamenti creativi. D'altro canto, non penso certamente che la console Wii fosse in grado di soddisfare i bisogni di tutti i giocatori, e questo era un altro problema che intendevo risolvere."
  9. ^ Iwata Chiede: Edizione Speciale E3 2011 - Wii U, pagina 1: "Iwata: In realtà abbiamo discusso a lungo prima di impostare il lavoro così com'è ora. Prima di arrivare agli attuali risultati, ci sono stati diversi ripensamenti. Miyamoto: È vero, è andata così. Abbiamo ricominciato da zero molte volte."
  10. ^ Iwata Chiede: Edizione Speciale E3 2011 - Wii U, pagina 2: "Iwata: Abbiamo discusso a lungo e abbiamo fatto molti esperimenti, per esempio sul dove posizionare questo piccolo monitor. Miyamoto: Vero, sebbene uno schermo più ampio sia più attraente, abbiamo discusso del fatto che uno schermo più grande avrebbe creato problemi con i limiti del budget... Ci sono stati diversi tentativi. E mentre ci stavamo lavorando, le situazioni intorno a noi sono virate a nostro vantaggio. Ci siamo gradualmente avvicinati alla nostra visione originaria."
  11. ^ (EN) Wii's successor system
  12. ^ (EN) Wii U announced
  13. ^ Punto Informatico, 28 gennaio 2011: "Nintendo, Wii e DS non bastano più"
  14. ^ Bayonetta 2 annunciato come esclusiva Nintendo Wii U - trailer di debutto
  15. ^ (EN) Nintendo announces date for NX console, su BBC News, 26 aprile 2016.
  16. ^ (EN) Connecting 2 Wii U Gamepads to one Wii U Console. | Nintendo Support Forums, su en-americas-support.nintendo.com. URL consultato il 7 luglio 2017.
  17. ^ Iwata Chiede: Wii U Console Principale, pagina 3 "La Magia": "Iwata: C'è stata un'accesa discussione se la console dovesse avere una struttura orizzontale o verticale. Kitano: Sì, fin dall'inizio. Noi del team tecnico e meccanico abbiamo cominciato a progettare l'hardware Wii U verso aprile 2009. Inizialmente abbiamo considerato varie configurazioni, diverse da quella orizzontale in stile Wii e da quella cubica, simile a Nintendo GameCube. Ma ben presto abbiamo deciso per lo stile Wii."
  18. ^ Iwata Chiede: Wii U Console Principale, L'hardware come "Tecnico di scena": "Iwata: Realizzare una console di dimensioni più compatte era un obiettivo chiaro fin dall'inizio? Kitano-san? Kitano: Sì. All'inizio dello sviluppo, Takeda-san ci ha chiesto di creare una console che fosse una specie di "tecnico di scena", un oggetto non troppo evidente. ... Iwata: Nonostante ciò, è una macchina molto più potente della console Wii, quindi avete dovuto escogitare soluzioni per problemi legati al surriscaldamento e alle dimensioni della cassa."
  19. ^ Specifiche | Wii U | Nintendo
  20. ^ (IT) Adattatore LAN per Wii, su Nintendo of Europe GmbH. URL consultato il 15 febbraio 2018.
  21. ^ La nuova console Nintendo Wii U introduce un controller dotato di uno schermo da 15,7 cm[collegamento interrotto]
  22. ^ Wii U, il Gamepad funzionerà da telecomando TV - notizia by Games.it
  23. ^ Scopri la nuova console #WiiU di Nintendo, e i suoi giochi!, su Nintendo of Europe GmbH. URL consultato il 14 gennaio 2017.
  24. ^ a b (IT) Scopri la nuova console #WiiU di Nintendo, e i suoi giochi!, su Nintendo of Europe GmbH. URL consultato il 15 febbraio 2018.
  25. ^ (IT) Il programma Nintendo Network Premium termina il 31 dicembre, su www.wiitalia.it. URL consultato il 18 luglio 2017.
  26. ^ (IT) Che cos'è Nintendo Network Premium?, su Nintendo of Europe GmbH. URL consultato il 18 luglio 2017.
  27. ^ Informazioni importanti sulla chiusura di Miiverse, su Nintendo, 29 agosto 2017.
  28. ^ Iwata Chiede - 1. L'opzione sipario diventa un punto di forza - Iwata Chiede: Wii U - Nintendo[collegamento interrotto]
  29. ^ (IT) Nintendo chiude TVii, il servizio televisivo di Wii U - Wired, in Wired, 27 luglio 2015. URL consultato il 18 luglio 2017.
  30. ^ [1][collegamento interrotto]
  31. ^ Nintendo.it: Wii U Virtual Console: "I giocatori che hanno acquistato la versione Wii di un titolo Virtual Console NES o Super NES, e lo hanno trasferito sulla loro console Wii U, potranno acquistare la versione ottimizzata per Wii U dello stesso software al prezzo ridotto di €0,99 per i titoli NES e €1,49 per i titoli Super NES. Per avere ulteriori informazioni, visita la sezione dedicata ai trasferimenti di sistema."
  32. ^ Nintendo.it: Wii U Virtual Console: "I giocatori che hanno acquistato la versione Wii di un titolo Virtual Console NES o Super NES, e lo hanno trasferito sulla loro console Wii U, potranno acquistare la versione ottimizzata per Wii U dello stesso software al prezzo ridotto di €0,99 per i titoli NES e €1,49 per i titoli Super NES. Per avere ulteriori informazioni, visita la sezione dedicata ai trasferimenti di sistema."
  33. ^ Nintendo DS in arrivo sulla Virtual Console di Wii U
  34. ^ Nintendo.it: Brain Training del Dr. Kawashima ora disponibile come download gratuito su Wii U, fino al 10 luglio!
  35. ^ Wii U, confermati i giochi GameCube su Virtual Console? - Notizia - Periferiche Wii U - Multiplayer.it
  36. ^ Multiplayer.it: Il Servizio Nintendo Wi-Fi Connection per Wii e DS termina domani
  37. ^ Basic Pack | Wii U | Nintendo
  38. ^ Premium Pack | Wii U | Nintendo
  39. ^ a b Tweet ufficiale Nintendo Italia
  40. ^ Wii U CPU, GPU Details Uncovered - IGN
  41. ^ Wii U confirmed to use a "modified" E6770 GPU
  42. ^ a b c [Riflessione] Specifiche Hardware Wii U
  43. ^ Niente Unreal Engine 4 su Wii U - Notizia - Epic Games - Multiplayer.it
  44. ^ (EN) Ninja Gaiden 3 sarà un titolo di lancio per Wii U
  45. ^ DarkSiders II in uscita la prossima estate Archiviato l'11 febbraio 2012 in Internet Archive.
  46. ^ (EN) Assassin's Creed III Confirmed for Wii U
  47. ^ Wii U: la presentazione definitiva all'E3 2012
  48. ^ Confermata la Line Up italiana per Wii U

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica