Daniel Olbrychski

attore polacco

Daniel Marcel Olbrychski (IPA: [ˈdaɲɛl ˈmart͡sɛl ɔlˈbrɨxskʲi]) (Łowicz, 27 febbraio 1945) è un attore e stuntman polacco, conosciuto per i suoi ruoli principali nei film di Andrzej Wajda e per il ruolo di Vassily Orlov in Salt.

Daniel Olbrychski nel 2019

BiografiaModifica

Olbrychski é nato a Łowicz in Polonia. Ha fatto parte del cast de Il tamburo di latta, vincitore della Palma d'oro al 32º Festival di Cannes e dell'Oscar per il migliore film straniero, diretto dal regista Volker Schlöndorff e tratto dall'omonimo romanzo di Günter Grass. Ha anche fatto un'apparizione in uno dei dieci mediometraggi del Decalogo di Krzysztof Kieślowski ed ha avuto una piccola parte ne L'insostenibile leggerezza dell'essere. Nel 1986 ha ricevuto l'onorificenza della Legion d'onore. L'anno successivo ha partecipato al film Mosca addio. Nel 2007 ha ricevuto il Premio Stanislavskij al Festival cinematografico internazionale di Mosca per l'ottimo risultato e devozione nella recitazione con il Metodo Stanislavskij.

Oltre a recitare, Olbrychski è noto per le sue capacità di atleta. Appassionato di cavalli e molto abile ad usare la sciabola, Olbrychski gira personalmente le scene di stunt nei film a cui partecipa.

Ha due figli, Rafał Olbrychski, anche lui attore, nato il 26 febbraio 1971 con Monika Dzienisiewicz-Olbrychska, e Viktor avuto con l'attrice tedesca Barbara Sukowa. Ha anche una figlia, Weronika, nata nel 1982, avuta con Zuzanna Łapicki-Olbrychska, figlia dell'attore Andrzej Łapicki.

Filmografia parzialeModifica

Doppiatori italianiModifica

OnorificenzeModifica

Onorificenze polaccheModifica

  Croce di Commendatore dell'Ordine della Polonia Restituta
  Croce d'oro al merito
— 1974
  Medaglia Gloria Artis d'oro
— 2006

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere della Legion d'Onore (Francia)
— Francia, 1986
  Commendatore dell'Ordre des Arts et des Lettres (Francia)
— Francia, 1991
  Croce al Merito di I classe dell'Ordine al Merito di Germania (Germania)
— Germania, 2003
  Medaglia di Puškin (Russia)
— Russia, 2007

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN79167401 · ISNI (EN0000 0000 7839 6499 · LCCN (ENn91103439 · GND (DE119102862 · BNE (ESXX1748382 (data) · BNF (FRcb13898085z (data) · J9U (ENHE987007433053605171 · WorldCat Identities (ENlccn-n91103439