Apri il menu principale
Dante Schietroma
Senatore Dante Schietroma.jpg

Ministro per l'organizzazione della pubblica amministrazione e per le Regioni
Durata mandato 28 giugno 1981 –
2 maggio 1983
Predecessore Clelio Darida
Successore Remo Gaspari
(Funzione pubblica)

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature IV, V, VI, VII, VIII, IX
Gruppo
parlamentare
PSU, PSDI
Coalizione Centro-sinistra, Pentapartito
Collegio Frosinone
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Socialista Democratico Italiano, PSI-PSDI Unificati, Partito Socialista Unitario
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Professione Avvocato

Dante Schietroma (Supino, 14 ottobre 1917Colleferro, 7 settembre 2004) è stato un politico italiano.

BiografiaModifica

Esponente del Partito Socialista Democratico Italiano, Schietroma fu consigliere comunale di Frosinone dal 1956 al 1995, ricoprendo nella città anche la carica di assessore e di vicesindaco, e infine quella di sindaco tra il 1988 e il 1989.

Arrivò al Senato della Repubblica nel 1963 e venne riconfermato nelle successive cinque legislature, fino al 1987, ricoprendo più volte la carica di presidente del gruppo parlamentare socialdemocratico. In Senato presiedette le commissioni Giustizia, Agricoltura e Difesa, la Giunta per le autorizzazioni a procedere e la Commissione parlamentare d'inchiesta sulla strage di via Fani, sul sequestro e l'assassinio di Aldo Moro e sul terrorismo in Italia.

Fu dieci volte al governo, con gli incarichi di sottosegretario all'Agricoltura, all'Industria e, per cinque volte, al Tesoro, e come ministro della Funzione Pubblica nei due governi Spadolini e nel successivo governo Fanfani.

Per sei anni, dal 1988 al 1994, fu componente del Consiglio di Presidenza della Corte dei conti.

Suo figlio Gian Franco Schietroma ha intrapreso anch'egli la carriera politica nel PSDI, divenendone segretario nazionale.

Collegamenti esterniModifica


Controllo di autoritàVIAF (EN233511140 · ISNI (EN0000 0004 1978 8459 · SBN IT\ICCU\SBLV\048051