Edmund Bruggmann

sciatore alpino svizzero
Edmund Bruggmann
Edmund Bruggmann 1969.jpg
Nazionalità Svizzera Svizzera
Altezza 178[senza fonte] cm
Peso 75[senza fonte] kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Discesa libera, slalom gigante, slalom speciale, combinata
Squadra SC Flumserberg[1]
Termine carriera 1974
Palmarès
Olimpiadi 0 1 0
Mondiali 0 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Edmund Bruggmann detto Edy[1] (Flums, 15 aprile 1943Walenstadt, 9 giugno 2014) è stato uno sciatore alpino svizzero, portabandiera della Svizzera durante la cerimonia di apertura degli XI Giochi olimpici invernali di Sapporo 1972.

BiografiaModifica

Carriera sciisticaModifica

Stagioni 1964-1969Modifica

Sciatore specialista delle prove tecniche, ma in grado di farsi valere anche in discesa libera, Bruggmann debuttò in campo internazionale in occasione dei IX Giochi olimpici invernali di Innsbruck 1964, dove si classificò 19º nello slalom gigante. L'anno dopo vinse il prestigioso slalom gigante dell'Internationale Adelbodner Skitage disputato sulla Chuenisbärgli di Adelboden e nel 1966, nella stessa competizione, fu 3º dietro a Billy Kidd e a Willy Favre[2]

Ottenne il suo primo risultato di rilievo in Coppa del Mondo il 6 gennaio 1967 a Berchtesgaden, piazzandosi 9º in slalom gigante. L'anno dopo partecipò ai X Giochi olimpici invernali di Grenoble 1968, arrivando 10º nella discesa libera e 12º nello slalom gigante. Quell'anno in Coppa del Mondo ottenne quattro podi, il primo dei quali fu anche la sua prima vittoria (il 4 gennaio a Bad Hindelang in slalom gigante) e si piazzò al 6º posto nella classifica generale e al 2º in quella di slalom gigante, vinte entrambe da Jean-Claude Killy.

Stagioni 1970-1974Modifica

Ai Mondiali della Val Gardena, nel 1970, fu 5º nella combinata, mentre nella stagione successiva in Coppa del Mondo, dopo aver ottenuto quattro podi con una vittoria (il 5 gennaio nello slalom gigante della Loipl di Berchtesgaden), si piazzò 6º nella classifica generale e 3º in quella di slalom gigante.

Venne convocato per partecipare agli XI Giochi olimpici invernali di Sapporo 1972, dove, dopo essere stato portabandiera della Svizzera durante la cerimonia di apertura[3], si aggiudicò la medaglia d'argento nello slalom gigante, valida anche ai fini del Mondiali 1972, e si classificò 8º nello slalom speciale. Quell'anno in Coppa del Mondo vinse due gare, lo slalom gigante disputato sulla Saslong della Val Gardena il 16 marzo e quello di Pra Loup del 19 marzo che fu anche il suo ultimo podio nel circuito, e, grazie anche ad altri due podi, fu 3º nella classifica generale e 2º in quella di slalom gigante. Ottenne il suo ultimo piazzamento in carriere il 24 gennaio 1974, nello slalom speciale di Coppa del Mondo disputato a Kitzbühel e chiuso da Bruggmann al 7º posto.

Altre attivitàModifica

Dopo il ritiro dall'attività agonistica gestì un albergo nella stazione sciistica di Flumserberg; morì nel 2014 all'età di 71 anni a seguito di una leucemia[1][4].

PalmarèsModifica

OlimpiadiModifica

Coppa del MondoModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 3º nel 1972
  • 14 podi (1 in discesa libera, 9 in slalom gigante, 4 in slalom speciale):
    • 5 vittorie
    • 5 secondi posti
    • 4 terzi posti

Coppa del Mondo - vittorieModifica

Data Località Paese Specialità
4 gennaio 1968 Bad Hindelang   Germania Ovest GS
17 febbraio 1969 Kranjska Gora   Jugoslavia SL
5 gennaio 1971 Berchtesgaden   Germania Ovest GS
16 marzo 1972 Val Gardena   Italia GS
19 marzo 1972 Pra Loup   Francia GS

Legenda:
GS = slalom gigante

SL = slalom speciale

NoteModifica

  1. ^ a b c (DE) Edy Bruggmann verstorben, in skiclubskiclub-flumserberg.ch, 12 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2014).
  2. ^ (EN) "History - Former_winners" su weltcup-adelboden.ch (albo d'oro 1955-2013 sul sito ufficiale della manifestazione), su weltcup-adelboden.ch (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2013).
  3. ^ (EN) Scheda sports-reference.com sulla Svizzera, su sports-reference.com. URL consultato il 25 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 9 marzo 2018).
  4. ^ Max Valle, Morto lo svizzero Edmund Bruggmann, argento olimpico in gigante nel 1972 dietro a Gustav Thöni, in neveitalia.it, 11 giugno 2014. URL consultato il 22 maggio 2015.

Collegamenti esterniModifica