Apri il menu principale
Loipl
StatoGermania Germania
LocalitàBerchtesgaden
MontagnaLoipl
Slalom gigante[1]
Partenza1.230 m s.l.m.
Arrivo880 m s.l.m.
Dislivello350 m
Slalom speciale[2]
Partenza1.170 m s.l.m.
Arrivo880 m s.l.m.
Dislivello190 m

La Loipl è una pista sciistica che si trova a Berchtesgaden, in Germania. Il pendio, che si snoda sul monte omonimo, è utilizzato per le prove delle discipline tecniche (slalom gigante e slalom speciale), sia maschili sia femminili.

StoriaModifica

La pista ha ospitato numerose gare della Coppa del Mondo di sci alpino, a partire dalla prova inaugurale del massimo circuito, il 5 gennaio 1967. Nel 1974 Berchtesgaden fu teatro della prima grande affermazione di squadra della Nazionale di sci alpino dell'Italia, identificata per la prima volta con l'espressione giornalistica "Valanga azzurra" da La Gazzetta dello Sport proprio a commento della gara di slalom gigante di quella stagione[3]. In quell'occasione la squadra italiana ottenne un risultato mai conseguito prima di allora da nessuna nazionale, aggiudicandosi le prime cinque posizioni della classifica finale. L'ordine di arrivo fu infatti[4]:

  1. Piero Gros (2:07.00)
  2. Gustav Thöni (2:09.23)
  3. Erwin Stricker (2:09.83)
  4. Helmuth Schmalzl (2:10.48)
  5. Tino Pietrogiovanna (2:10.77)

L'impresa ebbe vasta eco internazionale: il commissario tecnico della nazionale austriaca, Toni Sailer, disse: «Dovremo rivedere tutto, allenarci giorno e notte, perché questi italiani fanno paura»[3]. Il successo di Berchtesgaden non fu un evento isolato, ma rappresentò la massima espressione del dominio dello sci alpino italiano negli anni Settanta.

TracciatoModifica

PodiModifica

Si riportano i podi relativi alle massime competizioni internazionali disputati sulla Loipl.

UominiModifica

Slalom giganteModifica

Data Competizione Primo Secondo Terzo
...
5 gennaio 1967 Coppa del Mondo 1967   Heini Messner   Jules Melquiond   Dumeng Giovanoli
1968-1970
non disputato
5 gennaio 1971 Coppa del Mondo 1971   Edmund Bruggmann   Patrick Russel   David Zwilling
10 gennaio 1972 Coppa del Mondo 1972   Roger Rossat-Mignod   Gustav Thöni   Walter Tresch
1973
non disputato
7 gennaio 1974 Coppa del Mondo 1974   Piero Gros   Gustav Thöni   Erwin Stricker
1975-1976
non disputato
10 gennaio 1977 Coppa del Mondo 1977   Ingemar Stenmark   Klaus Heidegger   Alois Morgenstern
1978-...
non disputato

Slalom specialeModifica

Data Competizione Primo Secondo Terzo
...
6 gennaio 1967 Coppa del Mondo 1967   Georges Mauduit   Léo Lacroix   Jean-Claude Killy
1968
non disputato
3 gennaio 1969 Coppa del Mondo 1969   Alfred Matt   Karl Schranz   Patrick Russel
1970
non disputato
6 gennaio 1971 Coppa del Mondo 1971   Jean-Noël Augert   Heini Messner   Max Rieger
9 gennaio 1972 Coppa del Mondo 1972   Henri Duvillard   Max Rieger   Andrzej Bachleda
1973-1985
non disputato
14 gennaio 1986 Coppa del Mondo 1986   Johan Wallner   Bojan Križaj   Daniel Mougel
1987-...
non disputato

DonneModifica

Slalom giganteModifica

Data Competizione Prima Seconda Terza
...
18 gennaio 1976 Coppa del Mondo 1976   Danièle Debernard   Lise-Marie Morerod   Monika Kaserer
1977-1978
non disputato
6 febbraio 1979 Coppa del Mondo 1979   Christa Kinshofer   Irene Epple   Annemarie Moser-Pröll
10 gennaio 1980 Coppa del Mondo 1980   Hanni Wenzel   Perrine Pelen   Claudia Giordani
1981-1999
non disputato
8 gennaio 2000 Coppa del Mondo 2000   Michaela Dorfmeister   Karen Putzer   Martina Ertl
2001
non disputato
19 gennaio 2002 Coppa del Mondo 2002   Michaela Dorfmeister   Stina Hofgård Nilsen   Geneviève Simard
4 gennaio 2003 Coppa del Mondo 2003
annullato[5]
2004
non disputato
8 gennaio 2005 Coppa del Mondo 2005
annullato[6]
2006-...
non disputato

Slalom specialeModifica

Data Competizione Prima Seconda Terza
...
17 gennaio 1976 Coppa del Mondo 1976   Christa Zechmeister   Danièle Debernard   Hanni Wenzel
1977
non disputato
24 gennaio 1978 Coppa del Mondo 1978   Hanni Wenzel   Lise-Marie Morerod   Perrine Pelen
25 gennaio 1978 Coppa del Mondo 1978   Hanni Wenzel   Fabienne Serrat   Lise-Marie Morerod
1979
non disputato
9 gennaio 1980 Coppa del Mondo 1980   Perrine Pelen   Claudia Giordani   Daniela Zini
1981
non disputato
23 gennaio 1982 Coppa del Mondo 1982   Christin Cooper   Perrine Pelen   Ursula Konzett
1983-1998
non disputato
8 gennaio 1999 Coppa del Mondo 1999   Sabine Egger   Ingrid Salvenmoser   Pernilla Wiberg
9 gennaio 2000 Coppa del Mondo 2000   Špela Pretnar   Christel Pascal   Trine Bakke
2001
non disputato
20 gennaio 2002 Coppa del Mondo 2002   Kristina Koznick
  Marlies Oester
  Janica Kostelić
5 gennaio 2003 Coppa del Mondo 2003
annullato[7]
2004
non disputato
9 gennaio 2005 Coppa del Mondo 2005
annullato[8]
2006-...
non disputato

NoteModifica

  1. ^ Referto ufficiale dello slalom gigante femminile della Coppa del Mondo 2002 (PDF), su data.fis-ski.com. URL consultato l'11 febbraio 2014.
  2. ^ Referto ufficiale dello slalom speciale femminile della Coppa del Mondo 2002 (PDF), su data.fis-ski.com. URL consultato l'11 febbraio 2014.
  3. ^ a b Pierangelo Molinaro, Trent' anni fa esplose la Valanga azzurra, in La Gazzetta dello Sport, 7 gennaio 2004, p. 32. URL consultato l'11 febbraio 2014.
  4. ^ Scheda sulla gara sul sito ufficiale FIS, su data.fis-ski.com. URL consultato l'11 febbraio 2014.
  5. ^ La gara originariamente prevista a Berchtesgaden si disputò a Bormio, in Italia, sulla pista Stelvio e fu vinta dalla svizzera Sonja Nef davanti alla svedese Anja Pärson e all'austriaca Michaela Dorfmeister.
  6. ^ La gara originariamente prevista a Berchtesgaden si disputò a Santa Caterina Valfurva, in Italia, sulla pista Deborah Compagnoni e fu vinta la slovena Tina Maze davanti alle canadesi Geneviève Simard e Allison Forsyth.
  7. ^ La gara originariamente prevista a Berchtesgaden si disputò a Bormio, in Italia, sulla pista Stelvio e fu vinta dalla croata Janica Kostelić davanti all'austriaca Elisabeth Görgl e alla svedese Anja Pärson.
  8. ^ La gara originariamente prevista a Berchtesgaden si disputò a Santa Caterina Valfurva, in Italia, sulla pista Deborah Compagnoni e fu vinta dall'austriaca Marlies Schild davanti alla statunitense Kristina Koznick e alla tedesca Monika Bergmann.
  Portale Sci alpino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sci alpino