Apri il menu principale

1leftarrow blue.svgVoce principale: Coppa dei Campioni 1963-1964.

Finale della Coppa dei Campioni 1963-1964
Inter Coppa Campioni 1964 - Armando Picchi con la coppa.jpg
Dettagli evento
Competizione Coppa dei Campioni 1963-1964
Data 27 maggio 1964
Città Vienna
Impianto di gioco Prater Stadion
Spettatori 71 333[1]
Risultato
Inter
3
Real Madrid
1
Arbitro Austria Josef Stoll
ed. successiva →     ← ed. precedente

La finale della 9ª edizione di Coppa dei Campioni si disputò il 27 maggio 1964 presso il Prater Stadion di Vienna tra gli spagnoli del Real Madrid, pluricampioni, e gli italiani dell'Inter, alla prima finale di questa competizione. All'incontro assistettero circa 72 200 spettatori. La partita, arbitrata dall'austriaco Josef Stoll, vide la vittoria per 3-1 della squadra meneghina.

Indice

Il cammino verso la finaleModifica

L'Inter di Helenio Herrera, campione d'Italia, affrontò al primo turno gli inglesi dell'Everton battendoli 1-0 a San Siro e passò il turno in virtù dello 0-0 all'andata. Agli ottavi di finale fu la volta dei francesi del Monaco che persero con un risultato aggregato di 4-1. Con il medesimo risultato fu sconfitto anche il Partizan Belgrado ai quarti. In semifinale i tedeschi occidentali del Borussia Dortmund, dopo il pari per 2-2 in trasferta, furono battuti a Milano per due reti a zero.

Il Real Madrid di Miguel Muñoz, iniziò il cammino europeo contro gli scozzesi dei Rangers Glasgow eliminandoli con un tennistico 6-0 al Bernabéu. Agli ottavi di finale fu la volta dei rumeni della Dinamo Bucarest che persero con un risultato aggregato di 8-4. Ai quarti i campioni di Spagna affrontarono i campioni in carica del Milan. All'andata i Blancos strapazzarono gli avversari per 4-1 e, ipotecarono il passaggio del turno. A ritorno i Rossoneri assediarono il Real e vinsero per 2-0, non riuscendo così a raggiungere le semifinali. In semifinale le Mergengues trovarono i modesti svizzeri dello Zurigo che furono sconfitti con un 8-1 tra andata e ritorno.

La partitaModifica

A Vienna si trovano di fronte il grande Real, oramai giunto alla fine della propria epoca, e quella che di lì a poco diventerà la Grande Inter. Il tecnico Helenio Herrera, che conosce gli spagnoli, imposta una partita molto tattica al fine di mettere in difficoltà gli avversari. Alfredo Di Stéfano e Ferenc Puskás vengono annullati dai difensori nerazzurri Tarcisio Burgnich e Carlo Tagnin e fine primo tempo Sandro Mazzola porta in vantaggio i suoi con un tiro dalla distanza che sorprende José Vicente Train.

Nella ripresa arriva il raddoppio di Aurelio Milani, ma dopo appena sette minuti il match si riapre col gol di Felo. La terza rete porta nuovamente la firma di Mazzola, che approfitta di un errore di José Santamaría.

TabellinoModifica

Vienna
27 maggio 1964, ore 19:30 CET
Inter3 – 1
referto
Real MadridPraterstadion (71 333 spett.)
Arbitro:   Josef Stoll

Internazionale
Real Madrid
Inter
POR 1   Giuliano Sarti
DIF 2   Tarcisio Burgnich
DIF 3   Giacinto Facchetti
MED 4   Carlo Tagnin
DIF 5   Aristide Guarneri
LIB 6   Armando Picchi (c)
CEN 7   Jair
CEN 8   Sandro Mazzola
ATT 9   Aurelio Milani
CEN 10   Luis Suárez
ATT 11   Mario Corso
Allenatore:
  Helenio Herrera
 
Real Madrid
POR 1   José Vicente Train
DIF 2   Isidro Sánchez
DIF 3   Pachín
DIF 4   Lucien Muller
DIF 5     José Santamaría
CEN 6   Ignacio Zoco
CEN 7   Amancio Amaro
CEN 8   Felo
ATT 9     Alfredo Di Stéfano
ATT 10     Ferenc Puskás
ATT 11   Francisco Gento
Allenatore:
  Miguel Muñoz

NoteModifica

Voci correlateModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio