Apri il menu principale

Aurelio Milani

calciatore italiano
Aurelio Milani
Milani in Fiorentina.jpg
Milani alla Fiorentina
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Carriera
Giovanili
1950-1952 Aurora Desio
Squadre di club1
1952-1953 Atalanta 0 (0)
1953-1955 Fanfulla 40 (6)
1955-1957 Simmenthal-Monza 64 (37)
1957-1958 Triestina 30 (17)
1958-1960 Sampdoria 44 (14)
1960-1961 Padova 33 (18)
1961-1963 Fiorentina 51 (23)
1963-1965 Inter 29 (7)
1966-1967 Verbania 8 (1)
Nazionale
1958-?Italia Italia 2 (1)
1964 Italia Italia 1 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º gennaio 1968

Aurelio Milani (Desio, 14 maggio 1934Borgo Ticino, 25 novembre 2014) è stato un calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Tra i pochi calciatori ad essersi laureato capocannoniere sia in Serie A che in B[1], conta anche un'apparizione in maglia azzurra.

BiografiaModifica

Sposato con Ida, ebbe due figlie: Mariella e Simona.[2] È deceduto nel 2014, all'età di 80 anni.[2][3]

Caratteristiche tecnicheModifica

Centravanti dotato dal punto di vista fisico, eccelleva nella finalizzazione ma anche nel servire assist ai compagni di squadra.[1][4]

CarrieraModifica

ClubModifica

Cresciuto nelle giovanili dell'Aurora Desio, si mise in luce con Fanfulla e Monza.[1] L'affermazione avvenne tra le fila della Triestina, con cui vinse il titolo di cannoniere nella serie cadetta[1]; fu così acquistato dalla Sampdoria, esordendo in A il 21 settembre 1958 nella sconfitta sul campo della Lazio.[1]

 
Milani alla Fiorentina, con il portiere Sarti e l'allenatore Hidegkuti, nella stagione 1961-62.

Dopo una sola stagione al Padova di Nereo Rocco, si trasferì alla Fiorentina.[1] Nel campionato 1961-62 replicò il successo tra i marcatori, con 22 realizzazioni in massima serie.[1] Il positivo biennio in viola gli valse la chiamata dell'Inter, guidata in panchina da Helenio Herrera: i nerazzurri si erano da poco laureati campioni d'Italia.[4]

 
Milani ai tempi della Grande Inter.

Nella Grande Inter continuò ad occupare la posizione di centrattacco, sostituendosi all'infortunato Di Giacomo.[4] Autore di 7 gol in campionato[5], segnò anche una rete (il temporaneo raddoppio dei meneghini) nella finale di Coppa Campioni contro il Real Madrid.[6] L'anno seguente trovò minor spazio, a causa dell'arrivo di Domenghini in attacco ma soprattutto per via di un infortunio riportato in Europa: nel corso di una gara con la Dinamo Bucarest, rimediò infatti una ginocchiata alla schiena che ne causò il dislocamento di una vertebra.[2][1][4]

Terminò quindi la carriera nel Verbania, ritirandosi a 33 anni.[2]

NazionaleModifica

Esordì in Nazionale il 10 maggio 1964, giocando un'amichevole contro la Svizzera.[7]

Conta anche 2 presenze e un gol nella rappresentativa B.[8]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei club in Serie AModifica

Stagione Squadra Campionato
Comp Pres Reti
1958-1959   Sampdoria A 34 13
1959-1960 A 10 1
Totale Sampdoria 44 14
1960-1961   Padova A 33 18
1961-1962   Fiorentina A 33 22
1962-1963 A 18 1
Totale Fiorentina 51 23
1963-1964   Inter A 18 7
1964-1965 A 11 0
Totale Inter 29 7
Totale carriera 157 62

Cronologia presenze e reti in NazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-5-1964 Losanna Svizzera   1 – 3   Italia Amichevole -
Totale Presenze 1 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia B
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
16-10-1958 Saragozza Spagna B   3 – 1   Italia B Amichevole -
6-5-1962 Tolosa Francia B   2 – 2   Italia B Amichevole 1
Totale Presenze 2 Reti 1

PalmarèsModifica

 
Milani con la maglia azzurra.

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Triestina: 1957-1958
Inter: 1964-1965

Competizioni internazionaliModifica

Inter: 1963-1964, 1964-1965
Inter: 1964

IndividualeModifica

1955-1956 (23 gol)
1961-1962 (22 gol, ex aequo con Altafini)

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h Milani, Aurelio, su treccani.it. URL consultato il 3 settembre 2019.
  2. ^ a b c d È morto Milani, ex attaccante della Grande Inter di Herrera, su gazzetta.it, 25 novembre 2014.
  3. ^ È morto Aurelio Milani, centravanti della "Grande Inter" di Herrera, su repubblica.it, 25 novembre 2014.
  4. ^ a b c d Santo Pallone, Inter tutti i santi giorni: 365 + 1 motivi per tifare Inter, Kowalski Editore, p. 128, ISBN 9788874965502.
  5. ^ Giulio Accatino, L'Inter reagisce al goal dell'Atalanta e domina a Bergamo nella ripresa: 3-1, in Stampa Sera, 13 gennaio 1964, p. 7.
  6. ^ Vittorio Pozzo, L'Inter è Campione d'Europa, in La Stampa, 28 maggio 1964, p. 9.
  7. ^ Anche Milani e Rosato convocati in Nazionale, in Stampa Sera, 4 maggio 1964, p. 8.
  8. ^ Panini, p. 501.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica