Giannettino Gonzaga

Ducato di Guastalla
Gonzaga
Coat of arms of the House of Gonzaga-Guastalla.svg

Ferrante II
Cesare II
Ferrante III
Vincenzo
Antonio Ferrante
Giuseppe Maria
Modifica

Giannettino Gonzaga (Guastalla, 1602Roma, 16 aprile 1649) è stato un religioso e teologo italiano.

BiografiaModifica

Era figlio del duca di Guastalla Ferrante II Gonzaga e di Vittoria Doria.[1]

All'età di nove anni entrò nell'ordine dei Teatini a Napoli. Nel 1616 andò a professare la fede religiosa nella casa dei Teatini di Guastalla, voluta dal padre Ferrante.

Fu un buon predicatore e nel 1647 venne nominato generale della congregazione.

Morì a Roma nel 1649.

OpereModifica

Nel 1621 pubblicò quattro orazioni panegiriche in lode di San Tommaso d'Aquino, Sant'Antonio Abate, Gaetano Thiene e del venerabile Giacomo Torno, elogiate dallo studioso Leone Allacci nel suo libro Apes Urbanae[2]; la quinta nel 1627 in lode di San'Andrea Avellino.

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Gonzaga di Mantova, Torino, 1835.

Voci correlateModifica