Hall of Fame (Polo G)

album di Polo G del 2021
Hall of Fame
ArtistaPolo G
Tipo albumStudio
Pubblicazione11 giugno 2021
Durata54:04
Tracce20
GenereHip hop[1]
Trap[1]
Drill[1][2]
Conscious hip hop[1]
Pop rap[3]
EtichettaColumbia
Produttore1040 Beats, 12 Hunna, Aiden Han, Angelo Ferraro, AXL Beats, Ben Billions, BJ, Bobby Wrap, Byrd Beats, CashMoneyAP, Damn Mikey, Daniel Magnusson, David Mescon, D Mac, Einer Bankz, Finesse, Fizzle, Jkei, Karltin Bankz, Kid Culture, Lil Mousey, Londn Blue, Mason Wu, Menace, Ryder Johnson, Safe, SephGotTheWave, Spaceman, Synco, S.Dot, Tahj Money, Taz Taylor, Terrence Rolle, Varohl, Wheezy, WizardMCE, Yung Fuel
Registrazione2020-2021
FormatiCD, download digitale, streaming
Certificazioni
Dischi d'oroStati Uniti Stati Uniti[4]
(vendite: 500 000+)
Polo G - cronologia
Album precedente
(2020)
Album successivo
Logo
Logo del disco Hall of Fame
Singoli
  1. Epidemic
    Pubblicato: 25 settembre 2020
  2. GNF (OKOKOK)
    Pubblicato: 5 febbraio 2021
  3. Rapstar
    Pubblicato: 9 aprile 2021
  4. Gang Gang
    Pubblicato: 21 maggio 2021
  5. No Return
    Pubblicato: 18 giugno 2021
  6. Party Lyfe
    Pubblicato: 9 luglio 2021

Hall of Fame è il terzo album in studio del rapper statunitense Polo G, pubblicato l'11 giugno 2021 dalla Columbia Records.[5][6]

AntefattiModifica

Nel 2020, Polo G ha iniziato a registrare il suo nuovo album. Ad aprile 2021, Barlett ha accennato a un brano in collaborazione con Lil Durk e The Kid Laroi con un video musicale.[7][8] A maggio, ha confermato che il collega di Chicago G Herbo sarebbe apparso nell'album, e il produttore DJ Scheme ha mostrato uno snippet del brano durante una live su Instagram.[9] Il 16 maggio 2021, Polo ha confermato su Twitter di aver finito la registrazione dell'album,[10] e il 27 maggio ha rilasciato un trailer dell'album che annunciava la data di rilascio dell'album, insieme a uno snippet di un brano coniato dai fan Lil Wooski (che si scoprì poi essere invece intitolata Painting Pictures) e all'opzione di prenotarlo su tutti i servizi di streaming.[11] Il 2 giugno ha condiviso su Instagram uno snippet del brano Toxic, indicandone il titolo.[12] Il 3 giugno 2021 ha annunciato via social la tracklist e le collaborazioni dell'album.[13][14]

PromozioneModifica

SingoliModifica

Il 25 settembre 2020, Polo G ha pubblicato il primo singolo dell'album, Epidemic, insieme ad un video musicale di accompagnamento.[15]

Il secondo singolo, GNF (OKOKOK), è stato rilasciato insieme ad un video musicale diretto da Cole Bennett il 5 febbraio 2021.[16][17]

Rapstar, il terzo singolo, è stato pubblicato il 9 aprile 2021, quasi un anno dopo la condivisione di uno snippet della versione acustica suonata da Einer Bankz.[18] Il video, diretto da Arrad, è stato rilasciato in concomitanza con l'uscita del singolo, e mostra Polo G accettare di entrare nella hall of fame dell'hip-hop.[19] Il singolo ha raggiunto la prima posizione della Billboard Hot 100, rimanendoci per due settimane, e diventando così la prima number one di Polo G.[20]

Il quarto e ultimo singolo, Gang Gang, è stato pubblicato il 21 maggio 2021, in collaborazione con Lil Wayne, l'idolo di Polo G.[21]

Il video di No Return con The Kid Laroi e Lil Durk è stato pubblicato sul canale YouTube di Polo G il 12 giugno 2021.[22][23] Il 18 giugno dello stesso anno, No Return è stato mandato alle radio italiane.[24]

Il 17 giugno 2021 ha pubblicato il video della collaborazione con DaBaby Party Lyfe.[25][26] La traccia è stata mandata alle radio italiane il 9 luglio 2021.[24]

Video musicali per altri braniModifica

Il video di Painting Pictures, l'intro dell'album, è stato rilasciato su YouTube il 15 giugno 2021 ed è stato girato al Marshall Field Garden Apartments (o 1300 Block), l'isolato dove il rapper ha trascorso l'infanzia.[27][28]

Il 14 luglio 2021 ha rilasciato il video del brano Toxic, girato da Ryan Lynch e diretto da CounterPoint 2.0.[29][30]

La prèmiere del video di Black Hearted è stata resa disponibile su YouTube venerdi 20 luglio 2021.[31]

CopertinaModifica

La copertina è stata annunciata il 26 maggio 2021, assieme alla data di rilascio dell'album. È stata creata dal direttore artistico Zanic e presenta Polo G in un abito in piedi su uno stand con i suoi premi alle spalle, e un busto raffigurante Polo.[6]

TracceModifica

  1. Painting Pictures – 2:17 (testo: Taurus Bartlett – musica: 1040 Beats, Yung Fuel)
  2. Rapstar – 2:46 (testo: Bartlett, Shane Lindstorm, Einer Bankz, Alexander Wu – musica: Einer Bankz, Synco)
  3. No Return (feat. The Kid Laroi & Lil Durk) – 2:48 (testo: Bartlett, Charlton Howard, Durk Banks – musica: Taz Taylor, Ryder Johnson, Mason Wu)
  4. Toxic – 2:11 (testo: Bartlett – musica: WizardMCE, Jkei)
  5. Epidemic – 2:57 (testo: Bartlett, Tahj Vaughn, David McDowell, Sterling Reynolds, Lukas Payne – musica: Tahj Money, D Mac, LondnBlue, Karltin Bankz)
  6. Gang Gang (con Lil Wayne) – 2:59 (testo: Bartlett, Dwayne Carter, Jr. – musica: Angelo Ferraro)
  7. Boom – 2:06 (testo: Bartlett – musica: 12 Hunna, BJ, Spaceman)
  8. Black Hearted – 3:10 (testo: Bartlett – musica: Damn Mikey, Aiden Han)
  9. Broken Guitars (feat. Scorey) – 2:08 (testo: Bartlett, Bakari Ward – musica: WizardMCE, Daniel Magnusson)
  10. GNF (OKOKOK) – 1:56 (testo: Bartlett – musica: Varohl, WizardMCE)
  11. Go Part 1 (feat. G Herbo) – 2:41 (testo: Bartlett, Herbert Wright III – musica: Kid Culture)
  12. Heart of a Giant (feat. Rod Wave) – 2:48 (testo: Bartlett, Rodarius Green – musica: Damn Mikey)
  13. Zooted Freestyle – 2:12 (testo: Bartlett – musica: Lil Mousey)
  14. Party Lyfe (feat. DaBaby) – 2:51 (testo: Bartlett, Jonathan Kirk – musica: Ben Billions, David Mescon, Terrence Rolle)
  15. Losses (feat. Young Thug) – 2:54 (testo: Bartlett, Jeffery Williams – musica: Wheezy, Bobby Wrap, Fizzle)
  16. So Real – 2:44 (testo: Bartlett – musica: SephGotTheWave)
  17. Fame & Riches (feat. Roddy Ricch) – 2:31 (testo: Bartlett, Rodrick Moore, Jr. – musica: WizardMCE)
  18. For the Love of New York (con Nicki Minaj) – 2:55 (testo: Bartlett, Onika Maraj, Alex Petit – musica: CashMoneyAP, Finesse, Byrd Beats, Menace)
  19. Clueless (feat. Pop Smoke e Fivio Foreign) – 2:45 (testo: Bartlett, Bashar Jackson, Maxie Ryles III – musica: AXL Beats)
  20. Bloody Canvas – 4:25 (testo: Bartlett, Patrick Bodi, Saif Musaad, Shaun Thomas – musica: WizardMCE, S.Dot, Safe)

Successo commercialeModifica

L'album ha debuttato al vertice della Billboard 200 con 143 000 unità equivalenti, divenendo la prima numero uno del rapper in madrepatria. Durante la settimana di debutto ha totalizzato 124 000 stream-equivalent units risultanti di 181,9 milioni di riproduzioni in streaming, mentre ha venduto 18 000 copie pure. Ha infine accumulato 1 000 track-equivalent units risultanti da 10 000 vendite digitali delle singole tracce.[32] Il 1º luglio 2021 l'album è stato certificato oro dalla Recording Industry Association of America in seguito alle 500 000 copie vendute.[33]

ClassificheModifica

Classifica (2021) Posizione
massima
Australia[34] 3
Austria[35] 7
Belgio (Fiandre)[36] 6
Belgio (Vallonia)[37] 79
Canada[38] 2
Danimarca[39] 2
Finlandia[40] 10
Francia[41] 81
Germania[42] 28
Irlanda[43] 3
Islanda[44] 7
Italia[45] 38
Lituania[46] 11
Norvegia[47] 3
Nuova Zelanda[48] 2
Paesi Bassi[49] 3
Regno Unito[50] 3
Spagna[51] 89
Stati Uniti[52] 1
Svezia[53] 8
Svizzera[54] 5

NoteModifica

  1. ^ a b c d Polo G is grinning through the pain on 'Hall of Fame', su Riff Magazine. URL consultato l'11 giugno 2021.
  2. ^ (EN) Polo G: Hall of Fame Album Review, su Pitchfork. URL consultato il 7 luglio 2021.
  3. ^ (EN) Fred Thomas, Hall of Fame, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 2 agosto 2021.
  4. ^ (EN) Polo G - Hall of Fame – Gold & Platinum, su riaa.com, Recording Industry Association of America. URL consultato il 2 luglio 2021.
  5. ^ (EN) Aleia Woods, Polo G Drops New Album Hall of Fame - Listen, su XXL, 11 giugno 2021. URL consultato l'11 giugno 2021.
  6. ^ a b (EN) Matthew Strauss, Polo G Announces Release Date for New Album Hall of Fame, su Pitchfork. URL consultato il 9 giugno 2021.
  7. ^ Polo G - RAPSTAR (Official Video)- REACTION w/ Polo G & Einer Bankz. URL consultato il 9 giugno 2021.
  8. ^ XXL Magazine su Twitter: "The Kid Laroi, Lil Durk and Polo G have a song + video in the tuck", su Twitter. URL consultato il 9 giugno 2021.
  9. ^ (EN) Polo G Talks Hall of Fame, Goat Status, Chicago Violence & More | 1011 The Beat, su Zach Boog. URL consultato il 9 giugno 2021.
  10. ^ Polo.G su Twitter: "100%", su Twitter. URL consultato il 9 giugno 2021.
  11. ^ (EN) Polo G sets a release date for new album 'Hall of Fame', su NME, 28 maggio 2021. URL consultato l'11 giugno 2021.
  12. ^ 20 Chains 6 Figures Just To Hit The Stage...”Toxic” #Hof #06/11, su Instagram. URL consultato l'11 giugno 2021.
  13. ^ I usually Don’t Even Tap in For Features But This Time around I’m like fuck it I went & Gat sum hard ass records, su Instagram. URL consultato il 9 giugno 2021.
  14. ^ Polo.G su Twitter: "Hall of FameTrofeoCuore neroPersona che si inchina profondamente Lmk Which Track u most Excited To hear????", su Twitter. URL consultato il 9 giugno 2021.
  15. ^ (EN) Regina Cho, Polo G drops new video for "Epidemic", su REVOLT, 25 settembre 2020. URL consultato il 10 giugno 2021.
  16. ^ Polo G lancia il singolo GNF (OKOKOK), su lacasadelrap.com. URL consultato il 10 giugno 2021.
  17. ^ (EN) Polo G – “GNF (OKOKOK)”, su Stereogum, 5 febbraio 2021. URL consultato il 10 giugno 2021.
  18. ^ Polo G drops off new video for “RAPSTAR”, su REVOLT. URL consultato il 10 giugno 2021.
  19. ^ Il significato e la traduzione di Rapstar, Polo G e il suo flusso di coscienza sulla fama, su Music Fanpage. URL consultato il 10 giugno 2021.
  20. ^ (EN) Polo G Scores First Billboard Hot 100 No. 1 With Debut of 'Rapstar', su Billboard. URL consultato il 10 giugno 2021.
  21. ^ (EN) Polo G Connects With Lil Wayne in Video for New Song “Gang Gang”, su Complex. URL consultato il 10 giugno 2021.
  22. ^ (EN) Polo G Proclaims There Is 'No Return' With The Kid Laroi And Lil Durk, su UPROXX, 11 giugno 2021. URL consultato il 13 giugno 2021.
  23. ^ (EN) Regina Cho, Polo G, The Kid LAROI, and Lil Durk go to the point of "No Return" in new video, su REVOLT, 11 giugno 2021. URL consultato il 13 giugno 2021.
  24. ^ a b Polo G Radio Date, su EarOne.it, 18 giugno 2021. URL consultato il 20 giugno 2021.
  25. ^ Polo G & DaBaby Hall Of Fame Stunt For ‘Party Lyfe’ Video, su HipHopDX, 17 giugno 2021. URL consultato il 18 giugno 2021.
  26. ^ (EN) Polo G Links With DaBaby in Video for ‘Hall of Fame’ Track “Party Lyfe”, su Complex. URL consultato il 18 giugno 2021.
  27. ^ (EN) Polo G Stands With The People In "Painting Pictures", su HotNewHipHop. URL consultato il 18 giugno 2021.
  28. ^ (EN) Jon Powell, Polo G unveils new video for "Painting Pictures", su REVOLT, 14 giugno 2021. URL consultato il 18 giugno 2021.
  29. ^ (EN) Watch the Video for Polo G’s “Toxic”, su Complex. URL consultato il 16 luglio 2021.
  30. ^ (EN) Daniel Kreps, Polo G Drops New 'Toxic' Video, su Rolling Stone, 14 luglio 2021. URL consultato il 16 luglio 2021.
  31. ^ (EN) Daniel Kreps, Polo G Drops New Video for 'Hall of Fame' Track 'Black Hearted', su Rolling Stone, 21 agosto 2021. URL consultato il 23 agosto 2021.
  32. ^ (EN) Keith Caulfield, Polo G Lands First No. 1 Album on Billboard 200 Chart With 'Hall of Fame', su Billboard, 20 giugno 2021. URL consultato il 20 giugno 2021.
  33. ^ (EN) Hall of Fame by Polo G, su RIAA. URL consultato il 5 luglio 2021.
  34. ^ (EN) ARIA Top 50 Albums for week of 21 June 2021, su aria.com.au, ARIA Charts. URL consultato il 18 giugno 2021.
  35. ^ (DE) Polo G - Hall Of Fame, su austriancharts.at. URL consultato il 23 giugno 2021.
  36. ^ Polo G - Hall Of Fame, su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 20 giugno 2021.
  37. ^ (FR) Polo G - Hall Of Fame, su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 20 giugno 2021.
  38. ^ (EN) Polo G - Chart history (Billboard Canadian Albums), su Billboard. URL consultato il 22 giugno 2021.
  39. ^ (DA) Album Top-40 - uge 24, 2021, su hitlisten.nu, Hitlisten. URL consultato il 23 giugno 2021.
  40. ^ (FI) Polo G - Hall of Fame, su ifpi.fi, Musiikkituottajat. URL consultato il 20 giugno 2021.
  41. ^ (FR) Top Albums - Semaine du 18 juin 2021, su snepmusique.com, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 21 giugno 2021.
  42. ^ (DE) Polo G - Hall Of Fame, su offiziellecharts.de, Offizielle Deutsche Charts. URL consultato il 18 giugno 2021.
  43. ^ (EN) DISCOGRAPHY - POLO G, su irish-charts.com. URL consultato il 18 giugno 2021.
  44. ^ (IS) TÓNLISTINN – PLÖTUR – Vika 24, 2021, su plotutidindi.is, Plötutíðindi. URL consultato il 22 giugno 2021 (archiviato dall'url originale il 22 giugno 2021).
  45. ^ Classifica settimanale WK 24 (dal 11.06.2021 al 17.06.2021), su fimi.it, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 18 giugno 2021.
  46. ^ (LT) 2021 24-os SAVAITĖS (birželio 11-17 d.) ALBUMŲ TOP100., su agata.lt, AGATA. URL consultato il 18 giugno 2021.
  47. ^ (NO) Album 2021 uke 24, su topplista.no, VG-lista. URL consultato il 18 giugno 2021.
  48. ^ (EN) Official Top 40 Albums - 21 June 2021, su nztop40.co.nz, The Official NZ Music Charts. URL consultato il 19 giugno 2021.
  49. ^ (NL) Polo G - Hall of Fame, su dutchcharts.nl, Dutch Charts. URL consultato il 18 giugno 2021.
  50. ^ (EN) Hall of Fame - Full Official Chart History, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 18 giugno 2021.
  51. ^ (EN) POLO G - HALL OF FAME, su elportaldemusica.es, El Portal de Música. URL consultato il 22 giugno 2021.
  52. ^ (EN) Polo G - Chart history (Billboard 200), su Billboard. URL consultato il 20 giugno 2021.
  53. ^ (SV) Veckolista Album, vecka 24, su sverigetopplistan.se, Sverigetopplistan. URL consultato il 18 giugno 2021.
  54. ^ (DE) Polo G - Hall of Fame, su hitparade.ch, Schweizer Hitparade. URL consultato il 20 giugno 2021.

Collegamenti esterniModifica