Apri il menu principale

Abramo Isacco Sidrak

patriarca cattolico egiziano
(Reindirizzamento da Ibrahim Isaac Sidrak)
Abramo Isacco Sidrak
patriarca della Chiesa copta
Ibrahim Isaac Sidrak par Claude Truong-Ngoc mars 2014.jpg
Abramo Isacco Sidrak nel 2014
Template-Patriarch (Latin Rite) Interwoven with gold.svg
Il nous a confié le ministère de la réconciliation
 
TitoloAlessandria dei Copti
Incarichi attualiPatriarca di Alessandria dei Copti
Eparca di Alessandria dei Copti
Presidente del Sinodo della Chiesa Cattolica Copta
Presidente dell'Assemblea della Gerarchia Cattolica d'Egitto
Incarichi ricopertiEparca di Minya dei Copti
Amministratore apostolico sede vacante di Giza
 
Nato19 agosto 1955 (64 anni) a Banî Shouqayr
Ordinato presbitero7 febbraio 1980
Nominato eparca29 settembre 2002 dal Sinodo della Chiesa Cattolica Copta
(confermato il 5 ottobre 2002 da papa Giovanni Paolo II)
Consacrato eparca15 novembre 2002 dal cardinale Stefano II Ghattas, C.M.
Elevato patriarca15 gennaio 2013 dal Sinodo della Chiesa Cattolica Copta
(confermato il 18 gennaio 2013 da papa Benedetto XVI)
 

Abramo Isacco Sidrak (in arabo: إبراهيم إسحاق سدراك; Banî Shouqayr, 19 agosto 1955) è un patriarca cattolico egiziano, dal 15 gennaio 2013 patriarca di Alessandria dei Copti.

Indice

BiografiaModifica

Nato nel 1955 a Banî Shouqayr[1], villaggio del governatorato di Asyut, ha compiuto gli studi di filosofia e di teologia nel Saint Leo's Patriarchal Seminary di Maadi nei sobborghi del Cairo ed è stato ordinato sacerdote il 7 febbraio 1980. Ha compiuto il ministero pastorale nella parrocchia dell'Arcangelo Michele al Cairo. In seguito prosegue i suoi studi nella Pontificia Università Gregoriana a Roma dove ottiene il dottorato in teologia dogmatica.

Dal 1990 al 2001 è stato rettore del seminario di Maadi e per un breve periodo nel 2002 ha prestato servizio presso la parrocchia della cattedrale patriarcale di Nostra Signora d'Egitto. Il 29 settembre 2002 è stato nominato eparca di Minya ed ha ricevuto la consacrazione episcopale il 15 novembre successivo per le mani del patriarca Stéphanos II Ghattas nella cattedrale di Cristo Re di Minya.

In ragione delle dimissioni del patriarca Antonio Naguib, il 15 gennaio 2013 è stato eletto dal Santo Sinodo dei Vescovi della Chiesa cattolica copta a succedergli sulla cattedra patriarcale. Il 18 gennaio ha chiesto ed ottenuto da papa Benedetto XVI la comunione ecclesiastica.

Il suo ministero patriarcale ha avuto solenne inizio nella cattedrale Nostra Signora al Cairo il 12 marzo 2013, alla presenza, tra gli altri, del patriarca copto-ortodosso Teodoro II e di un rappresentante dell'imam della moschea di Al-Azhar.[2]

Genealogia episcopaleModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

FontiModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN30145909991327020646 · WorldCat Identities (EN30145909991327020646