Apri il menu principale

Islamabad

capitale del Pakistan
Islamabad
città
اسلام آباد
Islamabad – Veduta
Localizzazione
StatoPakistan Pakistan
ProvinciaTerritorio della capitale
DistrettoNon presente
Amministrazione
SindacoSheikh Ansar Aziz (PLM (N)) dal 04/03/2016
Territorio
Coordinate33°42′36″N 73°03′36″E / 33.71°N 73.06°E33.71; 73.06 (Islamabad)Coordinate: 33°42′36″N 73°03′36″E / 33.71°N 73.06°E33.71; 73.06 (Islamabad)
Altitudine457-1,604 m s.l.m.
Superficie906 km²
Abitanti1 014 825[1] (2017)
Densità1 120,12 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale44000
Prefisso051
Fuso orarioUTC+5
Cartografia
Mappa di localizzazione: Pakistan
Islamabad
Islamabad
Sito istituzionale

Islamabad (in urdu اسلام آباد) è una città di 1.014.825 abitanti del Pakistan, capitale dello stato dal 1967. Città di nuova fondazione, si trova nella parte nord-orientale del paese, tra le province del Punjab, a cui apparteneva il suo territorio (a nord-est di Rawalpindi, capitale provvisoria dal 1958 al 1967, con cui forma un unico conglomerato urbano), e di Khyber Pakhtunkhwa; nel 1998 vi era stata censita una popolazione di più di 805.000 abitanti (per due terzi punjabi) su 906 km².

Situata sull'altopiano di Potwar, nel nord del paese, sorse dal nulla, costruita dal 1961 al 1970 su progetto dell'architetto greco Constantinos Apostolou Doxiadis, che divise la città in 8 zone: zona amministrativa, diplomatica, zona destinata all'istruzione, zona residenziale, industriale, commerciale, rurale e aree verdi. Nel 1959 era stata scelta come nuova capitale del paese. Negli anni '80 conobbe una rapida crescita demografica, passando dai 200.000 abitanti del 1981 ai 500.000 del 1998. Nei primi anni 2000 è stata ripetutamente colpita da vari attentati terroristici.

La città è nota perché ricca di parchi e foreste, tra cui il parco nazionale delle colline di Margalla e il parco Shakarparian. È sede della Moschea Faysal, la più grande del Pakistan e dell'Asia meridionale, nonché la quarta più grande del mondo (con una capienza di oltre 74.000 fedeli), e del Monumento Nazionale.

Occupa una posizione molto alta nella classifica delle città per indice di sviluppo umano, graduatoria in cui è al secondo posto tra le città pakistane dopo Lahore. È la città pakistana dove è più alto il costo della vita ed è abitata in prevalenza da membri della classe media e della classe elevata. Ospita 20 università, tra cui l'ateneo di Quaid-i-Azam, fondato nel 1967, l'Istituto pakistano per l'ingegneria e le scienza applicate, l'Università Allama Iqbal (che conta 1,3 milioni di studenti), l'Università COMSATS e l'Università nazionale delle scienze e della tecnologia del Pakistan. È una delle città più sicure del paese, con 1900 telecamere a circuito chiuso[2].

Indice

EtimologiaModifica

Il nome della città, Islamabad, significa letteralmente "Città dell'Islam". Islam è infatti la parola araba che identifica la religione islamica e -abad è una parola persiana usata per indicare un posto abitato o una città.[3]

ClimaModifica

Islamabad ha un clima subtropicale umido. Il mese più caldo è giugno, con temperatura media di 38 °C, mentre il più freddo è gennaio. Il mese più umido è luglio, con grandi precipitazioni, temporali e possibilità di inondazioni.

Infrastrutture e trasportiModifica

La città è servita dall'Aeroporto Internazionale Benazir Bhutto.

Monumenti e luoghi di interesseModifica

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

Islamabad è gemellata con le seguenti città:

NoteModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN127845974 · LCCN (ENn80162448 · GND (DE4245023-8
  Portale Pakistan: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pakistan