Apri il menu principale

Jean d'Orléans-Longueville

Cardinale francese del XVI secolo
Jean d'Orléans-Longueville
cardinale di Santa Romana Chiesa
CardinalCoA PioM.svg
 
Incarichi ricopertiArcivescovo di Tolosa
Vescovo di Orléans
Cardinale presbitero dei Santi Silvestro e Martino ai Monti
 
Nato1484 a Parthenay
Nominato arcivescovo29 novembre 1503 da papa Giulio II
Consacrato arcivescovo26 aprile 1517 dal cardinale Philippe de Luxembourg
Creato cardinale3 marzo 1533 da papa Clemente VII
Deceduto24 settembre 1533
 

Jean d'Orléans-Longueville (Parthenay, 1484Tarascona, 24 settembre 1533) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico francese.

BiografiaModifica

Terzo figlio di Francesco d'Orléans, conte di Dunois e duca di Longueville, e di Agnese di Savoia. Gli altri fratelli erano Francesco II, duca di Longueville, e Louis I d'Orléans-Longueville, duca di Longueville. Era parente dei re Luigi XI e Luigi XII di Francia.

Il duca di Orléans, il futuro re Luigi XII di Francia, si prese cura della sua educazione. Avviato fin dalla più tenera età alla carriera ecclesiastica, fu prima chierico di Chartres e poi abate commendatario di Bec.

Il 29 novembre 1503 fu eletto arcivescovo di Tolosa; fino a che non raggiunse l'età canonica di 27 anni, fu solo amministratore dell'arcidiocesi ed occupò la sede fino alla sua morte.

Il 26 aprile 1517, domenica del Buon Pastore, fu consacrato nella chiesa di Santa Genoveffa di Parigi, dal cardinale Philippe de Luxembourg, vescovo di Arras, assistito da Étienne Poncher, vescovo di Parigi e da Jean Le Veneur, vescovo di Lisieux. Il 14 agosto 1517 gli fu dato il pallio.

Abate commendatario del monastero benedettino di Saint-Marie de Boccolini, arcidiocesi di Rouen. Il 26 giugno 1521 fu nominato vescovo di Orléans ed occupò la sede fino alla sua morte.

Fu creato cardinale presbitero nel concistoro del 3 marzo 1533 e ricevette la berretta cardinalizia con il titolo dei Santi Silvestro e Martino ai Monti.

Il 24 settembre 1533 il cardinale morì a Tarascona, mentre era in viaggio verso Marsiglia per incontrare papa Clemente VII, che si apprestava a celebrare la cerimonia matrimoniale della nipote Caterina de' Medici con Enrico, duca d'Orléans, futuro re Enrico II di Francia. Il suo cuore fu posto nella Sainte-Chapelle del castello di Châteaudun.

Genealogia episcopaleModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN197249440 · WorldCat Identities (EN197249440