La leggenda di Hikari

manga e anime di Izumi Aso
La leggenda di Hikari
光の伝説
(Hikari no densetsu)
LaLeggendadiHikariVolume1.jpg
Copertina del primo volume dell'edizione italiana, raffigurante la protagonista Hikari Kamijo
Generesentimentale, spokon (ginnastica ritmica)
Manga
AutoreIzumi Aso
EditoreShūeisha
RivistaMargaret
Targetshōjo
1ª edizioneluglio 1985 – marzo 1988
Tankōbon16 (completa)
Editore it.Star Comics
Collana 1ª ed. it.Starlight
1ª edizione it.10 maggio 2003 – 16 agosto 2004
Periodicità it.mensile
Volumi it.16 (completa)
Serie TV anime
Hilary
RegiaTomomi Mochizuki
Composizione serieHideki Sonoda, Mami Watanabe, Yasushi Hirano
Char. designMichitaka Kikuchi, Toyoko Hashimoto
Dir. artisticaHisato Otaki
MusicheEiji Kawamura
StudioTatsunoko
ReteTV Asahi
1ª TV3 maggio – 20 settembre 1986
Episodi19 (completa)
Aspect ratio4:3
Durata ep.24 min
Editore it.Yamato Video (VHS)
Rete it.Italia 1
1ª TV it.18 gennaio 1988
Episodi it.19 (completa)
Durata ep. it.24 min
Dialoghi it.Rossana Bassani
Studio dopp. it.Studio P.V.
Dir. dopp. it.Rossana Bassani

La leggenda di Hikari (光の伝説 Hikari no densetsu?) è un manga shōjo, creato da Izumi Aso e pubblicato in Giappone sul mensile Margaret, edito dalla Shūeisha, dal luglio 1985 al marzo 1988.

Dal manga è stato tratto un anime, prodotto da Tatsunoko e andato in onda in Giappone su TV Asahi tra il maggio e il settembre 1986, che ha ottenuto tuttavia uno scarso successo, giungendo a solo 19 episodi dei 26 inizialmente previsti[1].

In Italia l'anime è stato trasmesso, con il titolo Hilary, su Italia 1 tra il gennaio e il febbraio 1988[2], mentre il manga è stato pubblicato successivamente da Star Comics dal maggio 2003[3] all'agosto 2004[4].

Indice

TramaModifica

Hikari Kamijo (Hilary Kamigi, nell'edizione italiana) è una ragazza di 14 anni appena trasferitasi a Tokyo che frequenta la scuola superiore e che ha un'enorme passione per la ginnastica ritmica, nata quando vide il suo idolo, Diana Grozdeva, vincere un concorso di ginnastica ritmica a un'età giovanissima. Iscrittasi al secondo anno alla scuola media Aiko, Hikari entra nel club di ginnastica ritmica, dove conosce la giovane promessa Hazuki Shina (Debbie), che prende subito come esempio, e Takaaki Ooishi (Willy), il ragazzo più popolare a scuola e il più promettente atleta del Giappone per la ginnastica artistica, del quale s'innamora, segretamente ricambiata. Ooishi si offre come suo coach personale in preparazione alle eliminatorie distrettuali del torneo nazionale delle scuole medie, alle quali Hikari arriva ottava, dimostrando un innato talento. La bravura che Hikari mostra in questo torneo la rende popolare come migliore ginnasta della sua scuola in competizione con Hazuki, con la quale stringe una forte amicizia, piena però della rivalità che la sfida tra le due ragazze comporta. Le capacità di Hikari attirano l'attenzione di Diana Groicheva, che le offre di seguirla in Bulgaria; tuttavia, Hikari rifiuta, preferendo restare nel suo paese, ma promette di continuare a impegnarsi per diventare un'atleta sempre migliore.

Hazuki è vista come l'atleta con più potenziale per le Olimpiadi, benché Hikari migliori giorno dopo giorno nelle sue prestazioni e, grazie alla sua capacità di osservazione, riesca a imparare sempre nuove tecniche. Colpito dalle prestazioni di Hikari, Mao Natsukawa (Federico), cantante di una band rock, si offre di comporre l'arrangiamento musicale per le prove della ragazza: Hikari scopre un'inaspettata sintonia musicale con Natsukawa, che riesce a valorizzare al meglio le sue esibizioni e la aiuta a danzare in modo più drammatico. Mao s'innamora di Hikari, anche se è molto difficile per lui esprimerle i suoi sentimenti. Anche se hanno un rapporto molto stretto, Hikari è innamorata di Ooishi e questo causa dei momenti difficili nell'amicizia tra lei e Mao, che è a conoscenza del suo affetto per Ooishi, ma le resta comunque vicino contribuendo con la sua musica alla crescita di Hikari come atleta, spesso accompagnandola dal vivo.

Questo triangolo amoroso presto si trasforma in un quadrato quando Hikari scopre che Hazuki è innamorata di Ooishi. Ora sono non soltanto amiche, ma anche rivali nello sport e in amore. Hazuki ha, però, un grave problema: soffre infatti di anemia aplastica, grave malattia che spesso la tiene lontana dalle gare. Hikari nel frattempo comincia a perfezionare le sue abilità e presto inizia a competere a livello nazionale e internazionale, dove viene a scontrarsi con nuove rivali, come la giovane bulgara Maria Lenova.

Dopo numerose competizioni internazionali, nuove rivali e soprattutto la vittoria di Hikari al campionato del mondo, è giunto finalmente il traguardo più sognato: Hikari, Mao, Hazuki, Ooishi e il resto degli atleti che competono alle Olimpiadi di Seul. Là Hikari scopre che Ooishi e Hazuki sono fidanzati e che desiderano sposarsi. Disperata dalla scoperta, Hikari non si presenta alla cerimonia di apertura dei giochi e si rifugia nell'hotel di Mao, dove i due vengono scoperti il mattino dopo, dando adito a molti pettegolezzi. In realtà subito dopo Mao inizia a trattare duramente Hikari, consapevole di essere solo un ripiego per lei, e anche per spronarla a tirare fuori la grinta necessaria per affrontare le gare olimpiche.

Trattata duramente da Mao, Hikari comincia ad accorgersi di quanto sia importante per lei Mao e quanto le sia mancato durante i mesi che hanno passato lontani, mentre lui era in tournée col suo gruppo, rendendosi così conto di quanto gli sia legata. Durante le gare, la loro fusione è perfetta: la musica di lui e i movimenti di lei respirano insieme. Ooishi, che ha accettato di fidanzarsi con Hazuki mosso a compassione dalla malattia della ragazza, non può che ammettere che Mao e Hikari sono, nella vita come in gara, due anime gemelle nate per completarsi a vicenda. Nonostante le difficoltà incontrate dopo aver scoperto di Ooishi e Hazuki, Hikari arriva in testa alla classifica a pari merito con altre due atlete. Durante l'ultima prova, però, Mao comincia a cantare un'aria d'amore italiana, "Un dì all'azzurro spazio", tratta dall'opera Andrea Chénier di Umberto Giordano, anche se è contro le regole usare la musica vocale durante i concorsi. I giudici probabilmente squalificheranno Hikari dalla competizione, ma malgrado questo lei e Mao, finita la loro performance, sono applauditi dalla folla e dai loro amici. Ormai consapevoli di aver trovato l'amore e di essersi esibiti con onore, Mao e Hikari lasciano insieme la palestra.

PersonaggiModifica

 
La protagonista, Hikari Kamijo (Hilary)
Hikari Kamijo (上条 光 Kamijō Hikari?, in Italia Hilary Kamigi)
La protagonista, ha 14 anni e sogna di diventare una campionessa di ginnastica ritmica. Frequenta la seconda media alla Aiko ed è innamorata di Ooishi. Vive a Tokyo con i genitori, la sorella maggiore Miyako e il cane Chachamaru (Chacha). Brava nei salti e con il nastro e la palla, il suo punto debole sono le clavette. Ha un'ottima memoria visiva, che le permette di memorizzare subito nuove tecniche. Nell'anime, nell'episodio 18 si dichiara e quattro anni dopo è la nuova regina della ginnastica ritmica.
Doppiata da Tsukasa Itoh (giapponese), Paola Tovaglia (italiano).
Takaaki Ooishi (大石 誉昭 Ōishi Takāki?, in Italia Willy Ousu)
È il miglior atleta di ginnastica artistica e una giovane promessa. Ha 15 anni e frequenta la terza media alla Aiko.
Doppiato da Nobuo Tobita (giapponese), Gabriele Calindri (italiano).
Hazuki Shiina (椎名 葉月 Shīna Hazuki?, in Italia Debbie Shina)
È la più grande rivale di Hikari sia in amore, sia nello sport; ha 15 anni e frequenta la terza media alla Aiko. Soffre di anemia ed è una giovane promessa della ginnastica ritmica, che ha iniziato a praticare dopo aver rinunciato alla danza classica. Nell'anime, dopo una pausa di quattro anni, decide di diventare istruttrice per bambini.
Doppiata da Michie Tomizawa (giapponese), Patrizia Salmoiraghi (italiano).
Mao Natsukawa (夏川 真生 Natsukawa Mao?, in Italia Federico)
Amico d'infanzia e vicino di casa di Hikari nell'anime, suona nei Mister D. Proviene da una famiglia ricca e sogna di diventare una star del rock. Nell'anime, quattro anni dopo vive a Londra e sta per registrare un nuovo disco.
Doppiato da Yoshimasa Inoue e Satoko Kitō (all'età di 6 anni) (giapponese), Luigi Rosa (italiano).
Megumi Mita (三田 恵 Mita Megumi?, in Italia Rita Megumi)
Ha 15 anni e frequenta la terza media alla Aiko. Ha iniziato a praticare ritmica dopo la ginnastica artistica. Disprezza Hikari e le piace vederla fallire, ma con il tempo sviluppa un'ammirazione segreta per la sua abilità come ginnasta.
Doppiata da Chie Kōjiro (giapponese), Dania Cericola (italiano).
Miyako Kamijo (上条 都 Kamijō Miyako?, in Italia Michela Kamigi)
È la sorella maggiore di Hikari, matura e responsabile.
Doppiata da Hiromi Tsuru (giapponese), Daniela Fava (italiano).
Satomi Yamazaki (山崎 里見 Yamazaki Satomi?, in Italia Dora) & Yukiko Doi (土井 由希子 Doi Yukiko?, in Italia Caterina)
Due ginnaste, sono le migliori amiche di Hikari. Nel manga, Yukiko è innamorata di Suzuki (Stefano), mentre nell'anime di Mao; nell'anime è Satomi ad essere innamorata di Suzuki.
Doppiate rispettivamente da Miki Itō e Yūko Kobayashi (giapponese), Marcella Silvestri e Alessandra Karpoff (italiano).
Maria Lenova (マリア・レノバ Maria Renoba?)
È una ginnasta di 14 anni della Bulgaria e allieva di Diana. È molto elastica e ha una sorella gemella, Elinoa.
Doppiata da Run Sasaki (giapponese), Marcella Silvestri (italiano).
Nanako Sakura (佐倉 奈々子 Sakura Nanako?, in Italia Nicoletta Sakura)
Ha 15 anni ed è un'atleta che ha battuto Shina due anni prima e poi si è trasferita all'estero. Bassa e flessibile, frequenta il liceo Seiryo.
Mizuki Amamiya "Micky" (天宮 みづき Amamiya Mizuki?)
Ha un anno meno di Hikari e fa parte del gruppo di ballerini di strada Dead End. Frequenta la Toto Daichi, ma poi si trasferisce all'Aiko. Vuole sconfiggere Hikari perché sua sorella maggiore Shinobu, ex atleta che non può più camminare, si è rattristata vedendo una sua prova. Pratica ritmica da meno di sei mesi e ammira Shina.
Elena Bercowa (エレナ・ベルコワ Erena Berucowa?)
È un'atleta bulgara che partecipa alla Queen's Cup ed è soprannominata "Miss Ghiacciolo". Dopo il campionato internazionale, si ritira e allena Fumiko.
Fumiko Kiryu (桐生 芙美子 Kiryū Fumiko?)
Ha due anni meno di Hikari ed è cresciuta negli Stati Uniti. In principio il suo stile di ballo è molto simile a quello di Hikari, che ammira molto, ma poi decide di non volerla più imitare e torna a New York, dove inizia a frequentare Broadway. Torna per le seconde selezioni alle Olimpiadi.
Keisuke Togashi (富樫 圭介 Togashi Keisuke?)
Un ex atleta di ginnastica artistica, viene scelto come allenatore di Hikari.
Diana Groicheva (ディアナ・グロイチェワ Diana Guroichewa?)
Una grande campionessa di ginnastica ritmica proveniente dalla Bulgaria e idolo di Hikari, ha grazia, bellezza ed eleganza, e non è mai stata battuta. Il personaggio è ispirato a un'atleta realmente esistente, Diliana Georgieva.
Doppiata da Mika Doi (giapponese), Lisa Mazzotti (italiano).

MangaModifica

Il manga è stato pubblicato sulla rivista Margaret dal luglio 1985 al marzo 1988 e successivamente è stato serializzato in 16 tankōbon per conto della Shūeisha, pubblicati tra il febbraio 1986[5] e il dicembre 1988[6]. L'opera ha ricevuto una ristampa nel 2000 in 8 bunkoban[7].

In Italia è stato pubblicato con il titolo originale da Star Comics dal maggio 2003[3] all'agosto 2004[4] sul mensile Starlight. Precedentemente, in concomitanza della messa in onda dell'anime, è stata pubblicata sul Corriere dei Piccoli una serie a fumetti realizzata con i fotogrammi della serie televisiva.

VolumiModifica

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
Data di prima pubblicazione
GiapponeseItaliano
1La leggenda di Hikari 1
「光の伝説 1」 - Hikari no densetsu 1
febbraio 1986[5]
ISBN 4-08-849143-2
10 maggio 2003[3]
2La leggenda di Hikari 2
「光の伝説 2」 - Hikari no densetsu 2
aprile 1986[8]
ISBN 4-08-849162-9
10 giugno 2003[9]
3La leggenda di Hikari 3
「光の伝説 3」 - Hikari no densetsu 3
giugno 1986[10]
ISBN 4-08-849179-3
10 luglio 2003[11]
4La leggenda di Hikari 4
「光の伝説 4」 - Hikari no densetsu 4
agosto 1986[12]
ISBN 4-08-849198-X
10 agosto 2003[13]
5La leggenda di Hikari 5
「光の伝説 5」 - Hikari no densetsu 5
novembre 1986[14]
ISBN 4-08-849224-2
10 settembre 2003[15]
6La leggenda di Hikari 6
「光の伝説 6」 - Hikari no densetsu 6
gennaio 1987[16]
ISBN 4-08-849241-2
10 ottobre 2003[17]
7La leggenda di Hikari 7
「光の伝説 7」 - Hikari no densetsu 7
marzo 1987[18]
ISBN 4-08-849258-7
10 novembre 2003[19]
8La leggenda di Hikari 8
「光の伝説 8」 - Hikari no densetsu 8
maggio 1987[20]
ISBN 4-08-849275-7
10 dicembre 2003[21]
9La leggenda di Hikari 9
「光の伝説 9」 - Hikari no densetsu 9
settembre 1987[22]
ISBN 4-08-849311-7
10 gennaio 2004[23]
10La leggenda di Hikari 10
「光の伝説 10」 - Hikari no densetsu 10
novembre 1987[24]
ISBN 4-08-849328-1
10 febbraio 2004[25]
11La leggenda di Hikari 11
「光の伝説 11」 - Hikari no densetsu 11
febbraio 1988[26]
ISBN 4-08-849361-3
10 marzo 2004[27]
12La leggenda di Hikari 12
「光の伝説 12」 - Hikari no densetsu 12
aprile 1988[28]
ISBN 4-08-849379-6
15 aprile 2004[29]
13La leggenda di Hikari 13
「光の伝説 13」 - Hikari no densetsu 13
maggio 1988[30]
ISBN 4-08-849390-7
17 maggio 2004[31]
14La leggenda di Hikari 14
「光の伝説 14」 - Hikari no densetsu 14
luglio 1988[32]
ISBN 4-08-849412-1
17 giugno 2004[33]
15La leggenda di Hikari 15
「光の伝説 15」 - Hikari no densetsu 15
settembre 1988[34]
ISBN 4-08-849431-8
16 luglio 2004[35]
16La leggenda di Hikari 16
「光の伝説 16」 - Hikari no densetsu 16
dicembre 1988[6]
ISBN 4-08-849463-6
16 agosto 2004[4]

AnimeModifica

L'anime, prodotto dalla Tatsunoko, è composto da soli 19 episodi dei 26 inizialmente previsti, andati in onda su TV Asahi dal 3 maggio al 20 settembre 1986. L'interruzione della serie è dovuta al fatto che essa non ha riscosso il successo sperato ed è stata tolta dalla programmazione prima di quanto previsto a causa dei bassi indici d'ascolto e valutazioni, narrando quindi la storia dei primi tre volumi del manga, fino al campionato juniores, facendo poi un salto in avanti di quattro anni e dando un finale diverso rispetto all'opera cartacea.

In Italia è stato acquistato da Mediaset ed è stato trasmesso in prima visione su Italia 1 dal 18 gennaio 1988[2] all'interno del contenitore I Cartonissimi (spin-off della trasmissione Bim Bum Bam). In seguito è stato replicato sulla stessa emittente dall'aprile dello stesso anno, su Rete 4, su Canale 5 nell'estate 1996, su varie reti locali dal 2004, su La 7 Cartapiù dal settembre 2007, su Boing dal 2 luglio 2008[36], su Cooltoon dal settembre 2009, su Man-ga dal 17 luglio 2017[37]. La versione italiana non presenta gravi censure e viene mantenuta l'ambientazione in cui si svolge la storia, ma cambia tutti i nomi originali dei personaggi e ad alcuni viene messo il nome giapponese come cognome. La Yamato Video ha pubblicato l'intera serie suddivisa in quattro VHS da agosto 2001[38].

EpisodiModifica

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji - Traduzione letterale
In onda
GiapponeseItaliano
1La speranza della ginnastica ritmica
「追いかけてみたい・・・私の新体操」 - Oikakete mitai... Watashi no shintaisō – "Voglio inseguirla... La mia ginnastica ritmica"
3 maggio 1986
18 gennaio 1988
2Il nastro del destino
「切れないでリボン!恋に・・・とどけ」 - Kirenaide ribon! Koi ni... todoke – "Nastro non ti spezzare! Trasporta... il mio amore"
10 maggio 1986
1988
3Willy ti voglio bene
「好きになってもいいですか」 - Suki ni natte mo ii desu ka – "Sei d'accordo se mi piaci"
17 maggio 1986
1988
4Mal d'amore
「片想いの季節・ラブソングが歌いたい」 - Kataomoi no kisetsu · Rabusongu ga utaitai – "La stagione dell'amore non corrisposto · La canzone d'amore che vorrei cantare"
24 maggio 1986
1988
5La prima gara nazionale
「全中大会開幕!私をささえていてほしい」 - Zenchū taikai kaimaku! Watashi wo sasaete ite hoshii – "Prende il via il campionato! Desidero che tu mi sostegna"
31 maggio 1986
1988
6La vittoria di Debbie
「よみがえれ女王!ターゲットはひとり」 - Yomigaere joō! Tāgetto wa hitori – "Risorgi regina! L'obiettivo è uno solo"
7 giugno 1986
1988
7La massima aspirazione
「あこがれに向かって飛べたら」 - Akogare ni mukatte tobetara – "Se volassi oltre l'aspirazione"
14 giugno 1986
1988
8Una speranza per il futuro
「明日へと続く夏色の道」 - Ashita he to tsuzuku natsu-iro no michi – "La strada dai colori dell'estate che continua verso il domani"
21 giugno 1986
1988
9Una campionessa bulgara
「マリア登場!誰かをいつも追いかけて」 - Maria tōjō! Dareka wo itsumo oikakete – "Appare Maria! A chi insegue di continuo"
28 giugno 1986
1988
10Sempre nuovi traguardi
「もっと遠くを見つめたい」 - Motto tōku wo mitsumetai – "Voglio guardare più lontano"
5 luglio 1986
1988
11La vita è lotta
「昨日の笑顔はもうほしくない」 - Kinō no egao wa mou hoshikunai – "Non voglio più il sorriso di ieri"
12 luglio 1986
1988
12Il sogno si realizza
「置き忘れた夢を取り戻せ」 - Okiwasureta yume wo torimodose – "Recupera il sogno che hai smarrito"
19 luglio 1986
1988
13Una gita scolastica
「お風呂でドッキリ!?胸さわぎの修学旅行」 - O furo de dokkiri!? Munasawagi no shūgaku ryokō – "Sorprese nel bagno!? Una gita inquieta"
2 agosto 1986
1988
14Una mamma in ansia
「いつかわかりあえる時まで」 - Itsuka wakariaeru toki made – "Finché non arriverà il giorno che capirai"
16 agosto 1986
1988
15Le due rivali
「見る夢も同じ・二人はライバル」 - Miru yume mo onaji · Futari wa raibaru – "Lo stesso sogno da vedere · Le due sono rivali"
23 agosto 1986
1988
16Verso la gloria
「渡せない!栄光へのパスポート」 - Watasenai! Eikō he no pasupōto – "Non passerai! Il passaporto per la gloria"
30 agosto 1986
1988
17Il momento decisivo
「時間よとまれ・この一瞬にかける!」 - Jikan yo tomare · Kono isshun ni kakeru! – "Ferma il tempo · Librati proprio in questo momento!"
6 settembre 1986
1988
18Confessioni
「ゆれる想いを受けとめて」 - Yureru omoi wo uketomete – "Accetta i sentimenti vacillanti"
13 settembre 1986
1988
19Mai abbandonare il sogno
「夢みる力をわたしにください」 - Yumemiru chikara wo watashi ni kudasai – "Per favore dammi il potere di sognare"
20 settembre 1986
1988

SigleModifica

La sigla italiana, scritta da Alessandra Valeri Manera con la musica di Carmelo Carucci ed interpretata da Cristina D'Avena, presenta un arrangiamento completamente diverso e viene usata sia in apertura che in chiusura. Il brano è stato poi incluso in alcuni album della cantante, ovvero Cristina D'Avena e i tuoi amici in TV 2, Fivelandia 6 (1988) e Fivelandia 7 (1989). Nelle repliche su La 7 Cartapiù, Cooltoon e sulle reti locali vengono usate quelle originali.

Sigla di apertura
Sigla di chiusura
  • Kataomoi no humming (片思いのハミング?), di Tsukasa Itō
Sigla di apertura e di chiusura italiana

CDModifica

Nel 1986 sono stati pubblicati diversi CD e raccolte, sia di image song che di OST. Molte canzoni contenute negli album possono essere trovate anche in CD non strettamente legati alla serie, come nelle discografie personali delle doppiatrici dell'anime. Le canzoni all'interno degli episodi (la sigla di apertura riproposta e le due canzoni di Mao) sono state ricantate anche in lingua italiana seguendo l'arrangiamento originale e adattando solamente il testo, ma non sono mai state incise su disco.

Titolo CD Numero tracce Data uscita  
1 Heart no kisetsu / Kataomoi no humming (ハートの季節/片思いのハミング?) 2 21 maggio 1986[39]
2 Hikari no densetsu ~Original Soundtrack~ ‹ongaku-shū› (光の伝説 ~オリジナル・サウンドトラック~ 〈音楽篇〉?) 14 21 luglio 1986[40]

Trasmissioni e adattamenti nel mondoModifica

L'anime è stato trasmesso, oltre che in Giappone e in Italia, anche in diversi Paesi in tutto il mondo. In Francia e in Spagna è stata trasmessa la stessa edizione mandata in onda in Italia, poiché le reti televisive La Cinq e Telecinco sono di proprietà di Mediaset; la sigla utilizzata da entrambe ha come base quella italiana, ma il testo tradotto ed è cantata da Claude Lombard per la prima e da Soledad Pilar Santos per la seconda. Anche in Germania viene adottata la sigla italiana, ma interpretata in lingua tedesca.

Stato Canale/i televisivo Data prima TV Titolo
  Francia La Cinq 6 settembre 1988[41] Cynthia ou le Rythme de la vie
  Germania RTL II 1994[42] Die kleinen Superstars
  Spagna Telecinco 1991 Piruetas

NoteModifica

  1. ^ (EN) Hikari no Densetsu, su myanimelist.net. URL consultato il 9 marzo 2007.
  2. ^ a b Il mondo dei doppiatori, "Hilary", su antoniogenna.net.
  3. ^ a b c La leggenda di Hikari 1, Star Comics, 10 maggio 2003. URL consultato l'11 maggio 2006.
  4. ^ a b c La leggenda di Hikari 16, Star Comics, 16 agosto 2004. URL consultato l'11 maggio 2006.
  5. ^ a b (JA) 光の伝説 1/麻生 いずみ, Shūeisha, febbraio 1986.
  6. ^ a b (JA) 光の伝説 16/麻生 いずみ, Shūeisha, dicembre 1988.
  7. ^ (JA) 光の伝説 1 文庫/麻生 いずみ, Shūeisha, febbraio 2000.
  8. ^ (JA) 光の伝説 2/麻生 いずみ, Shūeisha, aprile 1986.
  9. ^ La leggenda di Hikari 2, Star Comics, 10 giugno 2003. URL consultato l'11 maggio 2006.
  10. ^ (JA) 光の伝説 3/麻生 いずみ, Shūeisha, giugno 1986.
  11. ^ La leggenda di Hikari 3, Star Comics, 10 luglio 2003. URL consultato l'11 maggio 2006.
  12. ^ (JA) 光の伝説 4/麻生 いずみ, Shūeisha, agosto 1986.
  13. ^ La leggenda di Hikari 4, Star Comics, 10 agosto 2003. URL consultato l'11 maggio 2006.
  14. ^ (JA) 光の伝説 5/麻生 いずみ, Shūeisha, novembre 1986.
  15. ^ La leggenda di Hikari 5, Star Comics, 10 settembre 2003. URL consultato l'11 maggio 2006.
  16. ^ (JA) 光の伝説 6/麻生 いずみ, Shūeisha, gennaio 1987.
  17. ^ La leggenda di Hikari 6, Star Comics, 10 ottobre 2003. URL consultato l'11 maggio 2006.
  18. ^ (JA) 光の伝説 7/麻生 いずみ, Shūeisha, marzo 1987.
  19. ^ La leggenda di Hikari 7, Star Comics, 10 novembre 2003. URL consultato l'11 maggio 2006.
  20. ^ (JA) 光の伝説 8/麻生 いずみ, Shūeisha, maggio 1987.
  21. ^ La leggenda di Hikari 8, Star Comics, 10 dicembre 2003. URL consultato l'11 maggio 2006.
  22. ^ (JA) 光の伝説 9/麻生 いずみ, Shūeisha, settembre 1987.
  23. ^ La leggenda di Hikari 9, Star Comics, 10 gennaio 2004. URL consultato l'11 maggio 2006.
  24. ^ (JA) 光の伝説 10/麻生 いずみ, Shūeisha, novembre 1987.
  25. ^ La leggenda di Hikari 10, Star Comics, 10 febbraio 2004. URL consultato l'11 maggio 2006.
  26. ^ (JA) 光の伝説 11/麻生 いずみ, Shūeisha, febbraio 1988.
  27. ^ La leggenda di Hikari 11, Star Comics, 10 marzo 2004. URL consultato l'11 maggio 2006.
  28. ^ (JA) 光の伝説 12/麻生 いずみ, Shūeisha, aprile 1988.
  29. ^ La leggenda di Hikari 12, Star Comics, 15 aprile 2004. URL consultato l'11 maggio 2006.
  30. ^ (JA) 光の伝説 13/麻生 いずみ, Shūeisha, maggio 1988.
  31. ^ La leggenda di Hikari 13, Star Comics, 17 maggio 2004. URL consultato l'11 maggio 2006.
  32. ^ (JA) 光の伝説 14/麻生 いずみ, Shūeisha, luglio 1988.
  33. ^ La leggenda di Hikari 14, Star Comics, 17 giugno 2004. URL consultato l'11 maggio 2006.
  34. ^ (JA) 光の伝説 15/麻生 いずみ, Shūeisha, settembre 1988.
  35. ^ La leggenda di Hikari 15, Star Comics, 16 luglio 2004. URL consultato l'11 maggio 2006.
  36. ^ Hilary ritorna su Boing del Digitale Terrestre, su animeclick.it, 29 giugno 2008.
  37. ^ Ricordate «Hilary la ginnasta»? Il cartone animato torna in tv, su vanityfair.it, 15 luglio 2017.
  38. ^ Hilary VHS ita, su lnx.shoujoinitalia.net, 14 ottobre 2001.
  39. ^ (JA) ハートの季節/片思いのハミング, su discogs.com, 21 maggio 1986.
  40. ^ (JA) 光の伝説 オリジナル・サウンドトラック〈音楽篇〉, su k.mandarake.co.jp, 21 luglio 1986.
  41. ^ (FR) Cynthia ou le Rythme de la vie, su nuit.romanesque.free.fr, 3 febbraio 2007. URL consultato il 7 agosto 2008.
  42. ^ (DE) Die kleinen Superstars, su tomodachi.de, 5 marzo 2007. URL consultato il 6 marzo 2007.

Collegamenti esterniModifica