Little Children

film del 2006 diretto da Todd Field
Little Children
Little children.jpg
Kate Winslet e Patrick Wilson in una scena del film
Titolo originaleLittle Children
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2006
Durata130 min
Generedrammatico
RegiaTodd Field
SoggettoTom Perrotta
SceneggiaturaTodd Field, Tom Perrotta
FotografiaAntonio Calvache
MontaggioLeo Trombetta
MusicheThomas Newman
ScenografiaDavid Gropman, John Kasarda, Susan Bode
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Little Children è un film del 2006 diretto da Todd Field, basato sul romanzo Bravi bambini di Tom Perrotta.

TramaModifica

Sarah Pierce è una moglie annoiata e madre premurosa che vive in una bella casa in un sobborgo di Boston. Pur essendo vicina a concludere un dottorato in lingua inglese, per amore del marito e della figlia in arrivo, quattro anni prima ha lasciato gli studi per dedicarsi completamente alla famiglia e alla gestione della casa. Un giorno scopre, a malincuore, che il marito Richard, manager di successo, ha una dipendenza con la pornografia in Internet: lo sorprende mentre si sta masturbando nel suo studio di casa con delle mutandine in faccia spedite dalla sua webcam girl preferita. Nel frattempo Sarah incontra Brad Adamson, un laureato in legge a cui manca l'esame finale da avvocato che per due volte ha fallito. L'uomo ha un figlio Aaron di 4 anni ed è sposato con Kathy in un matrimonio apparentemente riuscito, ma freddo, basato sull'amicizia più che sulla passione, l'intimità e la complicità. Sarah e Brad iniziano a frequentarsi dal momento che i loro due figli giocano assieme nelle stesso parco e nella stessa piscina.

Formalmente Brad è un uomo sposato e con un figlio, ma non ha ancora trovato un equilibrio personale per la propria maturità: passa troppo tempo a far finta di studiare in bar frequentati da studenti molto più giovani di lui. Un giorno incontra Larry Hedges, un ex agente della polizia, congedato per avere ucciso un ragazzo che giocava con una pistola finta in un centro commerciale. A lui racconta che il pedofilo Ronnie J. McGorvey, che abita nel suo stesso quartiere, è stato recentemente rilasciato dal carcere, e lo inviata ad unirsi al comitato di sorveglianza del quartiere per cui Ronnie vive controllato e evitato dalla gente del quartiere.

Un giorno Sarah e Brad si baciano nel parco per far ingelosire le altre madri presenti e capiscono che è nata una forte attrazione tra di loro. Un pomeriggio di pioggia Brad si ripara a casa di Sarah mentre il marito è al lavoro. Brad guarda uno dei libri di Sarah e vi trova una sua foto. Mentre Sarah sta asciugando i vestiti nel suo seminterrato, Brad la raggiunge e la bacia ed tra di loro esplode la passione.

Intanto Larry rimane solo poiché la moglie lo lascia portandosi via i figli, lui frustrato una notte va davanti alla casa di Ronnie, il pedofilo, e si scontra verbalmente con May, la madre superprotettiva dell'uomo che vive ancora con lui. L'anziana May spera che l'incontro di Ronnie con una donna lo possa guarire dalla sua pedofilia e lo iscrive più volte nei siti per appuntamenti tra adulti. Ronnie sa che è inutile, ma accetta di andare ad un appuntamento che May ha organizzato per lui con una donna di nome Sheila. Durante la cena, Ronnie racconta a Sheila del suo problema, mentre Sheila in cambio gli dice che ha avuto una serie di esaurimenti nervosi. I due sembrano andare d'accordo, ma l'appuntamento finisce male perché lui le chiede di accompagnarlo vicino alla scuola elementare, così da poter masturbarsi accanto a lei in macchina. Brad, nel frattempo dopo aver fallito l'ennesimo esame finale, fa nascere dei sospetti alla moglie Kathy che lo ha visto frequentare Sarah, così decide invitarla a cena. L'intimità evidente tra Brad e Sarah conferma i suoi sospetti e Kathy chiede alla madre di fermarsi da loro per una visita prolungata in modo che Brad e Sarah non possano più vedersi. Brad, convinto dall'amico Larry a unirsi alla loro squadra di rugby, una sera fa in modo che la suocera non lo segua anche lì e, a fine partita, incontra Sarah. I due decidono di voler trascorrere la loro vita assieme e di abbandonare marito e moglie. Ma quella sera c'è una tragedia in agguato: Larry, che ha atteso Brad invano in un pub per festeggiare la vittoria, torna da Ronnie con un megafono per schernirlo e quando l'anziana madre May esce per allontanarlo, May spinta da Larry cade, viene colta da un infarto e viene condotta in ospedale.

Al mattino il medico comunica a Ronnie che la madre non ce l'ha fatta ed è morta. La madre ha lasciato al figlio una lettera con poche parole: "Fai il bravo ragazzo". Sconvolto, Ronnie distrugge il salotto di casa con le preziose statuette di ceramica della madre, poi prende un grosso coltello ed esce in strada. Quella stessa notte, Sarah e Brad si accordano per incontrarsi nel parco per fuggire insieme. Brad dice al figlio Aaron che lo ama prima di metterlo a letto, scrive a Kathy un biglietto che spiega perché la sta lasciando, ed esce di casa in silenzio. Prima di poter raggiungere il parco, viene distratto dagli adolescenti di skateboard, che lo convincono a provare a saltare da solo. Brad lo fa, ma cade e si ferisce, svenendo. In ambulanza chiede di avvisare la moglie. In realtà Brad non ha mai lasciato il biglietto, forse perché non del tutto convinto della decisione presa.

Intanto Sarah attende Brad al parco, ma incontra Ronnie che piange per la perdita della tanto amata madre: l'uomo barcolla, le si spaventa perché si accorge che la figlia Lucy di 4 anni si è allontanata e, presa dal panico, va a cercare la figlia, mentre Larry che sta cercando Ronnie, dopo essere stato casa sua, lo incontra nel parco, in penombra che si lamenta perché ha tentato di castrarsi, procurando profonde ferite. Larry lo porta all'ospedale e arrivano proprio mentre Kathy incontra Brad alle porte del pronto soccorso.

RiconoscimentiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN184046169 · GND (DE7600771-6
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema